Ama l'onore e obbedisci

145Report
Ama l'onore e obbedisci

Il giorno in cui ho incontrato questa bellezza perfetta dovevo averla. Tinya e io ci siamo frequentati per diverse settimane prima ancora di provare a fare sesso con lei. Non volevo rischiare di farla arrabbiare. Ho avuto la notte in cui ho deciso di fare tutto il possibile per la mia mossa. Il ristorante era molto costoso. Ottimo cibo e vino. Atmosfera meravigliosa. Era in ritardo nell'incontrarmi, ma quando è arrivata mi sono completamente dimenticato del suo ritardo. Le sue lunghe gambe da ballerina erano evidenziate da tacchi da 5 pollici. Questo la rendeva alta quasi quanto me. La sua gonna a pieghe era quasi otto pollici sopra le sue ginocchia. La sua camicetta di raso abbracciava i suoi bei seni. I capezzoli potevano essere visti chiaramente. Il suo reggiseno trasparente esponeva tutto all'occhio attento. Doveva essere di taglia trentotto C o forse D. Senza dubbio aveva avuto quell'aspetto dai tempi del liceo. Adesso aveva solo vent'anni. I suoi capelli erano sciolti questa sera ma sarebbero caduti in mezzo alla schiena con riflessi dorati che li facevano brillare anche alla luce della sera. Potevo vedere le sue labbra rosso rubino che mi mandavano un bacio mentre attraversava la stanza per salutarmi. " Mi dispiace sono in ritardo. Un amico ha chiamato e mi ha tenuto troppo a lungo. Spero di sembrare a posto". Che eufemismo! Penso di aver deciso di sposarla in quel momento.

La cena andava bene. Abbiamo finito la bottiglia di vino e ne abbiamo bevuta un'altra. Rideva, amichevole e invitante. Ho fatto in modo di toccarla quando possibile. Sempre nervosa all'idea che potesse obiettare alle mie mosse aggressive. Non avevo motivo di preoccuparmi. La maggior parte dei ragazzi si è trasferita troppo presto con una gemma come questa e ha sprecato la possibilità di avvicinarsi a lei. Non me. Ho pianificato ogni mossa. Il momento è arrivato e ho colto l'occasione. "Ti piacerebbe tornare a casa con me e farti un berretto da notte?" Che linea sdolcinata! “Certo” ha risposto. Che fortuna! Tornata a casa mia, sembrava molto desiderosa di compiacere. Mi sono avvicinato a lei sul divano e le ho dato un bacio "amichevole". Sapevo di potermi ritirare rapidamente, se necessario. Aprì la bocca e prese la mia lingua a metà della sua gola. Le feci scivolare la mano sul seno coperto. Sembrava non accorgersene nemmeno. Mentre stringevo più forte, lei inarcò la schiena come per darmi un maggiore accesso. Mi sono sentito audace. Proprio quando tutto sembrava a posto, mi ha fermato con "Posso usare il tuo bagno?" "Certo, è nella camera da letto a destra." Dannazione! Perché doveva succedere adesso? Mi sono calmato. È stata via un bel po'. Era malata? Pensava che fossi un pervertito? Perché dovrebbe pensarlo? Non avevo fatto niente in realtà. Poi quando tutto sembrava perduto. I miei sogni si sono avverati. È uscita dal bagno con i capelli sciolti. Era completamente nuda. Che visione. “Mi hai portato fuori per settimane, Baby. Penso che ti piaccio. So che mi piaci. Spero che tu mi voglia”. lei sussurrò. Sono quasi caduto. Quasi. Mantenendo la calma come meglio potevo, mi trasferii in camera da letto e prendendola per mano la condussi al mio letto. Il resto della notte è chiuso nella mia memoria fino alla morte. L'ho baciata. Ho iniziato a lavorare fino ai suoi capezzoli. Proprio mentre li mordevo leggermente, mi fece rotolare sulla schiena e si mosse rapidamente verso il mio cazzo. Senza esitazione mi è caduta addosso. Colpi lunghi, profondi e potenti con la bocca. Gemiti bassi e respiro pesante provenivano da lei mentre lavorava sul mio cazzo. Sembra quasi non prestare attenzione a me come uomo. Come il suo amante. Era determinata a compiacere la mia virilità. " Mi farai venire alla svelta!" dissi in preda al panico. Ha rallentato per un secondo “ Possiamo riposarci dopo che hai sborrato e ricominciare. Abbiamo tutta la notte". ha detto con il mio cazzo ancora a metà in bocca. Questa bellezza potente di quasi un metro e ottanta è tornata a lavorare con ancora più forza. Che diavolo. Pochi minuti dopo sono venuto così forte che quasi mi faceva male. Non riuscivo a fermare un forte pianto mentre il più grande carico di sperma che avessi mai sparato le riempiva la bocca e le scendeva a cascata in gola. Eppure faceva schifo. Purificandomi completamente. Si girò sulla schiena quando vidi gocce luccicanti di sudore gocciolare lungo la parte inferiore dei suoi grandi seni. Devono essere taglia D, ho indovinato. Il suo respiro divenne più regolare. "Ti piace il modo in cui succhio il cazzo?" ha chiesto. Ho pensato che fosse uscito un po 'grezzo, ma ero così in soggezione nei suoi confronti che ho prestato un po' più di attenzione al modo in cui me lo chiedeva. “Mi piace tutto di te” risposi. “Puoi fottermi il culo dopo, se vuoi. Non devi chiedere. Puoi farlo solo se l'umore ti colpisce. " ha detto quasi un dato di fatto. Stavo cominciando a farmi l'idea che questa ragazza fosse stata in giro più di quanto avessi sospettato all'inizio. Ovviamente i ragazzi probabilmente l'avevano inseguita da quando aveva colpito la sua adolescenza. Questa conversazione e il suo corpo mi hanno fatto eccitare da morire e sono stato tra le sue gambe in pochissimo tempo. Non ero neanche lontanamente gentile come avevo programmato di essere. Il mio angolo sembrava avere un piccolo diavolo in lei. Il mio cazzo duro come una roccia ha trovato la sua figa bagnata e l'ha spinta dentro il più forte possibile. Lei gemette un po' e iniziò a spingermi di nuovo dentro con la stessa forza che la stavo picchiando. “Fottimi tesoro! Feriscimi! Fanculo la mia fica bollente! lei ha urlato. “Per favore, fottimi! Oh tesoro! Fanculo questa cagna! Rendi la mia figa cruda! Farò qualsiasi cosa. Fottimi e basta!” lei pianse. Questo è andato avanti per due ore. Il suo linguaggio sgradevole e il suo corpo caldo mi hanno spinto ad andare avanti. Ero un pazzo. L'ho girata e l'ho scopata a pecorina. C'era il suo piccolo buco del culo stretto. Ho tirato fuori la sua figa bagnata e ho spinto tutto il mio albero nel suo culo caldo. " Oh si baby! Batti quel culo! Rendimi la tua troia! Fottimi il culo. Scopami più forte. Fottimi. Fottimi. Fottimi! Sborra in quel culo stretto Baby e fammi succhiare per bene! Le mie orecchie non potevano credere a quello che stavano ascoltando. Ero un animale. Il vino, le sue parole e la mia lussuria mi hanno spinto a usarla come una comune puttana di strada.

