Ufficiale superiore

2KReport
Ufficiale superiore

"Ensign, è meglio che ci sia un'ottima ragione per essere qui"
Il guardiamarina Philips non aveva una buona ragione per essere nella sala degli ufficiali, sentiva il cuore crollare sui suoi stivali da combattimento
"Girati quando ti parlo Guardiamarina"
Il guardiamarina Philips si voltò lentamente, con le spalle leggermente cascanti per la sconfitta, quando vide chi lo affrontava, dimenticò completamente le vere ragioni per essere qui, infatti praticamente si dimenticò di tutto
"Allora Guardiamarina, che diavolo ci fai qui nella Sala Ufficiali?"
Il capitano Jean Harigan, l'unica donna ufficiale sulla nave e non solo è l'unica donna ufficiale sulla nave, è una delle donne più calde che Philips abbia mai visto e l'uniforme di pelle che indossava ha mostrato i suoi beni più che coprirli
"Il gatto ha la tua lingua Guardiamarina?"
Si avvicinò, l'uniforme aderente al suo corpo iniziò a eccitarlo, sono passati tre anni senza una donna e masturbarsi non fa pagare il conto quando ti trovi di fronte a una donna che respira e vive calda come il capitano Harigan
"N-no signora"
"A quale domanda è quel guardiamarina?"
"Uhm ... b-entrambe signora"
Adesso è quasi sopra di lui, è alta quasi quanto lui e i suoi occhi azzurri sembravano sputargli delle fiamme
"Che cazzo ci fai qui?"
Cerca di distogliere lo sguardo per riunire i suoi pensieri e impedirsi di fissare quei seni enormi
"Guardami dannazione!"
La sua testa torna su di lei, i suoi occhi guizzano tra i suoi occhi e il suo seno
"Cosa ci fai qui a parte guardare i miei seni e metterti in mostra duro"
“Io ehm…”
"Va bene, vedo che vuoi mentirmi"
Lei fa un passo indietro
"Ora lascia cadere i vestiti"
Lei estrae un bastone telescopico dalla sua cintura, lui si toglie velocemente i vestiti, cercando di nasconderle la sua erezione
“Sei alla presenza di un ufficiale! Attento capanna!”
Sta sull'attenti così come il suo uccello, potrebbe giurare di averla vista leccarsi le labbra, ma non poteva esserne sicuro, lei si avvicina e lo schiaffeggia in faccia, il colpo gli fa scattare la testa di lato appena in tempo per vedere il bastone punta alla sua testa, lui si china sotto, ma lei lo prende con il dondolo all'indietro, lui fa un passo indietro per ritrovare l'equilibrio
"Fanculo questo"
Dice a bassa voce, lui guarda preoccupato l'arma da fianco al suo fianco, secondo la legge marziale è nel suo diritto porre fine a un soldato indisciplinato. Non riesce a credere ai suoi occhi mentre lei apre la cerniera della giacca e la getta di lato, non conosce molto il codice di abbigliamento, ma per quanto ne sa non dovrebbe guardare due seni nudi e sodi seduti sopra dal ventre teso e dal lieve rigonfiamento dei fianchi. Si mette le mani sui fianchi
"Come quello che vedi Ensign"
"Uhm... Sì, lo so"
“Ah così puoi parlare”
Prima che lui sappia cosa sta succedendo lei è in ginocchio, affondando il suo cazzo in profondità nella sua bocca, per un momento non riesce a credere a quello che sta vedendo. Il suo ufficiale superiore, in topless e in ginocchio che succhia il suo cazzo duro, quando lei gli fa scivolare il cazzo in gola, lui geme di piacere mentre le sensazioni cominciano a penetrare nel suo corpo.
"Fanculo questa cagna sa come succhiare un cazzo"
Lui pensa tra sé e sé mentre lei succhia tutti i suoi dieci pollici in gola, poi si tira indietro facendo roteare la lingua attorno al suo cazzo, poi immergendolo di nuovo nella gola stretta, la sua mano gli afferra le palle e inizia a tirarle e spremerle , geme di nuovo piano e lei lo lascia andare. Si alza, si toglie i pantaloni attillati e lo guarda dritto negli occhi.
"Vuoi fottermi guardiamarina?"
Ha deglutito
"S-Sì signora"
“Finalmente la verità”
Gli voltò le spalle e afferrò lo schienale di una sedia mentre allargava le gambe, sporgendosi in avanti, nessun comando o invito avrebbe potuto esprimere più chiaramente ciò che voleva. Guardò la sua figa pelata ed era già luccicante in attesa, le afferrò i fianchi e guidò il suo cazzo verso la sua figa nuda. Quando la sua testa di cazzo ha incontrato le pieghe calde e bagnate che ha spinto in avanti, la sua figa stretta ha accettato tutti i suoi dieci pollici mentre lui lo ha speronato forte dentro di lei. Il suo gemito era forte e si allungò per afferrare quelle enormi tette pendenti, le pizzicò i capezzoli mentre iniziava a muovere il suo cazzo duro e profondo nel suo corpo, i suoi gemiti aumentavano di ritmo mentre lui aumentava il ritmo dentro di lei. Guardò di lato e trovò piuttosto interessante che ci fosse uno specchio di lato, forse non è la prima volta che succede qualcosa del genere qui dentro? La osservò mentre spingeva indietro contro di lui, inarcando la schiena per premere i seni contro le sue mani, la sua pelle azzurro chiaro in contrasto con il suo stesso corpo colorato di giallo, osservò mentre le sue mani sui suoi fianchi affondavano nei suoi fianchi pieni, tirandola dentro lui mentre spremeva quelle grandi tette con l'altro paio di mani.
"Sculacciami"
Quasi non sentì la sua osservazione lamentosa e le fece scivolare una mano dai fianchi e le diede un duro schiaffo sul culo, lei gemette a denti stretti e lui sentì il suo corpo tremare di piacere, la schiaffeggiò di nuovo e lei lasciò che espirò in un sospiro esplosivo e trascinò il respiro mentre si mordeva di nuovo i denti, aspettando che la sua mano la schiaffeggiasse di nuovo. Ora le stava davvero martellando la figa, si sentiva come un martello pneumatico, che lavorava la sua punta dura dentro e fuori il suo corpo a una velocità che faceva sembrare il suo cazzo una sfocatura e gli faceva schiaffeggiare le palle contro il corpo. Continuava a sferrare schiaffi sul suo culo e sentiva il suo orgasmo crescere mentre continuava a martellarle la figa, poteva sentire i suoi succhi che scorrevano sul suo cazzo, lungo le sue palle, coprendole il culo e sapeva che stava correndo lungo le sue gambe lunghe e formose. All'improvviso si mise una mano sulla bocca soffocando un urlo mentre veniva, i muscoli della sua figa si serravano sul suo cazzo e lui non poteva muoversi, le pareti interne gli massaggiavano il cazzo, lui gemeva e rilasciava la sua sborra repressa, poteva sentirlo inondando di lei in un flusso continuo, gemette e si tenne su di lei per sostenerla mentre le sue ginocchia si piegavano leggermente sotto la forza del suo orgasmo. Rimasero così per un po', quando i muscoli della sua figa finalmente si rilassarono, il suo cazzo mezzo eretto scivolò fuori facilmente da lei, lei girò la sedia e si sedette fissandolo, lui osservò una sottile scia del suo sperma che serpeggiava in mezzo le labbra della figa, lo catturò con un dito e risucchiò il dito nella sua bocca blu scuro, assaporando il suo fluido verde chiaro, gli sorrise.
"Allora guardiamarina, cosa ci facevi qui?"

