IN PALESTRA_(1)

3.7KReport
IN PALESTRA_(1)

Uno dei vantaggi dell'azienda per cui lavoro è l'appartenenza alla loro palestra. Mi alleno 3-4 volte a settimana dalla nascita della nostra bambina. Mi ero preso un giorno libero per portare la nostra bambina dal dottore per un controllo. Andava tutto bene mentre ci dirigevamo verso la casa di mia madre. Sentivo che avevo bisogno di un po' di tempo da sola, così ho chiesto a mia madre di tenere Heather tutta la notte. Bruce era fuori città per lavoro, quindi ho programmato un film tranquillo a casa. Anche la mia collaboratrice Susie si è allenata nella stessa palestra. A mia insaputa, dato che di solito non ci vado di pomeriggio, c'era Susie, stavo finendo il mio allenamento e mi diressi verso lo show. Mi sono seduto sulla panca e ho appoggiato la testa contro il muro per riprendere fiato dall'esercizio. Ad ogni respiro, i miei seni si muovevano su e giù al ritmo del mio petto. Minuscole gocce di sudore davano un caldo bagliore ai miei tumuli pieni. Ho iniziato a massaggiarti il ​​seno e a torcere i capezzoli. Entrò Susie, sudata dal lavoro. Mi ha visto giocare con i miei seni e si è avvicinata a me/ "Hai... hai... bisogno di... un po' di... aiuto" Si è avvicinata al mio seno e ha iniziato a leccare, mordicchiare , e succhiare avidamente. Mi stavo addentrando, ma non volevo essere catturato in una situazione compromettente. Non eravamo attivi sessualmente l'uno con l'altro per un po' di tempo. "Per favore....fermati. Andiamo...andiamo...a....mia...casa. Bruce.....è...fuori...città,... .e...il...bambino....è...con...mamma." Io me ne andai per primo e Susie seguì pochi minuti dopo.
Una volta tornati a casa mia, ci siamo spogliati a vicenda, mettendo in mostra i magnifici pettorali di Susie. I suoi capezzoli erano grandi come una birra con i centri appuntiti. Alzai le mani sui suoi seni, prendendoli a coppa mentre le nostre bocche si incontravano.
Il nostro bacio è stato dolce e paziente, poi più aggressivo. Le mie labbra si aprirono per far entrare la lingua di Susie. Susie strinse i miei seni duri ed entrambi iniziammo a respirare più pesantemente quando le nostre bocche alla fine si separarono. Mi baciò il collo, l'orecchio e le spalle. Ha cullato un delizioso seno duro nel palmo della sua mano e ha abbassato la bocca sul mio capezzolo. Lo esplorò leccandolo, scuotendolo e stuzzicandolo con le sue labbra, poi succhiandolo fino in fondo nella sua bocca.
Tenevo la testa di Susie tra le mani, osservandola, sospirando piano e poi ansimando più eccitata. Susie sa di essere stata qui prima, esattamente quello che ci vorrebbe per farmi implorare di essere scopata in pochi minuti e ha lavorato attentamente per realizzarlo. Quando il mio capezzolo era bagnato ed eretto, lo ha pizzicato delicatamente tra le dita mentre si avvicinava all'altro. Mi spinse indietro sul letto e banchettò con i miei seni deliziosi, e in pochi minuti mi stavo contorcendo e gemendo, piagnucolando piano.
"OOOHHHH.......OOOHH, è.....sembra.....così.....bene! Dio.....io....amo..il.. ....via.......tu...succhi...mi." Susie voleva esplorare ogni centimetro di me, ma mi stavo già avvicinando alla fase urgente. I miei occhi erano vitrei, i miei fianchi si agitavano involontariamente e Susie sapeva che stavo per venire. Mi baciò di nuovo l'ombelico, il seno e i capezzoli e poi la mia bocca esigente. Gemevo tra i denti, inarcando la schiena, quasi implorando Susie con il mio corpo solo di farlo, di finirlo. Ero impaziente e ardente, ma Susie non avrebbe perso l'occasione. .Scese velocemente tra le mie cosce e premette le labbra sulla mia figa molto bagnata, facendovi scivolare la lingua dentro. "UUhhh!.....OOhh.....OOHH...dio!" gemetti, tremando in modo incontrollabile. Mi ha fatto tremare e stringere ardentemente. Susie ha pugnalato la lingua in profondità nella mia figa, e poi l'ha tirata fuori lentamente, facendo scorrere il bordo lungo il mio clitoride gonfio. Quando ha saputo che avevo raggiunto il punto di non ritorno, ha iniziato a concentrarsi totalmente sul mio clitoride, scuotendolo e accarezzandolo con la lingua. Il mio corpo si irrigidì e poi andò in convulsioni quando venni. Ne fui veramente scossa, e stavo ancora sussultando e tremando quando Susie si alzò per baciarmi. Susie era molto eccitata dal mio orgasmo e strofinare il suo corpo nudo contro il mio l'ha eccitata ulteriormente. Sussultai piano, i miei occhi ancora vitrei di beatitudine.
L'ho baciata calorosamente mentre la mia bocca è caduta sul suo seno, le ho tenute tra le mani e le ho succhiato i capezzoli avidamente. Susie gemette eccitata mentre le mie labbra si chiudevano su uno dei suoi capezzoli.
"YYYyyeeeessss......YYees....cazzo....me. Fammi....me...veloce.
"Sì...sì...io...voglio." Ansimai anch'io, scivolando lungo il corpo contorto di Susie.
Susie era molto eccitata e sono bastati pochi tocchi della mia lingua contro il suo clitoride per farla venire. Un climax acuto e straziante scosse il suo corpo, e lei ansimava impotente mentre la accecava con un rapido rapimento.
