SCUSA MAMMA 2/2

151Report
SCUSA MAMMA 2/2

È successo davvero, ho pensato tra me e me, una sega di mia madre? Sono davvero venuta giù nella sua maglietta? E non ha nemmeno detto una parola dopo che è successo? .......... Sapendo che il mio colloquio stava per iniziare, sono sceso dall'auto e sono andato nella stanza 21, cosa dico quando arrivo lì? La mamma è anche lì? ......Tutte queste domande mi passavano per la testa. Non appena mi sono avvicinato alla mia stanza, ho visto mia madre che mi aspettava sulla porta, e non appena ci siamo guardati negli occhi ha aperto la porta della stanza e l'ho seguita dentro, non ho potuto fare a meno di fissarla culo mentre entrava...... Cosa avrei pagato per afferrare una manciata di quel culo, quel culo era da morire, tutti i miei amici hanno persino scherzato su di lei, chiamandola milf e cosa no, .... .. gli ultimi due giorni mi hanno aiutato a capire perché era mia madre che volevo scopare.....

Il colloquio è stato piuttosto ordinario, non c'erano molte cose su cui migliorare accademicamente, probabilmente perché passavo il tempo a masturbarmi oa studiare. Il signor Spaleney era un buon insegnante, ma era ancora un po' severo quando si trattava dei miei voti. Dopo il breve colloquio, tutti i genitori sono stati mandati nella palestra della scuola dove il principio Franklin avrebbe parlato con loro, questo significava che avevo tempo per andare a parlare con Oliver, per farla breve, Oliver voleva che andassi a casa sua quella sera, e questo era perfetto, in quanto ciò significava che non dovevo trovarmi in una situazione con mia madre in cui dovevamo parlare di quello che era successo prima. Oliver è il mio migliore amico, comunque

Io: Oliver mi ha invitato da lui stasera
Mamma: Ok
Il ragazzo è stato un sollievo, questo mi ha dato il tempo di pensare ....... Pensa a cosa le avrei detto quando sarei tornato a casa il giorno dopo.


La mattina dopo la mamma è venuta a prendermi, il viaggio in macchina verso casa è stato più imbarazzante di quello per andare a scuola. Non è stata detta una parola per l'intero viaggio, quanto durerà perché mi chiedevo..... Una volta arrivati ​​a casa sono andato dritto nella mia stanza e ho chiuso la porta dietro di me, chiudendo le persiane, ho messo le cuffie e si addormentò. Mi sono venute in mente le immagini del giorno prima, la mamma inginocchiata davanti a me, i suoi occhi azzurri che fissavano i miei, la sua scollatura in bella mostra e soprattutto, la sua mano morbida avvolta intorno al mio cazzo duro. Dopo un breve pisolino ho finito per svegliarmi verso mezzogiorno, scendendo le scale, potevo sentire l'odore dolce del famoso tortino di pollo di mia madre, "dobbiamo parlare", "vieni a sederti". Indossava una camicia attillata abbottonata, ma i primi tre bottoni non erano allacciati, indossava anche i suoi pantaloncini preferiti che mettevano in risalto le sue gambe molto toniche, con i capelli raccolti .......era una bella mamma.

La seguii e mi sedetti accanto a lei. "Mi dispiace" sbottai "Non avrei dovuto fare quello che avevo fatto" ......."sai che era sbagliato" mi ha risposto ...."anche quando ti ho aiutato, l'hai respinto in faccia e si è approfittato di me, onestamente Christopher, perché l'hai fatto!!" ha urlato, ....ora mi sentivo male e imbarazzato allo stesso tempo. " Sono pronto a dimenticare quello che è successo ieri , purché non accada più ......... mi spiego giovanotto ?" ....."si mamma" risposi. .....non riesco a credere di essermi appena cavata con una sega gratis e di essere finita proprio sul petto di mia madre. Poi si è alzata e ha detto "ora abbracciami" come potevo resistere, poi è entrata per un bacio materno, ed è stato allora che ho realizzato una cosa abbastanza strana, indossava lo stesso reggiseno di ieri, ...... Sì....... quello in cui ero finito, no .., non poteva essere? Era lei?..... O stavo solo immaginando le cose? ..............."Ora vieni a provare un po' della famosa torta di tua mamma" disse "Mi piacerebbe molto mamma" risposi.

