Il re demone

329Report
Il re demone

Elaina si svegliò sulla schiena dolorante e stanca. Era stata portata via da casa sua per quale motivo non lo sapeva. La guardia del re l'aveva gettata in una gabbia e l'aveva scagliata nel bosco. Il bosco dimenticato è un posto in cui non avventurarsi mai. Si diceva che i demoni e il grande male abitassero lì. Il duro legno della gabbia del carro era ruvido contro il suo corpo seminudo. Le avevano preso i vestiti e gli avevano lasciato le mutande. Semplici capi bianchi di cotone, la sua famiglia non poteva permettersi abiti più raffinati. Si tirò a sedere e chiamò la guardia fuori dalla gabbia. Dove mi stai portando, la sua voce era cavallo dal pianto. La guardia guardava dritto davanti a sé; devi essere dato in dono a Lucien per assicurarti che un giorno combatterà per il nostro paese. Cosa intendi? Chi è Luciano? La guardia smette di muoversi, l'avevano portata sull'orlo di una caverna. Rune scure si sono sparse sull'ingresso. Non si udiva alcun suono, nemmeno i cavalli si muovevano, erano terrorizzati. Un uomo apparve lì in mezzo muovendosi come fumo attraverso la terra. Toccò la gabbia con lunghe dita pallide. Era bellissimo, più di qualsiasi altro uomo avesse mai visto. Me ne porti uno così giovane che la sua voce ha fatto trasalire le guardie. Il mio oscuro signore Lucien, lei è capace e disponibile ti seguirà. Lucien chiuse la mano sulle sbarre della gabbia e con un solo movimento le strappò via dal carro facendole volare via. Elaina fece per scappare ma lui l'afferrò per la gola tirandola a sé. La baciò profondamente facendole scorrere il dito sullo stomaco fino alla schiena. Si sciolse tra le sue braccia incapace di resistere a questo demone e al suo primo bacio. Si fermò sul livido che la guardia le aveva lasciato sulla schiena. Lucien la lasciò andare e lei cadde incapace di sostenersi, il desiderio la percorse facendole bagnare le mutandine. Chi ha toccato la mia sposa, la sua voce era d'acciaio. Rispose una delle guardie più giovani. Mi stava resistendo, mio ​​signore, non avevo altra scelta che costringerla. Lucien sorrise ma non migliorò i suoi lineamenti, li incupì. Avanzò più velocemente di quanto l'occhio potesse vedere affondando la mano nel petto dell'uomo. Ha lasciato cadere la guardia morta. Lasciami, io e mia moglie abbiamo bisogno di tempo da soli. Prese Elaina e la portò a casa sua. Una stanza principale si divideva in tre diverse aree. La portò lungo il passaggio sud fino a una sorgente sotterranea. Nell'acqua le sue mutande si strinsero attorno alla sua vagina glabra e alle piccole tette. Aveva orzo sepolto i suoi ragazzi ed eccola qui con un demone in mutande. Prima che potesse protestare, si strappò la biancheria intima tirandola contro il suo corpo nudo. Le baciò il collo e le labbra con feroce passione. Gemette mentre nuove sensazioni inondavano il suo corpo. Anche se avesse voluto combattere, non avrebbe potuto, quindi gli ha permesso di usarla come voleva. La sua mano toccò la figa inviandole scosse attraverso il corpo. Si strappò i pantaloni spingendola contro il muro di fondo. Si avvicinò al suo orecchio, sai perché ho bisogno di te. Lei scosse la testa. Tu porterai e farai nascere mio figlio. Se questo non ti uccide, ti lascerò andare. Il suo pene inclinato verso l'alto era lungo un piede intero a tutto albero. Lei gemette quando il suo cazzo le toccò le labbra che erano ancora piegate a causa della sua età. Solo un piccolo ingresso liscio, rosa come una rosa e inutilizzato. La tredicenne, muovendo i fianchi, voleva di più, aveva bisogno di più. Lui fece un bel sorriso e ci immerse la punta. Lei urlò allargando le gambe il più possibile. Ha fatto ben poco ha costretto il suo enorme cazzo su altri quattro pollici. Le sue labbra si aprirono permettendo al cazzo di altri 2 pollici. Le sue gambe erano costrette nelle spaccature. Shelf si aggrappò a lui per sostenersi mentre le lacrime le scendevano dagli occhi. il sangue colava lungo i lati del suo cazzo. Ha sussurrato che mi dispiace e ha spinto mettendole dentro 8 pollici, le ha trafitto la figa rompendole l'imene. Lei svenne tra le sue braccia, il suo cazzo ancora sepolto otto pollici in lei. Ha tirato fuori versando sangue e fluidi corporei. La ripulì nell'acqua e la portò a letto. La prima parte è stata fatta. La sua figa era un buco aperto. Ha dormito per il resto della notte. Elaine si svegliò vedendo il demone sul letto che la osservava. La sua fica soffriva urlando. si chinò e si sentì. Le sue labbra erano aperte e bagnate, ma non erano così aperte come ieri sera. Le porse un vassoio di cibo. Mangia avrai bisogno della tua forza, la guardò mangiare ma non la toccò lui stesso. Che cosa siete? Io sono dei figli di Dio, L'eroe è di un tempo. Menzionato brevemente nell'Antico Testamento e dimenticato, mezzo angelo, mezzo uomo. Le toccò i capelli, i colori rossi risaltarono sulla sua pelle pallida. Sedeva lì nuda e veniva toccata da un angelo, è stato ironico ma sorprendente. Sei in grado di continuare? Sembrava preoccupata ma diede la sua approvazione. La baciò facendo scivolare la mano lungo il suo stomaco e fino alla sua vagina massaggiandole la clitoride. Lei sobbalzò quando le sue dita lo accarezzarono e cominciò a gemere. Intinse il dito dentro lei urlò di piacere. Un'onda calda si diffuse dal suo dito nella sua figa. Presto ebbe ondate su ondate di piacere orgasmico. La ritenne pronta e si distese su di lei. Lei si alzò baciandogli le labbra. Appoggiò la punta contro la sua apertura bagnata. Le mise una mano nella parte bassa della schiena spingendola su di lui. Il suo cazzo entra tre pollici nella sua cavità vaginale. Gemette mentre il duro albero la massaggiava, entrava e usciva andando lentamente più in profondità. Sentì qualcosa arrivare e inarcò la schiena mentre veniva da lei un enorme orgasmo. Spinse più a fondo, questa volta il dolore e il piacere la incontrarono. Aveva otto anni ma continuava a penetrarla. Oww, fa molto male per favore fermati, implorò mentre le lacrime le rigavano il viso. La ignorò spingendo più del suo cazzo mostruoso nella sua figa adolescente stretta. Era contro la sua cervice, costringendola ad aprirsi con la sua forza disumana. Il suo stomaco si gonfiò, potevi vedere la punta del suo cazzo, un rigonfiamento nel suo stomaco. Ha urlato di dolore quando il suo cazzo è entrato nel suo grembo. Sembrava scioccata e svenne per alcuni secondi. Ha continuato a martellare la sua figa rosa calva. Sentì il suo cazzo contrarsi e rilasciare una grossa quantità di sperma nel suo grembo. Tirò fuori la sua cervice chiusa sigillando il suo sperma caldo all'interno. Rimase caldo dentro di lei riscaldandola. L'ha fatta sdraiare, era troppo stanca per muoversi. Andò al comò e tirò fuori biancheria intima rossa, reggiseno e un vestito cremisi. Li indosserai stasera. Se ne fosse andato, ci sarebbe voluto un po' prima che lei potesse muoversi. Si mise una mano sullo stomaco gonfio, si stava prendendo cura del bambino su un angelo? Lo sperma fuoriuscì da lei mentre contemplava cosa sarebbe successo ora.