Susie era nel mezzo di questo orgasmo straziante quando Bruce entrò nella porta. Sia Susie che io gemevamo e ansimava così tanto che non lo notammo per alcuni minuti. Susie, che era ancora rilassata e tremante per il suo orgasmo, sentì il mio corpo irrigidirsi.
"Bruce....noi...abbiamo....non...sentito....tu....entrato.... Io....ero....non ....aspettando...tu...fino a...domani." Respiravo così pesantemente che riuscivo a malapena a parlare.
"Ma ti ho sentito non appena ho aperto la porta d'ingresso. Stava sorridendo, slacciandosi i pantaloni. "Non lo so. Forse vi perdonerò entrambi se mi permettete di unirmi a me." Ormai Bruce aveva i pantaloni abbassati e il suo gigantesco uccello balzò all'indietro, saltando e gonfiandosi. Si avvicinò dietro di me, guidando il suo enorme cazzo tremolante con una mano, scivolando su sotto il mio culo e nella mia figa, spingendo in profondità.
"OOOoohhh... Bruce!" Sussultai mentre mi scivolava dentro. Mi ha circondato con le braccia da dietro, stringendomi i seni e pompandomi dentro con forza. Susie ha preso rapidamente il mio grande, duro seno dalle sue mani e ha iniziato a succhiarmi la lingua e a succhiarmi i capezzoli assetati.
"OOOooohhhhh......." gemetti, abbandonandomi avidamente. "GGgggooood....fai...lo....difficile." Implorai, spingendo i miei seni nella bocca di Susie, gemendo mentre l'enorme cazzo di Bruce si squarciava dentro di me.
È stato estremamente eccitante. Susie e Bruce mi hanno fottuto vigorosamente, portandomi maliziosamente al limite. Oltre a succhiarmi i seni, Susie ha immerso una mano nella mia fessura gocciolante e mi ha strofinato il clitoride, forbicendolo tra due dita. Questo, insieme al cazzo infilzato e infilzato di Bruce che si inceppa ripetutamente nella mia figa, mi ha fatto diventare ancora più selvaggio. E anche Susie. Le sue dita sul mio clitoride di tanto in tanto sfioravano l'enorme gambo duro come il ferro del cazzo di Bruce mentre martellava nella mia fica, mandando brividi a Susie, che sperava che presto lo avrebbe sentito martellare anche in lei. Ho cominciato a venire senza preavviso, un violento, straziante orgasmo stridulo. Alla fine il mio corpo si allenta e Bruce mi accarezzò tra le sue braccia. Bruce ed io stavamo entrambi ansimando disperatamente. Bruce è stato il primo a riprendersi e mi ci sono voluti qualche minuto in più per riprendere i sensi. Anche quando l'ho fatto, ero ancora intontito da tutte le attività. "OOOoooohhhhh......dio.......io......non......tink....io.....ho...... mai….cum…che…difficile…prima.”Ero inerte come una bambola di pezza; i miei respiri giungevano in rantoli affannosi. Il mio corpo era bagnato dal sudore della nostra passione.
Bruces si sdraiò sulla schiena mentre Susie lo seduceva. Gli leccò e gli succhiò l'erezione finché Bruce non vide le stelle. Stava ansimando forte e le ha chiesto di smetterla, mentre stava per venire. Gli mise un capezzolo in bocca. Poteva sentire il fragoroso battito del suo cuore, mentre rimasero immobili per un po'. Si trattenne mentre si sistemavano un po'. Gli leccò l'interno coscia, toccando a malapena il suo pacco. Bruce aveva bisogno di liberazione. Era accaldato e sudato mentre Susie si metteva a cavalcioni sui suoi fianchi. Abbassò lentamente la fica sull'organo lepre di Bruce e rimase immobile per alcuni minuti. Bruce ansimava pesantemente perché lei lo lasciasse venire. Ha iniziato a cavalcarlo e presto il loro ritmo è aumentato. Bruce le afferrò i fianchi per picchiarla più forte. Susie stava lottando selvaggiamente. i suoi seni rimbalzano su e giù. Ha incontrato Bruce colpo per ictus. Dopo qualche altro affondo sabatico della puntura di Bruce e lei esplose in uno scioccante torrente di venuta. Il corpo di Bruce si irrigidì e lui le versò un'enorme quantità di sperma. Sono crollati in un mucchio sudato. carne spasmodica, ansimando e gemendo. Mi arrampicai sul letto con loro e li tenni entrambi mentre scendevano dall'alto. Susie riusciva a malapena a muovere un dito, perché era completamente esausta. Entrambi l'abbiamo presa in giro e lei è tornata a casa. Bruce ed io ci siamo abbracciati per un po' e ho iniziato a sentirmi vivace, ma sapevo che Bruce era esausto. Ho iniziato a massaggiarmi i seni e ad aggiustarmi i capezzoli. Il mio respiro stava diventando più affannoso mentre le mie dita vagavano tra le mie cosce. Potevo sentire la mia figa bagnarsi. Il mio cuore batteva forte e stavo aspirando aria come un velocista. La mia faccia e il mio seno erano arrossati. Presto ho sentito la mano di Bruce toccarmi. Era di nuovo duro e pronto per un altro round. Si sdraiò sopra di me, mettendo con cura il suo soldato eretto tra i miei seni. Strinsi i miei seni insieme mentre Bruce iniziava a dondolarsi avanti e indietro. Dopo diverse spinte, Bruce ha sparato diverse cucchiaiate di sperma sul mio seno. È caduto da me ansimando freneticamente e sudato. Lo tenni stretto finché il suo cuore non smise di battere e il suo respiro rallentò. Ci siamo abbracciati e ci siamo addormentati. Ci eravamo completamente soddisfatti l'un l'altro fino alla completa beatitudine.