Dopo aver mangiato la torta, mia madre è andata a fare la spesa al supermercato, "hai bisogno di qualcosa dai negozi" ha detto prima di andarsene, "sì, solo alcune bevande energetiche" ho risposto,....... "ok ........ Oh e tesoro, assicurati solo di occupartene prima che torni... puoi andare al tuo ritmo questa volta, non c'è fretta" disse fissando il mio inguine e solo rise ad alta voce, "Sarò un'ora o giù di lì, mandami un messaggio se hai bisogno di qualcosa" urlò di rimando mentre se ne andava. Giuro che sono rimasto lì congelato per quella che sembrava un'eternità, finalmente ho guardato in basso e ho capito di cosa stava parlando, il mio pene si stava tendendo fuori, era così ovvio, ma da quanto tempo era lì? Corsi direttamente di sopra nella mia stanza, mi eccitava così tanto sapere che mia madre mi aveva detto di andare a prendermi cura di me stesso, ero eccitato come non lo ero mai stato. Dopo un rapido controllo del mio Facebook, ho deciso di andare dritto al punto......... 10 minuti dopo ero ancora lì, stavo andando vigorosamente, mamma sarebbe tornata presto a casa, BEEP, il mio telefono ha squillato , era un messaggio di mamma.

Mamma: Ho quasi finito, hai bisogno di qualcos'altro tesoro?

Io no

Mamma: Avevano i biscotti alla fragola in saldo quindi ne ho presi solo un paio, e anche il formaggio per le lasagne di stasera.

Io: Ok

Mamma: cosa sono le risposte brevi ahahah

Mamma: oh... so cosa stai facendo............. Davvero eh? Sono passati più di 30 minuti e ci sei ancora .. Questo spiegherebbe le risposte brevi ahahah

Io: non preoccuparti, me ne occuperò io prima che tu torni a casa

Mamma: bene!!! C'è del lubrificante nel fondo del mio bagno, rimettilo a posto quando hai finito hai 20 minuti haha

Sono corso dritto nel suo bagno e ho afferrato la bottiglia di lubrificante, maaan mamma era la migliore del mondo, non ho potuto fare a meno di notare un reggiseno sul pavimento, l'ho afferrato e sono tornato velocemente nella stanza, WOW lei è DD, no mi chiedo che le sue tette siano così belle. Ho iniziato rapidamente a tornare indietro, ... erano passati almeno 15 minuti, proprio in quel momento l'auto di mia madre è entrata nel nostro vialetto, è stato allora che sono esploso completamente .... In preda al panico ho svuotato rapidamente il carico direttamente nel mio reggiseno della mamma ... "OMFG" ho detto ad alta voce, cosa devo fare con questo, ho rapidamente nascosto il reggiseno sotto il letto e sono corso di sotto per aiutare la mamma a fare la spesa. "grazie per essertene preso cura", ha detto mentre finivamo di mettere via tutto. Intendeva la spesa? Oppure ?........ L'altra cosa.

Il resto della giornata è stato praticamente normale, ho finito per fare tutti i compiti, il che significava che avevo molto tempo libero per guardare la TV e rilassarmi. La mamma ha deciso di andare a dormire presto perché aveva alcune commissioni da sbrigare il giorno dopo.

Domenica mi sono svegliata e la mamma non c'era, dopo la solita sega mattutina sono andata subito a casa dei miei compagni e ho deciso di cenare da loro.

Io: sto cenando dalla mamma di Joshes,

Mamma: ok tesoro, torna a casa prima delle 10, hai scuola domani

Mamma: oh e dov'è il lubrificante eh?

Io: oops, è da qualche parte nella mia stanza

Mamma: l'ho trovato.............

A cosa servivano quei punti? È lei che ha detto che potevo usarlo, è stato allora che ho capito che avevo lasciato il lubrificante sotto il letto, e sai cos'altro c'era..... Reggiseno DD macchiato di sborra di mia madre... Oddio

"lo sai che non puoi semplicemente andare in giro a mettere il tuo seme sui miei vestiti, vero?" È stata la prima cosa che ho sentito quando sono tornato a casa. Ancora una volta, scusa è stata l'unica parola che sono riuscita a borbottare. "Scusa.......è così? La mamma ha chiesto, "dimmi, Josh va e viene nei reggiseni di sua madre? O Jayden va e viene in uno dei reggiseni di sua madre, oh che mi dici di Oliver...... Davvero?!?..... " "Cosa c'è che non va in te Chris?". , non riuscivo proprio a controllarlo. "perché lo fai Chris?"............ Dopo un momento di silenzio ho deciso di essere completamente onesto con lei....... "mamma, sei bellissima, anche i miei amici ti chiamano milf, ogni volta che ti vedo, mi viene duro per un istante, non riesco a trattenermi..... Mi ecciti così tanto".... ........ "è molto carino e tutto, ma tuo figlio mio, quello che è successo in macchina è stato un caso unico, non può succedere di nuovo eh.... È semplicemente sbagliato".