Storie simili

Prendersi cura di Liz

Mi ero appena trasferito in una nuova zona per vivere con la mia ragazza. Ci frequentiamo ormai da diversi anni, quindi sono diventato parte dell'intera famiglia. Tutti i nipoti e i nipoti della mia ragazza avevano persino iniziato a chiamarmi “zio”. Un fine settimana il mio futuro fratello e mia cognata partivano per il fine settimana per visitare alcuni amici fuori città. Stavano portando con sé i loro due figli, ma la figlia è dovuta rimanere a casa per dare una mano con una raccolta fondi per la scuola. Non volevano lasciarla a casa da sola per il fine settimana e...

420 I più visti

Likes 0

Le cronache della discesa di Suzie - parte 2

Parte 2 Un giorno ero al lavoro e facevo il solito... lavoravo per un altro giorno pieno di cazzi di gomma. Da quando i miei figli avevano buttato via TUTTA la mia biancheria intima. Matt si era preso la briga di farmi un paio di piccole cinghie attaccate a un tassello di pelle. Questo teneva fermo il mio dildo e teneva nascosto il mio cazzo. È stato facilissimo da montare e slacciare molto velocemente... quanto è stato premuroso da parte sua! Uscii dal gabinetto e trovai Sue, una delle altre commesse, appoggiata al bancone. L'ho guardata negli occhi e non potevo...

297 I più visti

Likes 0

Teenage Mutant Ninja Turtles Fanfic Capitolo 2 - scusate è tardi

Di Hana M. Brimeck Chiudo la finestra, chiudo gli occhi, mi giro, ricado all'indietro e scivolo sul pavimento. Mi prendo un momento per riprendere fiato finché i miei pensieri non vengono interrotti da un brivido freddo. 'Ho bisogno di una doccia calda.' mi dico mentre finalmente mi rialzo dal pavimento con un gemito. Mi tolgo il maglione e il reggiseno bagnati, non come se stessero facendo molto per coprirmi comunque. Mi prendo un momento per toccarmi i seni tenendoli a coppa tra le mani in un futile tentativo di scaldarli. La mia gonna cade sul pavimento in un ciuffo bagnato, seguita...