Storie simili

Corpo di un uomo, mente di macchina - Capitolo sei

Capitolo sei: Sono oltre trenta le persone morte, tutte uccise da un solo uomo senza l'uso di armi da fuoco. È stato definito uno dei peggiori omicidi di massa della storia americana. La vastità della morte, del sangue e degli omicidi senza cuore avvenuti in quell'edificio stava sconcertando la polizia, e ora veniva chiamata l'FBI. Erano trascorse otto ore dal massacro, e Jenny e Adrian si stavano spostando a nord dello stato. una località sconosciuta. Il sole era appena sorto e l'autostrada era quasi deserta. Con grande sollievo di Adrian, Jenny dormiva profondamente sul sedile reclinato del passeggero, con il cappotto...

290 I più visti

Likes 0

Camion con Becky Capitolo 1

CAPITOLO 1 È iniziato come un giorno normale quando la mia sveglia è suonata e sapevo che dovevo alzarmi e andare se volevo fissare l'appuntamento per la consegna in tempo. Sfregandomi il sonno dagli occhi, ancora sdraiato a letto cercando di svegliarmi, ho afferrato il telefono per controllare le notizie del mattino. Quando ho premuto il pulsante Internet, è apparso il sito porno che stavo guardando la sera prima e un video di una tettona rossa ha attirato la mia attenzione. Perché no, ho pensato tra me e me mentre allungavo la mano nei miei boxer e avvolgevo la mano intorno...

1.1K I più visti

Likes 0

Cioccola mamma

Cioccola mamma. Chook ed io eravamo migliori amici da quando ricordo e le nostre mamme ci trattavano come parte della famiglia, quindi ci sentivamo come a casa l'uno nelle case dell'altro. Avevamo giocato a molti giochi sessuali con le ragazze del posto, ma Chook era ancora vergine e avevo provato a fare sesso due volte ma non ci riuscivo fino in fondo, non sono riuscito a venire perché la mia ragazza era vergine e io l'avevo ferita cercando di romperle l'imene, quindi non abbiamo mai completato l'atto... Immagino che tecnicamente non fossi vergine ma in realtà mi sentivo sicuramente tale. Io...