A un certo punto durante la notte o la mattina presto, ci siamo entrambi addormentati. Ho sentito la sua bocca sul mio cazzo mentre il sole stava sorgendo. Potrebbe gola profonda così come qualsiasi troia della strada. Sembrava che le piacesse. No, sembrava amarla. Il mio terzo carico della notte è andato nella sua pancia. Sorrise e si raggomitolò accanto a me. "Hai progetti oggi?" lei chiese. “Niente di speciale” ho risposto. Questa era la verità. Non avevo pensato oltre a fare l'amore con lei la scorsa notte. "Bene. Possiamo passare tutto il giorno a scopare!” lei rise. Ci siamo alzati e ci siamo fatti una doccia insieme. Proprio come nei film. Sembrava che avesse sempre le mani sul mio inguine. Dopo un po' di caffè e pane tostato, tornò a letto. “Sculacciami piccola! Mi fai diventare rosso il culo! Sono la tua cagna, la tua troia, la tua puttana! Fanculo la mia fica bollente! lei andò avanti e avanti. Presto ho capito che si stava eccitando con questo tipo di discorsi. “Fottimi puttana sporca! Ti scoperò finché non potrai muoverti! Fottimi puttana! Ho urlato. " Farò qualsiasi cosa! Scopami più forte! Scopami come una puttana da quattro soldi! lei ha urlato. Questo è andato avanti tutta la mattina. Alla fine sono venuto per la quarta volta e ho dovuto prendermi una pausa. Subito dopo un pranzo veloce, mi ha dato un look sexy. Non potevo diventare duro anche con la sua bocca di talento che faceva del suo meglio. "Ti dispiace se aiuto me stesso?" lei sussurrò. Prima che potessi dare una risposta, ha frugato nella borsetta ed è uscita con un minuscolo vibratore. Presto iniziò a lavorare sul suo clitoride con una ruvidità che mi sorprese. "Puoi schiaffeggiarmi il culo, se vuoi." ha implorato. Le ho pizzicato i capezzoli, le ho schiaffeggiato il culo e l'ho chiamata con ogni nome sgradevole a cui potevo pensare. Lei è venuta. È venuta di nuovo. Alla fine si addormentò fino al tardo pomeriggio.

L'ho inculata quella notte. Ho tirato fuori il suo culo e speronato il mio cazzo coperto di culo in gola. Lei ha preso tutto. Abbiamo scopato tutta la notte. Abbiamo scopato tutta la settimana dopo il lavoro. Abbiamo scopato tutto il mese. Si è trasferita da me. Non ha mai rifiutato una volta di farmi un pompino prima del lavoro. Ci siamo incontrati a pranzo alcuni giorni. L'ho scopata con le dita sotto il tavolo al ristorante. Ha smesso di indossare le mutandine in modo che potessi arrivare alla sua figa con facilità. Tre mesi dopo ero pronta a chiederle di sposarmi. Ho prenotato nello stesso ristorante dove abbiamo iniziato la nostra torrida relazione. Come la prima notte, era in ritardo! L'ho lasciato andare una volta arrivata. Sembrava perfetta. “Ti amo Tinya. Penso di averti amato da quando ci siamo incontrati. Voglio che trascorri il resto della tua vita come mia moglie. In quel momento mostrai l'anello che mi costava tre mesi di paga. Le presi la mano. Le vennero le lacrime agli occhi. Mi sono venute le lacrime agli occhi. “Sì, ti sposerò Baby. Ti voglio bene. Ti voglio bene. Ti amo!" singhiozzò. Tutto andava bene con il mondo. Tocchiamo a malapena il nostro cibo. Abbiamo bevuto vino. Abbiamo riso. Abbiamo iniziato a fare progetti per un matrimonio. Per il matrimonio di sempre.

Poi il suo cellulare squillò. Non una chiamata. Un messaggio di testo. Lo raccolse senza pensarci. Diede un'occhiata al messaggio. Ho dato un'occhiata al messaggio che stava interrompendo il nostro momento perfetto. Ho visto una parola. POMPINO!! Ho preso il suo telefono prima che potesse nasconderlo. “Grazie per il pompino Tinya. Arrivederci alla prossima. Bob.” Che cazzo era questo?! Perché mai la mia sposa dovrebbe ricevere un messaggio del genere? Sono diventato insensibile. Mi sono seduto lì a fissare il messaggio. La vita faceva schifo. " Pensavo mi amassi." alla fine ho detto. "So che ti amo e voglio passare il resto della mia vita con te", ho aggiunto. “Ti amo piccola. Lo giuro. Ti voglio sposare. Ti amo!" stava davvero piangendo adesso. "Allora di che cazzo parla questo messaggio?" Ho chiesto. "Andiamo da qualche altra parte e ti confesso tutto", esclamò. Mentre guidavamo, iniziò la sua storia. “Da quando ero un adolescente, mi sono piaciuti i ragazzi. Man mano che il mio corpo si incurvava, i ragazzi cominciavano a piacermi. Quando mi dicevano di fare qualcosa, non potevo dire di no. Mi sono sentito eccitato. Come quella volta che tre dei ragazzi della squadra di football si sono offerti di darmi un passaggio a casa. Sono stato lusingato. Hanno tirato giù un vicolo prima che arrivassimo a metà strada e ci siamo fermati. "Vogliamo vedere le tue tette Tinya". Non mi è mai venuto in mente di resistergli. Mi sono appena tolto il top e ho sganciato il reggiseno. Ho imparato presto che una volta che ti arrendi ai ragazzi, loro vogliono sempre di più. "Ora vogliamo vedere la tua figa Tinya" balbettò uno dei ragazzi. Probabilmente non avrebbe mai pensato che li avrei mostrati, ma l'ho fatto. Ho aperto la cerniera della mia maglietta e mi sono abbassato le mutandine. Mi hanno studiato a lungo. 'Vogliamo che pomiciate con noi sul sedile posteriore per quindici minuti ciascuno.' Mi sono arrampicato sul sedile posteriore e mi sono sdraiato sulla schiena. Il primo mi ha sentito alzare, allungare la mano e toccare la mia figa vergine. Mi ha fatto un po' male ma mi sono emozionato. Il successivo ha fatto più o meno lo stesso, ma il terzo mi ha baciato dappertutto e poi mi ha detto di mettermi in ginocchio. 'Apri la bocca Tinya'. Mi ha messo il suo cazzo in gola così velocemente che ho soffocato. "Succhiami Tanya" ordinò. Ho fatto schifo. Non sapevo cosa stessi facendo ma mi è venuto in bocca in circa tre minuti. Il suo sperma era nella mia bocca, quindi l'ho ingoiato. 'Ora succhia i miei amici Tinya' comandò. Mi hanno preso di corsa con totale lussuria nei loro occhi. Li ho succhiati entrambi. Li ho ingoiati entrambi. Mi hanno dato un passaggio a casa per il resto dell'anno. Sapevo che ogni volta ci sarebbe stata una sosta nel vicolo. Un giorno la stella della squadra si è presentata in macchina con gli altri tre giocatori. Era alto e nero come la notte. Quando siamo arrivati ​​nel vicolo, mi ero tolto il top e mi stavo togliendo le mutandine quando il giocatore di colore ha detto "Tinya, gli altri ragazzi vogliono che gli mostri come scopare una cagna come te". Avevo paura ma mi eccitavo. Mi piaceva pomiciare con questi ragazzi. Tutte le ragazze volevano stare con un membro di una squadra di football. Gli ho chiesto cosa voleva che facessi. "Per prima cosa voglio che tu dica che sei una cagna arrapata" "Sono una cagna arrapata" ho ripetuto. Il lavoro di una cagna arrapata è succhiare il cazzo del suo uomo finché non diventa duro. Poi ti sdrai sulla schiena e lui metterà il suo cazzo duro nella tua figa bagnata. Capisci?’ ‘Sì’ gli dissi. ‘Gli chiedi se puoi succhiargli il cazzo e poi vai a lavorare’ ordinò. L'ho guardato. 'Posso succhiarti il ​​cazzo?' Poi l'ho succhiato fino a quando non è diventato duro. Era grande. Mi ha soffocato un paio di volte, ma l'ho preso bene e duro. Non ha perso tempo a scivolare nella mia figa vergine mentre mi rilassavo e allargavo le gambe. Ho sentito dolore. Altre ragazze a scuola mi avevano detto che avrebbe fatto male. Mi sono sentito bagnato. Mi è piaciuto il dolore. Mi piace l'attenzione. La sua lingua era su tutte le mie tette, nella mia bocca, sul mio viso e di nuovo sulle mie tette. Mi ha artigliato la schiena. Mi ha tenuto il culo e mi ha tirato dentro di sé mentre pompava la mia fica. Mi ha schiaffeggiato e mi ha detto di scoparlo. Non sapevo cosa fare. Ho appena iniziato a respingerlo proprio come stava facendo con me. Poi è venuto. "Ora è così che ti scopi una cagna", si vantava. "Date un turno ragazzi", ha aggiunto. Mi hanno preso uno dopo l'altro. Ho chiesto a tutti loro se potevo succhiare i loro cazzi. Mi sono sdraiato sulla schiena e mi sono lasciato scopare. Mi scopavano quasi tutti i giorni fino alla fine della scuola per l'estate. Non so come ho evitato di rimanere incinta.