Quella notte arrivò Lucien, era vestito di nero con una lama al fianco. Elaine lo raggiunse mentre lui la conduceva fuori dalla casa di montagna. Camminarono tra gli alberi, di notte era piuttosto bello, e accanto a lui cosa poteva ferirla. Rimase in silenzio mentre camminava, contemplando qualcosa che il suo volto sembrava pietra. La coppia è arrivata al cerchio di pietre circondato da alberi. C'era una nebbia nera vicino al centro che circondava una figura ammantata. Lucien, era ora di questo argano per l'impregnazione. Sì, mio ​​signore, è stata portata ieri. La sua faccia era illeggibile; lo fissò cercando di capire cosa stesse succedendo. Vieni avanti ragazza, fu sollevata dalla sua impresa dalla magia e volò verso di lei, urlò e rise forte e crudele. La creatura le strappò il vestito lasciandola in mutande rosse. Fece oscillare la mano e lei volò sopra un pozzo buio al centro del ring. Preparare il divertimento inizia, ha ridacchiato follemente ed Elaina ha urlato incapace di fare nulla. Un tentacolo scuro si sollevò dal liquido nero, muovendosi verso la ragazza. Ha urlato calciando fuori. Altri quattro si alzarono e le impedirono di muoversi. Il tentacolo si alzò spingendo intorno alle sue mutandine entrando nel suo corpo. Si muoveva veloce, aveva le dimensioni di quello di Lucien senza alcuna fine in lunghezza. Urlò mentre il sangue e il fluido uscivano dal suo corpo e il tentacolo si riversava nella fossa. Si è mosso più in profondità dentro di lei provocandole un dolore enorme. sarebbe stata fatta a pezzi. Si è fatto strada attraverso il canale vaginale e si è schiantato contro la sua cervice. Nessuna quantità di accattonaggio l'ha fermato. Ha sfondato entrando nel suo grembo. Galleggiava lì, le gambe forzate in due e un tentacolo nel suo grembo. Un grumo delle dimensioni di una base sferica sorse attraverso il tentacolo dentro di lei. Raggiunse la sua figa allungando il buco già teso a stretto. Ha urlato come una banshee, mentre si faceva strada attraverso di lei e finiva nel suo grembo. Sentì in lasciare il tentacolo. Era caldo e sembrava sperma caldo ma non diventava mai freddo. Il tentacolo lasciò il suo corpo ma i quattro la trattennero lì. Si sentiva gonfia e con suo orrore il suo stomaco cominciò a muoversi. Presto sembrò essere incinta di sei mesi. Nel giro di un'ora aveva nove mesi ed era pronta a partorire. La fronte rossa era stretta contro i suoi grossi seni gravidi. Il dolore le straziava il corpo. La cosa dentro stava venendo fuori. La sua scivolare giù, ha spinto e pianto. Lentamente uscendo, e dopo 40 atroci minuti finalmente si è liberato. È caduto anche lui nella fossa. Il suo stomaco è tornato alla normalità ma la sua figa sanguinava. I tentacoli si lasciarono andare e lei tornò dal mago malvagio. Lascia che ti pensi per i tuoi lavori forzati, sogghignò. La girò in modo che il suo ano fosse rivolto verso di lui, le immerse il cazzo nel culo rompendo il sigillo e facendola piangere dal dolore. Ben presto il dolore svanì e il suo cazzo le trasmise piacere. le ha battuto il culo stretto e ha rilasciato un carico in lei ma. Raggiunse l'orgasmo mentre il liquido caldo usciva dal suo ano. La riportò a Lucien. Il suo lavoro è finito, portala a casa e usala finché durerà.