548 I più visti

Likes 0

Agente di Lilith: Capitolo 13

James giaceva da solo in casa sua, disteso sul divano del soggiorno. Aspettando pazientemente l'arrivo del suo ospite, fissò il soffitto, cercando di distogliere la mente dall'inevitabile faccia a faccia con Ishtar. Una cosa alla volta, si disse. Dopo aver lasciato l'ufficio di Tina qualche ora prima, James era tornato a casa e si era trovato in una casa vuota. Era stato accolto da un biglietto sul frigorifero di David, che a quanto pareva aveva preso Brianna ed era andato al matrimonio di un parente fuori città e non sarebbe tornato per qualche giorno. L'altro compagno di stanza di James, Mark...

638 I più visti

Likes 0

Giorni nel dormitorio-Parte 1

Beh, vivo in un dormitorio universitario, quindi puoi immaginare che vedo, sento parlare e faccio MOLTO sesso. Non sono mai stata una puttana ma apprezzo il corpo maschile. Una delle mie scopate preferite è avvenuta durante il primo mese di college con il mio migliore amico, Mike. Sono amico di lui fin dal primo anno del liceo e la nostra amicizia è una cosa che apprezzo molto. Sono venuto al nord (nella California settentrionale dalla California meridionale) per andare a scuola nell'agosto dello scorso anno. Ero piuttosto sola nel mio dormitorio dato che non avevo un compagno di stanza, così ho...

448 I più visti

Likes 0

Morgan L.

Morgan L Morgan era seduta nella sua cucina adesso per la prima volta e cominciò ad avere dei dubbi, mio ​​Dio, pensava che avessi appena passato la notte a scopare due amici di mio figlio. Mi sono divertito da morire, ma i ragazzi parlano che non vorrei che Terry lo scoprisse. Vorrei rivederli, ma potrebbe diventare difficile quando Terry è a casa. Il suo telefono squillò e un pezzo grosso si avvicinò e lei rispose immediatamente, quello che Morgan non sapeva era che i suoi due nuovi amici del sesso stavano organizzando una gangbang con lei per sabato sera. Sabato mattina...

320 I più visti

Likes 0

Benvenuto in Famiglia_(0)

Benvenuto in famiglia Mia moglie, Sarah ed io ci eravamo appena sposati, siamo andati in Tailandia per la nostra luna di miele, quella è stata un'avventura in sé, ma questa è un'altra storia per un'altra volta. Comunque, eravamo appena tornati in campagna qualche giorno prima e siamo andati a trovare i suoi genitori. Mia moglie è sempre stata molto vicina alla sua famiglia, tipo, ridicolmente vicina, ho sempre attribuito il fatto al fatto che io non ero così vicino alla mia famiglia. Mi sorprendeva quando stavamo dai suoi genitori e Sarah usciva con la famiglia in pigiama che generalmente consisteva in...

372 I più visti

Likes 1

L'inizio di una storia d'amore

È la mia prima storia, tutti i feedback sono molto apprezzati Contesto: è ambientato in una scuola privata e parla di un ragazzo di 14 anni che è gay ma non ne ha parlato a nessuno. Finora Era una mattina come tutte le altre, gli uccelli cinguettavano, il sole faceva capolino oltre gli alberi splendendo nella mia stanza. Mi sono alzato velocemente dopo che la mia sveglia ha suonato, spogliandomi velocemente per indossare la mia uniforme. Una camicia blu notte con sotto una maglietta bianca, non è proprio necessario indossare la cravatta ma decido di allacciarla perché no. Cambio i boxer...

291 I più visti

Likes 0

Papavero Capitolo 2

La mattina dopo si svegliò con il canto degli uccelli e il sole che entrava dalla finestra. Mentre si stiracchiava sotto il pesante piumone, si ricordò che aveva dormito nuda. Normalmente non sarebbe stato un grosso problema, ma almeno avrebbe insistito per le mutandine. Ora sorrideva tra sé e sé al pensiero di dormire completamente nuda, consolandosi nel sapere che a Lui piaceva così. Si sarebbe divertita a compiacerlo. Si alzò dal letto, si stirò ancora un po', poi attraversò il tappeto riscaldato dal sole fino al bagno. Cominciò a prepararsi per Lui con una doccia, avendo cura di strofinare bene...

246 I più visti

Likes 0

Confessione a papà_(2)

Ho qualcosa da dirti papà, ma non posso semplicemente dirlo, devo dirti altre cose con esso, ok? Ma ci arriverò, lo prometto. La casa era tranquilla. Eri al lavoro da diverse ore e io avevo già finito le mie faccende. La nostra camera era pulita, i piatti riposti, il bucato piegato... e mi annoiavo. Ero sdraiato sul divano pensando a te ed ero così eccitato che, anche se so che non mi è permesso, ho iniziato a toccarmi. Volevo il cazzo di papà ma non saresti a casa per ore! Ho iniziato lentamente, strofinandomi il clitoride con una mano e prendendomi...

3.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.