Durante l'estate andavo alla piscina pubblica come tutti gli altri ragazzi. Indossavo lo stesso bikini con le stringhe che avevo l'anno prima. Avevo compilato molto. Il costume da bagno mi copriva a malapena i capezzoli e ora si vedevano alcuni peli tra le gambe. Ho dovuto usare un rasoio per radermi. Ho appena rasato tutto e da allora. Alcuni dei ragazzi della scuola sono venuti in piscina proprio come me. Devono aver sentito delle voci su di me e sui giocatori di football. Hanno detto delle cose cattive intorno a me. Cose che non direbbero mai in presenza di altre ragazze a scuola. ' Ho sentito che sei bravo con la tua bocca Tinya. Ho sentito che le tue tette sono una vera manciata, Tinya. Hai bisogno di un passaggio a casa Tinya? Sei davvero una puttana arrapata, Tinya?' Merda del genere proveniva da tutti loro. Non mi importava. Cominciavo a perdere le mie corse a casa con i miei giocatori di palla. Di notte giocavo con me stesso finché non mi addormentavo. Alla fine un ragazzo di un anno più grande di me, David, mi ha sentito sott'acqua mentre il bagnino non stava guardando. Gli ho lasciato fare quello che voleva. Mi ha seguito allo snack bar e mi ha chiesto se poteva accompagnarmi a casa. 'Conosco un posto dove possiamo fermarci lungo la strada Tinya' sorrise compiaciuto. Quando arrivammo in un parco con alcuni alberi e un ruscello, mi prese per un braccio e mi condusse in un luogo appartato. «Adesso dovresti dire qualcosa, Tinya.» «Sono una puttana arrapata. Posso succhiarti il ​​cazzo?' Senza risposta, lasciai cadere l'asciugamano dal mio corpo e tirai le stringhe del bikini per spogliarmi per la mia ultima scopata. Mi sono inginocchiato e ho succhiato il suo cazzo vergine. Poi l'ho guidato nella mia figa. Ha subito capito cosa doveva fare. Inoltre, in seguito ho scoperto che aveva visto alcuni dei nastri porno di suo padre. 'Mettiti in ginocchio Tinya. Voglio scoparti come un cane.' La pecorina è diventata una delle mie posizioni preferite con il passare del tempo. Gli ho detto che gli altri mi avevano preso a schiaffi e mi avevano insultato. Gli piaceva tutto questo. 'Ci sono due cose che voglio quest'estate Tinya. Per scoparti tutti i giorni e la mia prima macchina. Ho bisogno di soldi per la macchina'. Non pensai più ai suoi commenti. Un giorno mi disse che altri ci avrebbero incontrato nel bosco del parco. Immaginavo che si fosse vantato e volesse mettermi in mostra. Non mi importava. Mi aveva trattato abbastanza bene per tutta l'estate. Sono rimasto sorpreso quando si sono presentati così tanti ragazzi. Ed erano molto più vecchi del liceo. Avrebbero potuto essere genitori. Mi hanno fatto togliere il bikini e mettere un po' di musica da un boom box. Balla per noi cantavano. Mi piaceva ballare. Ho appena ascoltato il ritmo pesante e ho iniziato a muovermi verso i suoni. Mi sono toccato mentre diventavo più caldo. Prima uno e poi un altro ragazzo mi ha sentito su e ha sondato il mio buco dell'amore. Ho notato che la maggior parte dei ragazzi era in fila davanti a David. Potevo vederli porgergli decine e venti. In poco tempo ebbe un mucchio di soldi. Dopo aver detto qualcosa a David, il primo ragazzo della fila è venuto e mi ha portato per un braccio al torrente. 'Ok cagna, sei stata pagata per ora, cosa ti è stato insegnato a dire?' Pagato?! Che cazzo sta succedendo? Quel bastardo David! Sono stato sfruttato! Avevo appena imparato quell'espressione da un film che sono andato a vedere. David avrebbe lasciato che tutti quegli uomini mi scopassero per soldi. Saranno tutti pazzi da morire se provo a scappare. Mi prenderebbero comunque e forse mi ferirebbero. Il massimo con cui fossi mai stato era quattro in un giorno. Ed erano solo ragazzi. Devono essercene stati quindici o più là dietro e altri sempre in arrivo. "Sto aspettando troia!" imprecò il mio primo cliente. 'Sono una cagna arrapata. Posso succhiarti il ​​cazzo?' Quello fu l'inizio del mio primo vero gang bang. Adesso ero una vera puttana. David aveva venduto il mio corpo. Sembrava che non avessi più voce in capitolo.

