Cambiare la realtà (parte 3)

1.5KReport
Cambiare la realtà (parte 3)

Ciao ragazzi e ragazze! È Chase. Sai, la persona di cui parla questa storia.

So cosa stai pensando – Questo non può essere vero. Bene, ti assicuro che lo è assolutamente. Non posso provartelo, a meno che non ci incontriamo un giorno e anche allora, dovrei raccontarti tutto da capo. È qualcosa che non è molto probabile che farò poiché qualsiasi esposizione di chi e cosa sono potrebbe portare alla mia cattura da parte di qualcuno che desidera trasformarmi in una specie di cavia. Non so voi, ma non sono molto entusiasta di essere rinchiuso per il resto dell'eternità e di essere sottoposto a tutti i tipi di esperimenti nel vano tentativo di riprodurre questo...cosa che è successo a me.

Non c'è modo che io possa permettere che succeda. Mi sono divertito troppo nel corso degli anni da quando la mia realtà è cambiata.

Chiunque, torniamo al 1890, vero?

* * * * *

Capitolo 5

Quando ho visto gli occhi di Dao-Ming proiettare quella luce blu intorno alla stanza mentre lei mi cavalcava, ho cercato disperatamente di buttarla via e fuggire dalla stanza, dall'hotel, dalla città – diavolo, sarei fuggito dal continente proprio in quel momento in cui ero così spaventato.

Sfortunatamente per me, più a lungo il suo sguardo era su di me, più debole diventavo. Non cinque minuti dopo, ho scoperto che non potevo alzare la testa dal materasso, non potevo parlare. Non riuscivo nemmeno a muovere un dito, per quanto possa sembrare un cliché. Rimasi cosciente per il momento, cosa che pensavo fosse una buona cosa in quel momento. L'unica parte di me che potevo muovere erano i miei occhi. Ho inviato una preghiera silenziosa affinché qualsiasi cosa fosse sbagliata non sembrava influenzare le mie funzioni autonome come respirare e deglutire.

L'unico suono che potevo sentire era Dao-Ming mentre grugniva e gemeva, cavalcandomi attraverso un orgasmo dopo l'altro. Potevo sentire la sua figa stringersi sul mio albero mentre veniva, i suoi succhi scorrevano copiosamente.

Non sapevo perché, ma non riuscivo a sborrarmi. Se non fossi stato così spaventato in quel momento, probabilmente avrei collegato i punti e capito che tutto ciò che mi teneva immobile mi impediva anche di raggiungere la stessa beatitudine orgasmica che stava chiaramente ottenendo.

Con mia incredulità, ho scoperto che mi piaceva ancora guardarla accarezzare su e giù sul mio cazzo, a volte sgroppando velocemente e duramente, altre volte dolcemente e dolcemente lenta. Sono rimasto estasiato anche dalle sue tette che rimbalzavano avanti e indietro, rivoli di sudore che scorrevano tra di loro mentre andava.

Quando un'ora divenne due, quasi tre, Dao-Ming alla fine rallentò nel mezzo del suo più grande orgasmo e crollò sul mio petto, inghiottendo respiri profondi mentre tremava fino a fermarsi, il mio cazzo ancora sepolto dentro di lei.

Anche mentre si calmava, potevo sentirla sussurrare in quella che potevo solo supporre fosse la sua lingua madre. Potevo sentire uno schema quasi poetico nelle parole, ma non riuscivo a capirlo. Stranamente, questo mi ha spaventato soprattutto.

Capitolo 6

Alcuni minuti dopo, e consegnata a qualunque cosa il destino mi aspettasse, ho guardato la sua testa appoggiata sul mio petto solo per trovarla che mi fissava, gli occhi ancora sfavillanti di luminescenza e un sorriso che le giocava sulle labbra. Ha emesso un profondo sospiro di beatitudine post-coitale che ho sentito più che sentito.

Ero completamente terrorizzato da questa donna, ma non riuscivo a trattenermi dal pensare che fosse ancora la donna più bella che avessi mai visto. Può sembrare strano visto che non riuscivo a muovere un muscolo e completamente alla sua mercé, ma dannazione, era vero!

«Lawrence», sussurrò, sottovoce. “È stato meraviglioso! Sono così felice di averti finalmente incontrato.”

La sua figa si increspava leggermente lungo il mio cazzo come se anche lei stesse esprimendo lo stesso sentimento del suo padrone.

“So cosa stai pensando, mia cara,” disse mentre scivolava via da me. “Il motivo per cui non puoi muoverti è semplice: discendo da un dio. Non il Dio, intendiamoci, ma comunque un dio.

A questo punto, mentre non ero sicuro di poterle credere, non potevo nemmeno crederle.

L'ho seguita con gli occhi mentre si alzava e camminava lentamente avanti e indietro in fondo al letto. I suoi occhi pulsavano di quella strana luce blu mentre parlava.

“P'an Hu era un antico dio cinese che poteva cambiare forma a piacimento tra uomo e cane. Si è accoppiato con una donna e i loro discendenti erano i miei antenati.