"Ogni volta che ho provato a masturbarmi negli ultimi due giorni, tutto quello che riuscivo a pensare eri tu mamma...nessuno può essere paragonato a te". ........... Non ha detto niente per un paio di secondi, alla fine ha detto "Ho bisogno di dormire un po', ho il lavoro la mattina, e anche tu hai la scuola, buona notte".

Il resto della settimana è stato piuttosto freddo, non vedevo molto la mamma dato che alcune sere lavorava fino a tardi, e alcune sere avevo anche lezioni pomeridiane. Era venerdì sera, e dopo che la scuola è finita sono tornato subito a casa e sono caduto nel comodo, "com'è andata a scuola piccola? La mamma ha chiesto" bene, ho risposto "...... "Posso dire che hai sofferto per tutta la settimana tesoro ..... Mi dispiace di non poterti aiutare fisicamente, è solo sbagliato..... C'è qualcos'altro che la mamma può fare per te che ti aiuterà, sai, a rivivere lo stress hahah".... "Mamma, posso sentirti il ​​culo?"........... "Ti aiuterà con il tuo problema? "ha chiesto esitante"......... "Sì" ho risposto" ..... Dopo averci pensato a lungo lei ha risposto" hmmm Immagino che andrà tutto bene, seguimi di sopra, non ne vogliamo dei vicini che bussano alla porta e vedendomi farti toccare il culo davanti a loro.

Con ciò ho seguito la mamma direttamente di sopra mentre mi conduceva nella mia camera da letto, non posso credere che stavo per afferrare una manciata di quel culo .... Finalmente .... Il momento in cui stavo aspettando, la salita al piano di sopra per la mia stanza sembrava che ci volesse un'eternità... Il modo in cui quel culo si muoveva da una parte all'altra mentre camminava, i suoi pantaloni da yoga neri facevano il trucco mentre la vista delle sue guance paffute era da morire.

Storie simili

Figlia dei vicini: Sporco segreto

È successo quando avevo 16 anni un giorno d'estate. La scuola era finita e cominciavano le vacanze. Vivo alla fine della casa in stile cottage dove i nostri vicini sono dall'altra parte del muro. Nella porta accanto vive la mia amica Eve, ha la mia età, capelli biondi e corpo da urlo. Quanto a me, sono proprio come lei, solo che ho i capelli scuri. Pochi giorni fa ho notato una cosa interessante ... il telefono ha squillato a casa di Eves e dopo pochi minuti lei è spento da qualche parte. l'ultimo giorno lo stesso. Quindi ho deciso di rintracciarla...

1.7K I più visti

Likes 0

Signora Baker

Il sole dell'Oklahoma voleva bruciarci, pensavo, mentre guidavo in garage per scaricare l'attrezzatura da giardino. Falciare i prati per soldi extra di solito non è male a meno che le temperature non rimangano sopra i cento gradi per diversi giorni. Questo era il caso nel 1980. Mi ero appena laureato e stavo per entrare a far parte della forza lavoro come insegnante di economia ad Ardmore. Tuttavia, alcuni dei miei vecchi clienti del prato avevano chiamato e avevano bisogno di fare i loro cortili, quindi ho ceduto ad aiutarli per il resto dell'estate. Ho pensato che nelle prossime due settimane il...

752 I più visti

Likes 0

Il negozio d'angolo seconda parte

La prima parte è qui: sexstories.com/story/82788/ Controllò l'orologio, sarebbe arrivata presto. Era circa una settimana dopo, ero nel suo negozio, la mamma mi aveva mandato a prendere il cibo di cui avevamo bisogno per il fine settimana. Dopo aver chiamato tutto nella cassa e aver messo tutti gli oggetti in tre grandi sacchetti di plastica. Lui mi disse: Mi devi ancora un sacco di soldi, dovrai andare nella stanza sul retro oggi Scioccato, balbettai. No. Per favore, signor Hassan, non voglio farlo Mi afferra il braccio, dicendomi; Non hai altra scelta ragazza, pensi che tutto il cibo e i soldi siano...

1.5K I più visti

Likes 0

Era una stronzata, pensavo

Il sabato pomeriggio andavo al cinema con alcuni amici. C'era una ragazza che mi piaceva e ho provato a sedermi accanto a lei se potevo. Un pomeriggio ho provato a tenerle la mano e lei me l'ha lasciato per un po' che l'hanno tirata via. Dopo il cinema siamo andati tutti al bar del latte e ancora una volta ho provato ad avvicinarmi a lei. Le ho parlato e sembrava che le piacessi e le ho chiesto perché ha allontanato la mano. Ha detto che stava iniziando a piacerle, ma non voleva essere coinvolta in quel modo perché eravamo tutti buoni...