Mentre succhiavo il cazzo del primo uomo, sentivo l'odore del liquore. Beveva e fumava. Anche lui non deve aver fatto il bagno ultimamente. Stavo diventando davvero bravo a succhiare il cazzo. Ho imparato che colpi lunghi, profondi e potenti mentre lavoravo la mia lingua avanti e indietro, combinati con una costante aspirazione con le mie guance, rendevano il cazzo felice e duro. Ora potrei farlo per ore senza stancarmi. Una buona cosa. Sarei stato messo alla prova oggi. L'ho succhiato. Ho giocato con le sue palle. gemevo e bevevo. Il suo cazzo era bagnato dal mio sputo. La mia gola si è rilassata e ho abbassato il suo cazzo a testa in giù. Si chinò e mi strinse la tetta. Il suo respiro si fece corto mentre il suo cazzo si allungava. Il suo sperma ha riempito il mio buco di aspirazione senza molto preavviso. ' Figlio di puttana! Mi hai fatto venire troppo in fretta puttana! Tornerò perché il resto dei miei soldi ti vale troia!' era incazzato. Ho avuto poco tempo per preoccuparmene. La mia prossima scopata è arrivata in pochi istanti lungo il sentiero del torrente. Un uomo sulla cinquantina. Almeno credo. «Non importa per la ragazzina che fa i pompini. Piegati sulle mie ginocchia.' ha detto mentre riprendeva fiato per la breve camminata dalla sua macchina. Sono andato oltre il suo ginocchio. Mi ha sculacciato finché il mio culo non è diventato rosso sangue. Ho avuto un livido sulla guancia del culo destro per un paio di giorni. 'Di' a papà che ti dispiace di essere una bambina cattiva! ' chiese. ' Scusa papà? Voglio dire, mi dispiace papà. ho bisogno di una sculacciata! Papà più duro. Per favore, sculacciami più forte papà!' Sono caduto dalle sue ginocchia mentre saltava in piedi e si apriva i pantaloni. Si è chinato e mi ha preso da dietro e ha infilato il suo cazzo nel mio culo vergine. Ero asciutto là dietro, fatta eccezione per un po' di succo di figa che aveva iniziato a fuoriuscire dalla sculacciata. Questo era un nuovo tipo di dolore. Adesso amo il dolore. Devo aver amato il dolore anche allora. Pensavo avesse fatto un errore e mi fosse mancata la mia fica. Non ha commesso un errore del genere. Voleva scopare una ragazzina nel suo culo. Mi ha fottuto bene. Mi ha pompato il culo mentre urlavo. Mi ha pompato il culo mentre le mie urla si sono trasformate in gemiti. Mi ha riempito il culo di sperma caldo e appiccicoso. "Ora pulisci la roba di papà con la tua lingua di sudore." disse con una nuova dolcezza nella voce. L'ho leccato per bene. Non ci ho nemmeno pensato. Il mio culo era in fiamme. Ero contento che fosse finita. Un po' contento. Non riesco proprio a ricordare.

Mentre giacevo a terra con un uomo dopo l'altro sopra di me, ho visto il sole iniziare a tramontare. Avevo sete e caldo. Ero ricoperta di sperma. Un uomo si asciugò il cazzo con la mano e me lo asciugò tra i capelli. Un altro era così eccitato che si è tirato fuori dalla mia bocca e mi ha sparato il suo seme sul collo e sulle tette. Sono stato scopato alla pecorina da alcuni che non volevano vedere quanto succo di uomo mi copriva la faccia, il collo, le tette e la pancia. La mia schiena e il mio culo presto sembravano uguali. David è sceso con una bottiglia di soda e un asciugamano bagnato. 'Un ragazzo ha detto che eri un disastro. Ho portato questi per aiutarti a ripulirti e so che devi avere sete.' ha aggiunto. ‘Come hai potuto farmi questo David!? Ero tuo amico. Ora sono la tua puttana!' Ero rumoroso. ‘Chiudi quella cazzo di bocca Tinya! Ho bisogno dei soldi. E non dirmi che lo odi. Hai scopato metà della squadra di football ogni giorno dopo la scuola!' ha reagito. ‘Non metà della squadra! Solo quattro!' Ho iniziato a urlare. Cominciò a ridere. Mi sono reso conto di come suonava e ho iniziato a ridere. La mia figa e il mio culo erano doloranti e la mia bocca si stava stancando. 'Quanti ne ho fatti?' 'Quattordici finora.' 'Quanti altri ti hanno pagato?' 'Sette?' sembrava imbarazzato. 'OK' ma non di più! Guardami Davide. Non più! Non so cosa dirò alla mia gente.' David sorrise e riprese il sentiero. Si stava facendo davvero tardi quando ho finito l'ultimo ragazzo. Il nono ragazzo a proposito. David era un avido bastardo.

Il giorno dopo il mio povero corpo faceva male dappertutto. Avevo paura che mia madre mi vedesse. Le mie ginocchia erano contuse, così come il mio culo e i gomiti. Ho allargato delicatamente le labbra della mia figa davanti allo specchio. Ero rosso e crudo. Mentirei e direi che sono caduto dalla bici di un'amica se mi avesse beccato. David mi ha chiamato e mi ha chiesto se dovevo andare in piscina oggi. 'Diavolo no!' è stata la mia risposta. "Chiamami tra un paio di giorni", dissi mentre riattaccavo. Mi chiamò il giorno dopo e mi pregò di vedermi. 'No David, non mi fido più di te.' 'Senti Tinya, voglio una macchina. Costa ventitrecento dollari. Mio padre dice di prendere i soldi da solo. Non aiuterà. L'altro ieri ho guadagnato quattrocentosessanta dollari. Se riesco a prenderne altri milleottocento, so che posso prendere la macchina. Devi aiutarmi!' implorò. 'Tuo padre ha detto di prendere i soldi da solo. Quindi trova un lavoro. E perché dovrei aiutarti comunque,' sono diventato più forte mentre parlavo. 'È troppo tardi in estate per trovare un lavoro e la paga per i ragazzi delle superiori è una merda!' Poi la sua voce è diventata molto calma. "Mi aiuterai perché non vuoi che mostri certe tue foto ai tuoi genitori", ha minacciato. ‘Che foto!?’ urlai. ' Oh forse qualcuno da dietro un albero vicino a un certo torrente preso un paio di giorni fa. Potrebbero persino finire su Internet.' Non potevo correre il rischio che stesse bluffando. Potrebbe comunque diffondere voci e io sarei in punizione a vita. Potrei essere buttato fuori dalla scuola.
‘Cosa mi farai fare?’ chiesi conoscendo la risposta. Ora è diventato di nuovo molto amichevole. "Il modo in cui immagino che sia solo altre quattro volte come l'ultima e avrò i soldi", tubò.
' David, non posso farne di nuovo così tanti. Dovresti vedere il mio corpo. Ero una bella ragazza. Ora sono pestato a merda! Per favore, pensa a qualcos'altro. Fammi fare dodici invece di ventitré come l'ultima volta. Lo farò altre otto volte e avrai i tuoi soldi. Per favore David. Ti succhio ogni volta che dici. Sai che ti piace la mia bocca. Sai che un ragazzo mi ha fottuto nel culo l'ultima volta. Ti piacerebbe fottermi nel culo?' Ho contrattato. 'Ti dico una cosa, esco di soppiatto e ti incontro al parco e te lo succhio subito. Abbiamo un accordo?’ ho implorato. ' Affare . Ma è meglio che tu sia pronto tra due giorni per fare i tuoi primi dodici.' e riattaccò. Adesso ero una puttana gang bang. E stavo uscendo di nascosto per succhiare il mio magnaccia. Tuttavia, non potevo fare a meno di sentire un formicolio nella mia figa dolorante. David è stato duro con me al parco. Mi ha fottuto la bocca. Il suo sperma caldo mi è sceso in gola. Mi ha schiaffeggiato e mi ha detto di essere in questo parco in orario dopodomani. Se fossi arrivato in ritardo di cinque minuti, non avrebbe potuto promettere che il numero di clienti paganti sarebbe stato limitato a dodici. Sapevo quanto fosse avido, sarei arrivato in tempo.