570 I più visti

Likes 0

Cronache di Succubus High, cap. 1

Cronache di Succubus High di Quiver Capitolo 1: Vetrinistica 1:25. 4° periodo. Tom sedeva dietro la scrivania nell'angolo mentre aspettava che il suo prossimo gruppo di studenti iniziasse a presentarsi per la prima lezione dopo pranzo. Non erano mai molto concentrati a quell'ora del giorno, e in più di un'occasione aveva sorpreso uno studente ad appisolarsi durante la lezione. Almeno questo gruppo era la sua classe senior. Le matricole a cui insegnava negli altri quattro periodi erano molto più turbolente. Un miscuglio così strano di scherzi infantili e drammi adolescenziali con cui confrontarsi, sempre qualche nuovo problema di cui non gli...

493 I più visti

Likes 0

Era una stronzata, pensavo

Il sabato pomeriggio andavo al cinema con alcuni amici. C'era una ragazza che mi piaceva e ho provato a sedermi accanto a lei se potevo. Un pomeriggio ho provato a tenerle la mano e lei me l'ha lasciato per un po' che l'hanno tirata via. Dopo il cinema siamo andati tutti al bar del latte e ancora una volta ho provato ad avvicinarmi a lei. Le ho parlato e sembrava che le piacessi e le ho chiesto perché ha allontanato la mano. Ha detto che stava iniziando a piacerle, ma non voleva essere coinvolta in quel modo perché eravamo tutti buoni...

976 I più visti

Likes 0

Fottuta Mia Matsumiya

Mia è una bellissima ragazza giapponese con grandi occhi espressivi, piccoli seni impertinenti, gambe lisce ed eleganti da morire e lunghi capelli neri come il corvino che di solito lega in una coda di cavallo sexy. Suona il violino per diversi gruppi d'avanguardia e, a soli 24 anni, ha un grande talento per essere così giovane e di solito riceve standing ovation alla fine dei suoi assoli. La gente spesso la paragona alla vecchia Yo-Yo Ma, in relazione al suo puro talento, e la maggior parte dei ragazzi che vengono alle sue esibizioni nutrono tantissime fantasie sull'essere quello che la porterà...

467 I più visti

Likes 0

Lo schiavo_(1)

Capitolo primo Il ritrovamento dello schiavo Erano passati diversi mesi dall'ultima volta che qualcuno si era avventurato fuori dal regno in cerca di nuovi schiavi. Ma poiché la guerra era finalmente finita, la principessa Devania decise di uscire e trovarsene una. Cercò città dopo città esaminando centinaia di giovani ma nessuno di loro suscitò il suo interesse. Poi, dopo settimane di ricerche, proprio mentre stava per arrendersi, sentì un piccolo trambusto provenire da una prigione vicina e dovette solo controllare. E lì nel cortile, ad affrontare cinque uomini, c'era l'uomo più bello che avesse mai visto, era quello giusto. Saltò giù...

296 I più visti

Likes 0

Guardare e fare

GUARDARE E FARE John sentiva di aver fatto un ottimo affare. Quando si è trasferito in questo condominio, ha incontrato e parlato con il proprietario e ha convinto quell'uomo a lasciarlo svolgere il ruolo di custode/custode/amministratore residente, facendo tutto ciò di cui l'edificio aveva bisogno per $ 200 al mese di sconto sull'affitto più le spese. Normalmente ciò richiedeva solo poche ore al mese dal suo tempo libero, e se avesse dovuto lavorare durante quel giorno in un giorno feriale, il suo programma come tecnico di laboratorio presso un'azienda farmaceutica avrebbe potuto essere modificato - la maggior parte delle cose potrebbero...

508 I più visti

Likes 0

Il tempo di Sangeeta a Praga (parte 6): tutte le cose belle devono finire

1. Sangeeta: le cose belle devono finire Le loro attività sessuali continuarono nei restanti giorni della loro permanenza a Praga. Suo figlio serviva regolarmente lei e sua zia, e Sammy era sempre disposto a essere coinvolto in qualsiasi altra scappatella sessuale capitasse. Sangeeta non avrebbe mai dimenticato quella volta in cui andarono di nuovo a casa di Richard e Susie. Vide suo figlio con il cazzo sepolto nel profondo della vagina di Heidi, Suzie che leccava i succhi di sua figlia dall'asta ogni volta che si tirava indietro prima di spingerlo di nuovo dentro Heidi, Richard con il suo cazzo nel...

532 I più visti

Likes 0

IN PALESTRA_(1)

Uno dei vantaggi dell'azienda per cui lavoro è l'appartenenza alla loro palestra. Mi alleno 3-4 volte a settimana dalla nascita della nostra bambina. Mi ero preso un giorno libero per portare la nostra bambina dal dottore per un controllo. Andava tutto bene mentre ci dirigevamo verso la casa di mia madre. Sentivo che avevo bisogno di un po' di tempo da sola, così ho chiesto a mia madre di tenere Heather tutta la notte. Bruce era fuori città per lavoro, quindi ho programmato un film tranquillo a casa. Anche la mia collaboratrice Susie si è allenata nella stessa palestra. A mia...

3.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.