Storie simili

Figlia dei vicini: Sporco segreto

È successo quando avevo 16 anni un giorno d'estate. La scuola era finita e cominciavano le vacanze. Vivo alla fine della casa in stile cottage dove i nostri vicini sono dall'altra parte del muro. Nella porta accanto vive la mia amica Eve, ha la mia età, capelli biondi e corpo da urlo. Quanto a me, sono proprio come lei, solo che ho i capelli scuri. Pochi giorni fa ho notato una cosa interessante ... il telefono ha squillato a casa di Eves e dopo pochi minuti lei è spento da qualche parte. l'ultimo giorno lo stesso. Quindi ho deciso di rintracciarla...

1.7K I più visti

Likes 0

Signora Baker

Il sole dell'Oklahoma voleva bruciarci, pensavo, mentre guidavo in garage per scaricare l'attrezzatura da giardino. Falciare i prati per soldi extra di solito non è male a meno che le temperature non rimangano sopra i cento gradi per diversi giorni. Questo era il caso nel 1980. Mi ero appena laureato e stavo per entrare a far parte della forza lavoro come insegnante di economia ad Ardmore. Tuttavia, alcuni dei miei vecchi clienti del prato avevano chiamato e avevano bisogno di fare i loro cortili, quindi ho ceduto ad aiutarli per il resto dell'estate. Ho pensato che nelle prossime due settimane il...

752 I più visti

Likes 0

Il negozio d'angolo seconda parte

La prima parte è qui: sexstories.com/story/82788/ Controllò l'orologio, sarebbe arrivata presto. Era circa una settimana dopo, ero nel suo negozio, la mamma mi aveva mandato a prendere il cibo di cui avevamo bisogno per il fine settimana. Dopo aver chiamato tutto nella cassa e aver messo tutti gli oggetti in tre grandi sacchetti di plastica. Lui mi disse: Mi devi ancora un sacco di soldi, dovrai andare nella stanza sul retro oggi Scioccato, balbettai. No. Per favore, signor Hassan, non voglio farlo Mi afferra il braccio, dicendomi; Non hai altra scelta ragazza, pensi che tutto il cibo e i soldi siano...

1.5K I più visti

Likes 0

Era una stronzata, pensavo

Il sabato pomeriggio andavo al cinema con alcuni amici. C'era una ragazza che mi piaceva e ho provato a sedermi accanto a lei se potevo. Un pomeriggio ho provato a tenerle la mano e lei me l'ha lasciato per un po' che l'hanno tirata via. Dopo il cinema siamo andati tutti al bar del latte e ancora una volta ho provato ad avvicinarmi a lei. Le ho parlato e sembrava che le piacessi e le ho chiesto perché ha allontanato la mano. Ha detto che stava iniziando a piacerle, ma non voleva essere coinvolta in quel modo perché eravamo tutti buoni...