Mi sono ritrovato sulla schiena a prendermi un cazzo nella fica o nel culo ogni pochi giorni. Ho cominciato a vedere alcuni degli stessi uomini più e più volte. 'Sculacciami papà. Allora fottimi il culo stretto! 'Ho detto mentre lo stesso ragazzo cinquantenne mi ha schiaffeggiato il culo rosso. Ho imparato qualcosa in fretta. Più velocemente riuscivo a far venire questi ragazzi, più velocemente potevo finire e tornare a casa. Mi è davvero piaciuta tutta l'attenzione. La mia figa e il mio culo si stavano abituando all'uso. La mia bocca si stava allenando bene. Ho iniziato a desiderare il gusto dello sperma. Ma qualsiasi ragazza diventa cruda dopo sei o sette ore di sesso due o tre volte a settimana. Quindi ogni ragazzo ha avuto un'occhiata calda e discorsi sporchi da parte mia. Li ho implorati di fottermi forte. Ho implorato di succhiare il cazzo e mangiare sperma. Ho detto loro quanto amassi il modo in cui mi scopavano. David non ha fatto eccezione. Si approfittava di me ogni volta che voleva. Mi ha fatto impostare la sveglia per le due del mattino e sgattaiolare fuori per servirlo. L'ho fatto scendere e devo tornare a letto. Alla fine ho finito il mio ultimo gang bang e David aveva i suoi soldi. È passato per mostrare l'auto che aveva comprato. "Guarda cosa ho comprato con soldi da puttana", si vantava. 'È fantastico David, ora abbiamo finito', ho risposto. 'Non così veloce cagna. Potrei volere delle nuove ruote e pneumatici per il mio nuovo giro.' 'Bullshit David! Ho scopato più di cento sporchi vecchi per te. Ho finito!’ urlai. "Va bene, spero che ai tuoi genitori piacciano le foto." rise mentre partiva a tutta velocità per la sua nuova corsa. Ero malato. Ho fatto un altro anno al liceo. Mi avrebbe sfruttato per l'intera città. Non sarei mai libero da lui. Sono andato al centro commerciale per uscire e distogliere la mente dai miei problemi. Poi è successo. Ho visto uno dei miei clienti uscire da un negozio e mi ha visto. Come prima ho pensato che potesse girarsi e dirigersi dall'altra parte per evitarmi. mi sbagliavo di grosso. Mi fece subito segno di avvicinarsi a lui. 'Ti ricordi di me Tinya?' 'Sì, mi ricordo di te, signore. Ti piace scoparmi alla pecorina e farmi pulire il tuo cazzo con la lingua quando hai finito', sussurrai. Non c'è bisogno di parlarne ora Tinya e non c'è bisogno di chiamarmi signore. Sono Bob. Sei qui da solo?' 'Sì Bob.' 'Vuoi guadagnare qualche soldo extra?' 'No Bob. Faccio quello che faccio al parco solo per aiutare David a pagare la sua macchina. Dirà a tutti che sono una puttana se non faccio come mi dice.' Ho confessato tutto. «Questo è il ricatto di Tinya. Voglio aiutarti. In questo momento voglio fare qualcosa per aiutarti a tirarti su il morale.' disse con voce ottimista. ' Lascia che ti porti a fare shopping. Vieni ora, non accetterò un no come risposta.' Così siamo partiti. Direttamente in un famoso negozio di lingerie.

Per l'ora successiva, ho provato la più meravigliosa collezione di biancheria intima sexy che avessi mai visto al di fuori delle riviste. Bob ha detto qualcosa alla commessa quando siamo entrati e lei è stata lì per il resto del tempo ad aspettarmi da sola. Era piuttosto bella. "Lascia che ti aiuti in tutto, signorina", disse dolcemente. Bob ci ha seguito fino allo spogliatoio. Mi ha sbottonato la camicetta e l'ha messa su una gruccia. Mi ha sganciato il reggiseno e l'ha appeso. Poi si è inginocchiata davanti a me e si è tolta la gonna e le mutandine. Le sue mani erano gentili mentre usava un nastro per misurarmi. 'Hai un corpo da morire per Sweetheart. Come ti chiami?' chiese con quella voce vellutata. le dissi mentre mi guardava. 'Ti radi, vedo. Anche io. Devi farlo per indossare le cose vendute qui.' Poi mi ha aiutato a vestirmi con il mio primo vestito. Completo reggiseno e slip neri trasparenti con calze e reggicalze abbinati. Tenne aperta la porta del camerino e fece cenno a Bob di sbirciare dentro e dare un'occhiata. Lui annuì la sua approvazione. Poi mi ha spogliato di nuovo completamente e ho provato un set rosso simile a quello prima, tranne per il fatto che questo aveva aperture per i miei capezzoli e le mutandine erano senza cavallo. Ancora una volta Bob ha visto e apprezzato. Ogni volta che mi spogliava, sembrava avere le mani su di me. Non mi importava. Sembrava carina. Quando ho finito di vestirmi con un completo di raso viola, si è chinata e ha delineato le labbra della mia figa con le dita. 'Le tue labbra si mostreranno bene attraverso queste mutandine. A Bob piaceranno.' sorrise. Lui fece. Quando mi ha fatto spogliare ancora una volta, mi ha detto che avevo il corpo più bello che avesse visto entrare in negozio. Detto questo, mi baciò leggermente sulle labbra. Fece un passo indietro e cominciò a sbottonarsi la camicetta. Ha detto che voleva che vedessi cosa indossava sotto mentre si toglieva la gonna. Il più piccolo perizoma e reggiseno push-up che avessi mai visto mostrava la sua pelle olivastra e i lunghi capelli nero corvino. 'Senti questo' disse mentre si muoveva a pochi centimetri da me. Mi tenne il polso e guidò le mie mani su entrambi i suoi seni. Ho sentito il materiale liscio. Ha guidato le mie dita nella sua figa. "Riesci a sentirmi attraverso il materiale, vero?" ha chiesto. "Vedi com'è facile spostare le mutandine da parte?" mi chiese prima che avessi la possibilità di rispondere alla sua prima domanda. Ha spostato le mie dita sulla sua figa ora bagnata e ha allargato le gambe per permettermi di infilare due dita nella sua fessura. Mi ha sbattuto le dita. Mi ha baciato alla francese. Mi ha spremuto la tetta. Sapeva come farmi eccitare da morire. Mi ha abbassato la testa. Mi sono inginocchiato come ho fatto per qualsiasi uomo. Ho sostituito le mie dita con la mia lingua nella sua fica. Ha tenuto la parte posteriore della mia testa contro il suo corpo ed è arrivata in pochi secondi. ' Bob ti sta fottendo?' sussurrò. 'Sì, ​​mi ha scopato quest'estate.' ho detto. Per qualche ragione mi fidavo di questa donna. "Uomo fortunato". Mi ha vestito con un vestito come il suo e ha aperto la porta a Bob. Là stavamo entrambi come un set abbinato. Lo adorava. Vestito dopo vestito, non mi era permesso toccarmi. Ha fatto tutto il vestirsi e svestirsi. Mi ha salutato con un bacio e mi ha dato il suo numero di telefono mentre me ne andavo con più borse e scatole di quante ne potevo trasportare.