"All'inizio eravamo in grado di diventare solo una forma di cane o un'altra, ma nel corso dei millenni abbiamo imparato a controllare questo potere: diventare qualsiasi cosa o chiunque volessimo. L'unico limite era la dimensione del cervello. Qualsiasi cosa più piccola di un gatto domestico standard rendeva il cervello incapace di organizzare il pensiero abbastanza a lungo da tornare alla forma umana.

Mentre parlava, potevo percepire sottili cambiamenti in lei. Un leggero approfondimento della sua voce. Forse un allargamento delle spalle. Meno femminilità nel suo passo. I suoi capelli erano più corti, questo lo potevo vedere. Ora che era in piedi, potevo anche dire che era decisamente un po' più alta di quando l'ho incontrata.

“Siamo pochi di numero, con nostro grande dispiacere, soprattutto perché siamo così longevi che alleviamo solo di rado. Io stesso ho avuto solo tre figli nei miei quattromila anni di vita. L'unico modo in cui possiamo produrre di più della nostra specie è cambiare regolarmente è...» Fece una pausa. “Cambia certe persone. È un processo difficile. Più difficile che produrre i nostri figli, infatti, anche se può essere molto più soddisfacente e veloce”.

"Quattromila anni?!" Chiusi gli occhi, pregando che tutto questo diventasse una specie di incubo.

Rise di nuovo, un suono profondo e rimbombante ora.

«Lawrence», disse. "Guardami."

Questa era una voce decisamente maschile. Ero oltremodo terrorizzato quando aprii lentamente gli occhi per vedere un uomo bianco dai capelli corvini e ben muscoloso in piedi sopra di me. Avrei pensato che Dao-Ming avesse giocato qualche trucco nascondendosi e facendo entrare qualcun altro nella stanza se non fosse stato per quella misteriosa luce blu che ardeva nei suoi occhi.

Borbottò alcune parole in quello che in seguito appresi essere mandarino. Improvvisamente, potevo alzare la testa dal materasso.

“Presto, Lawrence, saprai come ci si sente,” proclamò mentre accarezzava quello che era il cazzo più grande che avessi mai visto. Molto più grande e grosso del mio, era lungo almeno undici pollici e grosso quasi quanto la zampa anteriore di un puledro appena nato.

"Non puoi!" ho gracchiato. "Mi ucciderà!"

“Non essere sciocco,” rise. "Ti divertirai immensamente."

Qualche altra parola straniera uscì da lui mentre posava le mani sul mio petto, la luce blu sfolgorante ancora più luminosa. La testa mi si appesantiva, la vista si offuscava mentre sentivo un leggero bruciore in tutto il corpo.

È stata una sensazione molto intensa e, anche se ho perso conoscenza, ho capito di aver finalmente avuto l'orgasmo che fino a quel momento mi era stato negato.*

Storie simili

Andando avanti - Capitolo 3

Andare avanti capitolo 3 Il tempo sembrava congelato. L'espressione di shock e orrore sul viso di Evelyn era giustapposta ai resti bagnati del mio sperma sulle sue guance e sul suo mento. Il mio cazzo è caduto dalla mia mano e la mia testa sembrava muoversi attraverso la melassa mentre si girava lentamente verso l'ingresso del bagno. Sembra che voi due abbiate combinato un sacco di cose, disse il signor Clark con nonchalance con un leggero sorriso, guardandosi intorno al bagno come se cercasse altri membri del nostro piccolo gruppo. Mi chiedevo dove fossi scomparso per così tanto tempo. Seguì un...

953 I più visti

Likes 0

Imbevuto

Questa è la mia prima storia; è una storia vera di qualche anno fa. Sentiti libero di darmi i tuoi commenti e ti diverti tanto quanto me!! Sapevo che non sarebbe stata contenta che non fossi andata a prenderla perché pioveva così forte ma ero davvero impegnata in casa che avevo perso la cognizione del tempo, comunque aveva compiuto 16 anni il giorno prima quindi voleva la sua 'Indipendenza'. Mi chiamo Chris e ho 24 anni e sono il tutore ufficiale di Debbie, la cui mamma stava viaggiando per il mondo apparentemente trovandosi e papà stava abbastanza felicemente crescendo la sua...

2.1K I più visti

Likes 0

Visitando Nikki, un ladyboy filippino

Diversi mesi fa, ho incontrato una ragazza online attraverso uno di quei siti di webcam a pagamento, ed era più di una semplice ragazza. Si chiamava Nicole e sapevo che era una transessuale, perché all'epoca ero molto curioso di stare con una di loro. Era una ragazza molto attraente e passabile con un corpo fantastico. Nicole era alta circa un metro e settanta, pesava circa 50 chili, aveva capelli scuri, occhi scuri, belle tette sode con capezzoli piccoli e duri, gambe fantastiche, un viso fantastico e carino, soprattutto quando sorrideva. Non avrei mai pensato di essere così attratto da una TS...