39 I più visti

Likes 0

Jaded Parte 1- Riva dell'acqua

Tutto quello a cui riuscivo a pensare era quanto faceva caldo oggi e quanto faceva freddo ieri; i forti venti che avevano soffiato la mia borsa Walmart attraverso il parcheggio mentre i miei amici avevano ridacchiato al mio inseguimento si erano trasformati in intensi raggi che picchiavano sul mio corpo di sedicenne. Sarò onesto, era un corpo che la maggior parte dei miei amici, anche i più grandi, invidiavano ed era in parte a causa del mio corpo che le ragazze più grandi uscivano comunque con me. Il mio viso innocente e i lunghi capelli biondi si sono complimentati con il...

1.5K I più visti

Likes 0

Ufficiale superiore

Ensign, è meglio che ci sia un'ottima ragione per essere qui Il guardiamarina Philips non aveva una buona ragione per essere nella sala degli ufficiali, sentiva il cuore crollare sui suoi stivali da combattimento Girati quando ti parlo Guardiamarina Il guardiamarina Philips si voltò lentamente, con le spalle leggermente cascanti per la sconfitta, quando vide chi lo affrontava, dimenticò completamente le vere ragioni per essere qui, infatti praticamente si dimenticò di tutto Allora Guardiamarina, che diavolo ci fai qui nella Sala Ufficiali? Il capitano Jean Harigan, l'unica donna ufficiale sulla nave e non solo è l'unica donna ufficiale sulla nave, è...

983 I più visti

Likes 0

Asmodeus - Demon of Lust: Parte 8

A/N – Miei cari lettori! Grazie a tutti coloro che sono rimasti accanto a me e a questa storia per così tanto tempo. Mi scuso sinceramente per l'attesa tra questo capitolo e il precedente; Ho davvero scritto ogni volta che ho potuto. Dubito che ogni singolo capitolo varrebbe un anno intero di attesa, ma come per tutto ciò che scrivo ho riversato la mia anima nella parte 8 e spero sinceramente che ti piaccia leggerla. Come sempre, PER FAVORE, vota, commenta e inviami un'e-mail! Mi piace sentirvi ragazzi e risponderò a ogni e-mail. Buon Anno! Saluti, Steelkat Parte 8 Passeggiamo per...

801 I più visti

Likes 0

Tim, l'adolescente parte XV

Nota: ——NON sono l'autore! Ci sono diversi autori in realtà, non sono così sicuro che qualcuno di loro sia il creatore, ma so che non sono io. Sto semplicemente condividendo questa bella storia con tutti voi perché non l'ho vista qui. Ora in origine dovevano essere tutte 9 parti, ma... Qualcuno ha detto che la prima era troppo lunga, quindi ho deciso di dividerle tutte in post più piccoli. Ho pensato di provare un aspetto e una struttura della frase diversi per questo capitolo, per favore fatemi sapere come vi piace. BUON APPETITO--- Tim, l'adolescente parte quindici di: Rass Senip +++...

1.6K I più visti

Likes 2

Lascia che una Playa giochi

Lascia che A Playa Play Storia di Charles che usa il suo bell'aspetto e il suo fascino per scopare tutte le donne che vuole. Oooohh cazzo, mmmmm. geme con una gamba sulla mia spalla, mutandine nere con rifiniture rosa che pendono dal suo piede mentre attacco vigorosamente la sua figa con la mia lingua. Essendo questo il suo ultimo giorno di lavoro, ho pensato di mandarla via con un regalo d'addio. Più simile a questo è ciò che ti mancherà presente. Mentre si morde il labbro, mi afferra la nuca e mi preme il viso nella sua figa bagnata. Non sai...

1.5K I più visti

Likes 0

Un po' di magia nera Capitolo 1

Capitolo 1 Questa è la mia storia... No. Questa è la mia confessione. Non sono sicuro che quello che ho fatto sia stato un crimine, ma è stato sicuramente contro natura. Il mio ultimo anno al college e in effetti le ultime settimane fino a quando non sarei stato cerimoniosamente inserito nel mondo del lavoro. Mi trovavo nel bagno che accompagnava la mia camera da letto esplorando il mio corpo allo specchio. Le lenti spesse dei miei occhiali mi facevano sgranare gli occhi sotto il disordine ondulato dei capelli neri. La mia pelle era pallida per aver passato giorni nelle biblioteche...

1.8K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.