"Vieni alla mia macchina e ti accompagno a casa", lo persuase Bob. Suonava bene. Potrei tornare a casa prima di mamma e papà e nascondere le mie nuove mutande. Mentre tornavamo a casa, Bob chiese se potevamo fermarci in qualche posto. L'ho indirizzato al vicolo in cui ero stato fottuto così tante volte. 'Ti aiuterò davvero Tinya. Vedi, io sono un avvocato e il ricatto è illegale. Lascia tutto a me. Certo, mi piacerebbe averti tutto per me. Saresti d'accordo?' chiese. Mi spogliai e salii sul sedile posteriore. Mi sono messo in ginocchio e ho preso il suo cazzo nella mia figa bagnata fino a quando non ha sparato al suo carico e si è fatto pulire il cazzo dalla mia lingua desiderosa. ‘Se ti liberi di David per me, sarò il tuo schiavo. Farò qualsiasi cosa tu dica', ho promesso. Più tardi ho scoperto che Bob aveva impedito a un paio di teppisti di andare in prigione e gli dovevano molto. Li ha mandati a catturare David mentre lasciava la piscina pubblica. L'hanno portato nello stesso parco dove mi ha fatto diventare una puttana gang bang. Dopo un paio di pugni allo stomaco, hanno spiegato che se David avesse mai detto a qualcuno che mi conosceva, era carne morta. Giusto per portare a casa il punto, uno dei cattivi tirò fuori un coltello da caccia e fece a pezzi i sedili della nuova macchina di David. Gli dissero che la sua faccia sarebbe stata peggiore dei sedili dell'auto se fossero dovuti tornare a trovarlo. Non ho mai più visto David. Penso che l'anno successivo sia andato al college in un'altra città e non sia più tornato.

Bob è diventato il mio amante per i tre anni successivi. Ho anche scoperto che era coinvolto con Eva, la commessa che mi aveva aiutato con la lingerie. Non ho mai visto l'interno della casa di Bob. Sua moglie non avrebbe capito. Tuttavia, ho visto l'interno dell'appartamento di Eva. Un giorno Bob chiamò e disse di incontrarlo a un paio di isolati da casa mia. Aveva un cellulare nuovo per me. ‘Quando ti chiamo su questo telefono, sarai pronto a fare qualunque cosa ti dico. Capisci?’ chiese. 'Sì Bob', ho risposto. «Inoltre, Eva vuole che la chiami. Fallo", ha chiesto. Eva era felice di vedermi. Non ha perso tempo a spogliarci nudi. Nelle prossime ore mi ha scopato come nessun uomo ha mai fatto. Aveva un buon odore. Era morbida. Mi ha mangiato la figa e mi ha fatto sborrare su tutta la lingua. Mi ha fatto gemere così forte che i vicini devono avermi sentito. Ho pensato che avesse finito con me mentre prendeva il mio reggiseno e le mie mutandine. Invece di vestirmi, ha usato il reggiseno per legarmi le mani e alla testiera sopra la mia testa. Ha usato le mutandine per imbavagliarmi. Mi ha fatto rotolare sulla pancia. Ho sentito la frusta di una piccola cintura firmata attraversarmi la schiena. Poi ho sentito la sua lingua salire sul mio buco del culo. Poi un'altra frustata. Più lingua. Fece scorrere la lingua sui segni rossi che salivano sulla mia schiena. Ora mi ha frustato il culo. Mi ha fatto rotolare indietro e mi ha frustato le tette, la pancia e la figa. Usa sempre la lingua per lenire la puntura. stavo impazzendo. Quando si è fermata, ho detto "NO!" L'ho implorata di saperne di più. "A Bob piacerà quello che vedrà quando arriverà qui", ha detto. Poi ha raggiunto il comodino ed ha tirato fuori un dildo. Aveva una strana cintura attaccata. She adjusted the strap-on to fit tight and used some scented oil to coat it. As her tongue entered my open mouth, her new cock entered my dripping pussy. She pumped me slowly at first. The dildo was very big. It must have been three inches in diameter and over twelve inches long. Her pace quickened. Her strokes lengthened. ‘I never had a cock this big!’ I grunted. She said nothing as she grinded into me. Harder and faster and deeper and even harder and faster and deeper she went. She was very strong. She was in her own world. The other end of the dildo must have pounding back into her clit as she fucked me. For a full thirty minutes she fucked me. I could feel myself cumming. Her breath grew labored. I came with another person for the first time ever. I held her close. I smelled her hot flesh and tasted her sweat as it dripped from her beautiful body onto my lips. She left the dildo inside me. It did not get soft and fall out like other dicks. I felt her grab a handful of hair on the back of my head and pull me back so as to cause my chin to rise up and expose my neck. She sucked my neck. She bit my ear. ‘Bob will be here soon,’ she breathed into my ear.

We would put on quite a show for Bob. We danced together rubbing our naked bodies together. She licked my hot cunt with that wonderful tongue of hers. I looked at Bob with my lips parted and eyes halfway closed as she sent me into orgasm. I dropped to my knees and turned her around and ran my tongue up her luscious asshole. I probed and sucked her hole while my fingers played with her sweet pussy. She forced her ass into my face. My nose inhaled her musky scent. Her cunt quivered at my touch and her moans got louder as she started to cum. I never took my tongue out of her ass as she shook and swayed with wave after wave of orgasm. Some of the cum juice dripped down her pussy and into my waiting mouth. She was delicious. I drank all she would give me. She laid with her back on the bed. I went down on her again. I wanted more of her wonderful juice. I was bent over her with my knees tucked under and spread wide apart. My ass was high in the air. I felt Bob’s cock slid into my cunnie and start to pump me hard and fast. All of this action had made him harder than ever before. At least with me. As he shoved his dick into me, my mouth licked and sucked Ava. She clamped her well toned legs around my head and screamed my name. She came again. Bob could not hold out any longer and filled me with hot seed. We rested and cooled off. My reward for making them both cum was a long hard whipping. I begged Ava to beat me. I get hot just thinking about being whipped now. The sharp pain followed by the warm glow left by the whip makes my pussy juice run wild.
I laid across the bed on my belly and waited for Ava to wrap the belt once around her wrist and take a firm grip. She came down hard across my ass. ‘ Harder Ava!’ I begged. She teased me with her tongue. Then a hard lash across my back. Another and another and another. I lost count of the strokes. Bob was loving this scene. The dark haired beauty dominating her blonde submissive young girl. The blonde begging for the whip. A total sex slave. Before it was over, my tits, belly, pussy and upper thighs looked like my back. Covered with the red tell tail signs of vicious beating. I was in heaven. I was whipped, fucked and used in everyway possible way for years. Lo amavo. I lived for it. Some times I was called on the cell phone to go to a judge’s home or a client’s apartment. I serviced them in any way they chose. This made Bob happy. Many men then owed him favors. He did well as a lawyer. He was in turn very generous with both me and Ava. When I graduated from high school, I went to work in the same lingerie store as Ava. Bob now owned it. He often stopped by as we were closing for a blowjob or quick fuck. I moved in with Ava. We slept together, we fucked, she whipped me, I fell in love with her. My first true love. I would do anything for her. I did everything she told me to do. Now when Bob calls, I just do what he says. Tonight he wanted a blowjob. I just went and did it.”