9 I più visti

Likes 0

Ama l'onore e obbedisci

Il giorno in cui ho incontrato questa bellezza perfetta dovevo averla. Tinya e io ci siamo frequentati per diverse settimane prima ancora di provare a fare sesso con lei. Non volevo rischiare di farla arrabbiare. Ho avuto la notte in cui ho deciso di fare tutto il possibile per la mia mossa. Il ristorante era molto costoso. Ottimo cibo e vino. Atmosfera meravigliosa. Era in ritardo nell'incontrarmi, ma quando è arrivata mi sono completamente dimenticato del suo ritardo. Le sue lunghe gambe da ballerina erano evidenziate da tacchi da 5 pollici. Questo la rendeva alta quasi quanto me. La sua gonna...

1.1K I più visti

Likes 0

Il mio villaggio delle MILF

Storia di Fbailey numero 776 Il mio villaggio delle MILF Lo zio Charles mi ha lasciato la sua enorme fattoria alla periferia della città. Era seicentoquaranta acri o quello che chiamano una sezione. Ha una dimensione di un miglio per un miglio. Mio padre mi aveva lasciato la sua sezione e si unirono naturalmente. Sul retro della mia terra c'era una ripida scogliera in un ampio letto di fiume. Ciò ha reso il retro centrale quasi invisibile a chiunque fosse al di fuori della mia proprietà. Avevo una piccola impresa che produceva e vendeva case prefabbricate. Rimorchi essenzialmente a doppia larghezza...

1.1K I più visti

Likes 0

Questa storia è interamente in svedese

Låt mig berätta vad som hande en kväll quando min figli vän sov över hos oss en kväll (han är 18). han brukar sova övver hos oss nästan varje helg och när klockan är runt o två när min son har somnat och han tror att jag sover khan smyga ner fino a mitt rum in bara kalsonger. prima di tutto, han visto queste cose come se fossero state in grado di vedere. han fatto sig langsamt och samtidigt che han gjorde detta såg jag att han masserade sin kuk che var sten hard in hans ka anchenger. Quando ha avuto...

872 I più visti

Likes 0

Il mio tipo di festa

Un giorno Adele (16) è tornata a casa da scuola e ha svolto la sua solita routine... apparecchiare la tavola, fare i compiti, dare da mangiare ai cani e, naturalmente, masturbarsi. In quel particolare giorno, mentre si stava masturbando, suo fratello Riley (18 anni) è tornato a casa presto. Di solito non era a casa fino alle 18:00, ma non aveva gli allenamenti di calcio, quindi ha deciso di chiamare alcuni amici e organizzare una festa. I suoi genitori erano fuori città, quindi perché no? Sapeva che Adele era a casa perché la tavola era apparecchiata, così salì di sopra a...

808 I più visti

Likes 0

11] Passi lungo la strada della vita.

SE SEI OFFESO DAL SESSO GAY PER FAVORE NON LEGGERE QUESTA STORIA. ACCETTO IL TUO FEEDBACK E COMMENTI. NON ESITARE A CONTATTARMI. Passi lungo la strada della vita. Raccontare la storia di come sono stato introdotto al sesso gay ha risvegliato molti ricordi sopiti, ricordi di eventi e fatti, di volti e fatti, di nomi e di persone scomparse dalla mia vita, cose che sono state sommerse nei recessi del mio cervello per quasi 40 anni. Molto era stato dimenticato e molto sepolto sotto esperienze più fresche e nuove fino a quando non è stato trascinato alla superficie della mia mente...

874 I più visti

Likes 0

Il Presidente_(1)

NO! FERMATI! NON HO FATTO NIENTE! QUESTO È PAZZO! Amanda gemette mentre si dibatteva sulla sedia elettrica. Anche se sapessi qualcosa, a questo punto non ha molta importanza. Abbiamo già le informazioni di cui avevamo bisogno, si scopre che era tua sorella Lacy quella di cui avevamo bisogno per tutto questo tempo! esclamò Doll mentre stringeva i braccioli di Amanda. Amanda era confusa e con voce tranquilla chiese allora perché mi metti su questa sedia? Doll si fermò a guardare l'Amanda. Era una normale ragazza di 18 anni di periferia. Ben abbronzato e in perfetta forma. Aveva occhi verde chiaro e...

774 I più visti

Likes 0

Campo pervertito giorno 2

Si prega di leggere la prima parte. Sono passati anni da quando ho scritto la prima parte... Il giorno dopo, le sue mani erano guarite e non avevano bisogno del mio aiuto. Avevo dormito fino a tardi dopo essermi masturbato. Non mi aspettavo che fosse una tale pervertita. Sapevo di esserlo ma non sapevo di lei. Non si è comportata diversamente o sorpresa da quello che era successo il giorno prima. Non sapevo nemmeno cosa avrebbe dovuto essere da qui in poi. Ho provato a testare le acque. come stanno le tue mani ora mamma? Ho chiesto. Adesso sto bene. rispose...

742 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.