39 I più visti

Likes 0

Tim, l'adolescente parte XV

Nota: ——NON sono l'autore! Ci sono diversi autori in realtà, non sono così sicuro che qualcuno di loro sia il creatore, ma so che non sono io. Sto semplicemente condividendo questa bella storia con tutti voi perché non l'ho vista qui. Ora in origine dovevano essere tutte 9 parti, ma... Qualcuno ha detto che la prima era troppo lunga, quindi ho deciso di dividerle tutte in post più piccoli. Ho pensato di provare un aspetto e una struttura della frase diversi per questo capitolo, per favore fatemi sapere come vi piace. BUON APPETITO--- Tim, l'adolescente parte quindici di: Rass Senip +++...

1.6K I più visti

Likes 2

Jaded Parte 1- Riva dell'acqua

Tutto quello a cui riuscivo a pensare era quanto faceva caldo oggi e quanto faceva freddo ieri; i forti venti che avevano soffiato la mia borsa Walmart attraverso il parcheggio mentre i miei amici avevano ridacchiato al mio inseguimento si erano trasformati in intensi raggi che picchiavano sul mio corpo di sedicenne. Sarò onesto, era un corpo che la maggior parte dei miei amici, anche i più grandi, invidiavano ed era in parte a causa del mio corpo che le ragazze più grandi uscivano comunque con me. Il mio viso innocente e i lunghi capelli biondi si sono complimentati con il...

1.5K I più visti

Likes 0

Ufficiale superiore

Ensign, è meglio che ci sia un'ottima ragione per essere qui Il guardiamarina Philips non aveva una buona ragione per essere nella sala degli ufficiali, sentiva il cuore crollare sui suoi stivali da combattimento Girati quando ti parlo Guardiamarina Il guardiamarina Philips si voltò lentamente, con le spalle leggermente cascanti per la sconfitta, quando vide chi lo affrontava, dimenticò completamente le vere ragioni per essere qui, infatti praticamente si dimenticò di tutto Allora Guardiamarina, che diavolo ci fai qui nella Sala Ufficiali? Il capitano Jean Harigan, l'unica donna ufficiale sulla nave e non solo è l'unica donna ufficiale sulla nave, è...

983 I più visti

Likes 0

Le mie prime volte...

Ho parlato con Gary per più di due anni. La nostra relazione era iniziata online. Ha visto una risposta che avevo dato in una chat room e mi ha inviato un messaggio. All'inizio non sembrava interessante, ma più chiacchieravamo e più mi piaceva. Sono cauto per natura, quindi non ha avuto il mio vero nome per più di sei mesi, e anche allora solo il mio nome. A nove mesi gli ho dato il mio numero di cellulare e abbiamo iniziato a parlare al telefono. Dieci mesi ci hanno trovato a fare sesso telefonico regolarmente, cosa che avveniva principalmente nei fine...

969 I più visti

Likes 0

Asmodeus - Demon of Lust: Parte 8

A/N – Miei cari lettori! Grazie a tutti coloro che sono rimasti accanto a me e a questa storia per così tanto tempo. Mi scuso sinceramente per l'attesa tra questo capitolo e il precedente; Ho davvero scritto ogni volta che ho potuto. Dubito che ogni singolo capitolo varrebbe un anno intero di attesa, ma come per tutto ciò che scrivo ho riversato la mia anima nella parte 8 e spero sinceramente che ti piaccia leggerla. Come sempre, PER FAVORE, vota, commenta e inviami un'e-mail! Mi piace sentirvi ragazzi e risponderò a ogni e-mail. Buon Anno! Saluti, Steelkat Parte 8 Passeggiamo per...

801 I più visti

Likes 0

Carne_(1)

Un mare di corpi che ondeggiano, si contorcono insieme. Carne nuda, sudata e scivolosa e ricoperta di rete sessuale e si fondono in una massa di pura fame. Bocche su cazzi che succhiano, su leccate di fighe, su morsi di capezzoli, penetrazione...violazione... dissacrazione in ogni modo immaginabile. I corpi premevano contro di lei e si strofinavano su di lei. Si sentiva bagnata da una donna a cavallo della sua gamba mentre veniva scopata a pecorina... il loro sesso le gocciolava addosso. L'altra gamba era sollevata e sentì le sue labbra aprirsi, prima per le dita sondate, e poi per la testa...

402 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.