With that, my bride to be ended her explanation. “ I don’t know quite what to say,” was all I could utter. “ I love you Baby, I want to marry you! You are truly the only man that I have EVER loved! I will do anything to prove myself. Just tell me how to please you and I will do it. ANYTHING!” she begged. I loved her too. She was perfect to look at and perfect to be with. I pondered what to do. Leave the girl that I was crazy about or stay and wonder if she would make a fool of me. Cosa fare. “ Please say something,” she said with a quiver in her voice. I had to think. PENSARE!

A test! If she was full of shit, I would find out. I would test her. If she passed the test, I would marry her. If she failed, I would save myself the grief of a nasty divorce. A test is the answer. “Will you be my total sex slave for one month? You will have to do everything I say. You will not do anything with anybody unless I say so.” ho chiesto. “ Oh yes Baby! I will obey you and only you.” she cheered up. “ One slip up and your gone! Do you swear to me?!” Ho chiesto. “ I swear! I swear!” she was almost giddy. “ If you pass this test, I will marry you in one month,” I said. “ Now what to you say?” Ho chiesto. “ I’m a horny bitch. Can I suck your cock Master?” lei rispose. And so the month began. How to begin was the real question. I told her to go home and get a nap. I wanted her up by midnight. She left me to have one more drink at the restaurant and ponder the upcoming month.

At midnight the alarm went off and she was up. I had dozed off in our living room. She woke me with her tongue in my ear. She stood totally naked with her hands on her hips and her long legs apart. “What may I do for my Master?” she asked in her sexiest voice. I had her dress in the shortest leather mini skirt that she owned. It barely covered her pussy. No underwear. The tiny red top of one of her bikinis. Five inch black heels. “You are my whore. Capisci?" Ho chiesto. “ What may your whore do for you Master?” she quickly replied. We got in the car and headed down town. The sign above the business read Peep Show. “You will get out and go in. You will go to a booth and leave the door open. The place closes about two AM. Until then, you will pick the ugliest, fattest, old men that you can find. You will beg them to let you suck them off for ten dollars. No, make that five dollars. You will bring me at least fifty bucks. You said that you have been a gang bang whore. Go in there and prove it. And by the way, I might come in later. If you try to charge more or fool me in any way you fail the test. Fatto?" I had a stern tone to my voice. “ Your whore would never try to fool her Master.” After she made that statement, she went right into the adult store without looking back. I could not wait more than ten minutes before following her into the store. There seemed to be a group of men crowded toward the back. I wondered their direction without being obvious. There was my future bride on her knees in a booth sucking off a bald guy with a gut so big that I doubt he could she her as she worked. “I can’t believe that good looking whore is giving suck jobs for a five spot,” said one of the other patrons in a low voice. “ I’m damn sure getting’ to get one,” he quickly added. I watched her for more than a hour. She sucked them as fast as they handed her a five dollar bill. I heard her comments to them. “ I love you cock Baby. Your cum is sweat. What a man, I bet you could fuck the shit out of any girl.” The compliments went on and on. None of them could last more than ten minutes. Most of them had her swallowing their load in three minutes. I left just before the joint closed. She returned to the car with fifty five bucks in wrinkled bills. “ I would have been out sooner but as I was leaving the manager came over and took me by the hand to his office. He made me suck him off and told me that he wanted a cut next time.” lei spiegò. The first night ended well. The next morning I told her to call Bob and tell him all about us. He knew she was not living with Ava anymore. She was to tell him that he could have her for the weekend and then she would be mine. I told her that if we ever needed a good lawyer that we might work something out. Then I had her call Ava and tell her that I wanted to have a three way as soon as possible. Ava said she would come over that night. We fucked ‘til dawn. Ava agreed to do this anytime we wanted her to. They still worked together and would continue to do so. I told Ava that Bob was out. She said that he had already found another young girl. He liked them young. She told me that she loved Tinya and that she would come to love me to in time. Tinya was thrilled. I told Ava what I was making Tinya do for the next month. Ava offered to whip her each night before they left work. I told her to use the strap-on dildo up Tinya’s ass as well. Tinya looked a little scared but said nothing. She knew better than to complain. After her weekend with Bob, she seemed tired but said that he took it well. She said he worked her over pretty good. She also had to fuck his new girlfriend. The young girl had gotten into trouble with the law and Bob defended her. She was now in his charge. She fucked Tinya and did anything else Bob told her to do.

One night the next week, I called Ava and got her to take out for the evening. They went to lesbian bar. They had fun dancing. I ordered Tinya to fuck anyone who came on to her. She said that a really big girl asked her to dance and took her to the restroom and fucked her in a stall. The big girl did not want to let Tinya go but Ava told her they were a couple and in love. They spent the rest of the night dancing and making out on the dance floor. I would like to have seen that. Another night, Tinya had to go into a biker bar and say that her boyfriend had thrown her out when she accused him of cheating on her. The bikers all offered her a ride. She said that they were really nicer than she thought they might be. She had no intention of just getting a ride home. She knew what I had in mind. She told them that she lived with her boy friend and did not want to face him that night. Did they have a club house or something she could stay in for the night? She said she put her finger up to her mouth like a dumb little girl. When they got to the club house, she had drinks and acted drunk. She fucked the first guy that made a play for her. She asked if it were true that girls who wanted to join the club had to fuck the whole gang? Yes was the answer and suck off the guys as well. The leader of the gang asked if she would like to be an honorary member. Sure she would. The next morning about dawn came the sound of a chopper dropping her off. “ Your gang bang whore needs a bath before she serves her Master.” she informed me. She said that all sixteen of them fucked her and got blowjobs. At the end, she knelt out in the yard in front of the club and held her mouth open as they pissed down her throat and everywhere else on her body. She left her clothes at the club house and was taken home naked. She told me that getting pissed on was warm and did not taste as bad as she thought it might. She would be happy to get a golden shower from me anytime. That gave something to think about.

For the rest of the month, I ordered her to do the most disgusting things that came to my now twisted mind. She suffered every degrading act that I could think of short of permanent damage. She passed the test. We would be married. I called her into the living room and told her to sit down. The month was over. She look apprehensive. “Do you want to continue to be my sex slave you whore?!” I said without smiling. “Yes Master, I love you. I am your whore. You own me.” she lowered her head. “ There is something else I want you to do, whore.” I sounded serious. “ This whore is ready to do anything” she replied. “ Marry me Tinya. Be my wife forever. Love honor and obey me. Will you be my wife?” I begged in a shaky voice. “ Oh YES!!” lei pianse. And cried and cried. We have been man and wife ever since. ( By the way, Ava was Tinya’s made of honor. Even Bob sent us a very expensive wedding gift. Go figure.)

Storie simili

Il rapimento e l'addestramento di Kitty Parte 2

Per coloro che stanno leggendo questa storia e non hanno letto la prima puntata, mi scuso per l'inizio di questa, parte 2. All'inizio si trascina un po', ma se leggi la prima parte e stai iniziando dalla seconda, pensa a è l'intervallo tra due lungometraggi in un cinema. :) I commenti sull'introduzione non sono necessari perché penso che troverai il resto di questa parte della storia abbastanza eccitante anche per coloro a cui piace in Never, Never, Land. Qualsiasi altro commento è più che benvenuto, specialmente da parte delle donne là fuori. DIVERTITI. Vanione PS: Se a qualche lettore piace molto...

147 I più visti

Likes 0

Per favore, lasciami andare

Gliel'ho lasciato fare. Gli ho lasciato toccare il mio cazzo. Suppongo di aver ceduto alle mie voglie di voler venire a qualunque costo, anche se non avevo alcun desiderio per lui, nessuna persona del mio sesso. Mi sono sdraiato sulla schiena e l'ho lasciato fare a modo suo con me. Non è che fosse un estraneo. Cominciò ad accarezzarmi dolcemente. Colpi lunghi e morbidi con la punta del dito su e giù per la mia asta. Sembrava molto surreale che il mio migliore amico mi stesse accarezzando il cazzo. Ha notato che c'era un allentamento pre-sborra dalla sua punta. Chinò la...

123 I più visti

Likes 0

Il mio villaggio delle MILF

Storia di Fbailey numero 776 Il mio villaggio delle MILF Lo zio Charles mi ha lasciato la sua enorme fattoria alla periferia della città. Era seicentoquaranta acri o quello che chiamano una sezione. Ha una dimensione di un miglio per un miglio. Mio padre mi aveva lasciato la sua sezione e si unirono naturalmente. Sul retro della mia terra c'era una ripida scogliera in un ampio letto di fiume. Ciò ha reso il retro centrale quasi invisibile a chiunque fosse al di fuori della mia proprietà. Avevo una piccola impresa che produceva e vendeva case prefabbricate. Rimorchi essenzialmente a doppia larghezza...

94 I più visti

Likes 0

Escursionismo

Mia sorella ed io amavamo la vita all'aria aperta e passavamo sempre del tempo fuori. Abbiamo trascorso molto tempo a programmare un viaggio per fare escursioni nella foresta e accamparci per qualche notte. Ci siamo preparati per molti giorni e abbiamo preparato tutte le nostre cose. Siamo partiti la mattina presto e abbiamo camminato per gran parte della giornata, quindi ci siamo fermati e abbiamo pranzato. Dopo aver acceso un fuoco e aver pranzato, siamo ripartiti. Verso le 5 ci siamo fermati per la notte. Sono andato a caccia mentre mia sorella ha allestito il campo. Ho sparato ad alcuni scoiattoli...

876 I più visti

Likes 0

Come un buon vicino - 2

Nelle due settimane successive Linda venne a trovarmi un paio di volte per parlare e di solito per aiutarsi con il mio grosso cazzo da 7 pollici. Ho preso dei lettini più robusti per il mio mazzo perché si stavano allenando più di me che leggevo e mi rilassavo. Vedere Il corpo sexy di Linda che passeggiava dal suo cortile ora mi faceva sempre tremare il cazzo in attesa, poiché sapevo che probabilmente sarebbe stato presto seppellito nella sua figa stretta.Questo poteva accadere indipendentemente dal fatto che suo marito Jeff fosse a casa o meno, anche se di solito quando era...

543 I più visti

Likes 0

Il nuovo inizio di Sarah, parte 3

Mi misi l'impermeabile e andai allo specchio da toeletta. Un'ondata di energia mi attraversò il corpo mentre mi guardavo allo specchio in piedi nudo con indosso il cappotto e le mie calze nere e nient'altro. I miei capezzoli erano eretti e teneri e mi sentivo come una donna sensuale e sexy, l'intera immagine era così erotica. Andai in ufficio e presi solo le chiavi dell'ufficio e tornai a sedermi ad aspettare la limousine con Lance e Michigan. Dopo qualche minuto il telefono di Lance squillò e ci alzammo e uscimmo dall'ufficio, questa volta ho controllato la porta per assicurarmi che fosse...

1.1K I più visti

Likes 0

Ufficiale superiore

Ensign, è meglio che ci sia un'ottima ragione per essere qui Il guardiamarina Philips non aveva una buona ragione per essere nella sala degli ufficiali, sentiva il cuore crollare sui suoi stivali da combattimento Girati quando ti parlo Guardiamarina Il guardiamarina Philips si voltò lentamente, con le spalle leggermente cascanti per la sconfitta, quando vide chi lo affrontava, dimenticò completamente le vere ragioni per essere qui, infatti praticamente si dimenticò di tutto Allora Guardiamarina, che diavolo ci fai qui nella Sala Ufficiali? Il capitano Jean Harigan, l'unica donna ufficiale sulla nave e non solo è l'unica donna ufficiale sulla nave, è...

591 I più visti

Likes 0

Bobby e Jonnie erano innamorati

Aveva diciassette anni e ancora non era mai stata baciata, tranne quando ha incontrato Bobby. Aveva anche lui diciassette anni e, sebbene fosse stato baciato più volte dalle signore, non era mai arrivato in seconda base, tanto meno in terza oa casa. Ma erano innamorati, amore da cucciolo comunque, e per loro sarebbe durato per sempre. Bobby e Jonnie erano ragazzi in una scuola superiore del Midwest nel bel mezzo della campagna, quindi sapevano cosa fosse il sesso. Ma quando si è trattato di viverlo davvero, nessuno dei due aveva la più pallida idea da dove cominciare. Erano stati insieme dalla...

897 I più visti

Likes 0

Signora Baker

Il sole dell'Oklahoma voleva bruciarci, pensavo, mentre guidavo in garage per scaricare l'attrezzatura da giardino. Falciare i prati per soldi extra di solito non è male a meno che le temperature non rimangano sopra i cento gradi per diversi giorni. Questo era il caso nel 1980. Mi ero appena laureato e stavo per entrare a far parte della forza lavoro come insegnante di economia ad Ardmore. Tuttavia, alcuni dei miei vecchi clienti del prato avevano chiamato e avevano bisogno di fare i loro cortili, quindi ho ceduto ad aiutarli per il resto dell'estate. Ho pensato che nelle prossime due settimane il...

344 I più visti

Likes 0

Le mie prime volte...

Ho parlato con Gary per più di due anni. La nostra relazione era iniziata online. Ha visto una risposta che avevo dato in una chat room e mi ha inviato un messaggio. All'inizio non sembrava interessante, ma più chiacchieravamo e più mi piaceva. Sono cauto per natura, quindi non ha avuto il mio vero nome per più di sei mesi, e anche allora solo il mio nome. A nove mesi gli ho dato il mio numero di cellulare e abbiamo iniziato a parlare al telefono. Dieci mesi ci hanno trovato a fare sesso telefonico regolarmente, cosa che avveniva principalmente nei fine...

574 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.