Ti rallegro mamma_(0)

1.1KReport
Ti rallegro mamma_(0)

"Tutte le vacanze sono difficili, ma nessuna di esse ha colpito così duramente come San Valentino. È allora che mi colpisce davvero il fatto che sono solo."

Non riuscivo a togliermi dalla testa quelle parole di mia madre. Erano passati tre anni dalla morte di mio padre e, sebbene sia stato certamente duro per me e per i miei fratelli, credo che sia stato più difficile per mia madre.

I miei genitori avevano un ottimo rapporto. Certo, litigavano di tanto in tanto, ma era sempre chiaro che si amavano ed erano entrambi molto solidali l'uno con l'altro. Io e le mie sorelle siamo riuscite tutte ad avere relazioni buone e sane e probabilmente dobbiamo ringraziare i nostri genitori per questo.

Mio padre era davvero un bravo ragazzo. Sfortunatamente, un ragazzo non così eccezionale ha scelto di mettersi al volante con un .25 BAC e ce l'ha portato via. All'epoca avevo ventitré anni e vivevo con la mia ragazza (ora fidanzata), Sarah, a Los Angeles. Anche entrambe le mie sorelle vivono lontano dalla nostra città natale, Denver, ma, ovviamente, siamo tornate tutte a casa per il servizio. Siamo rimasti tutti per alcune settimane per aiutare la mamma a tenere tutto sotto controllo. Ma alla fine siamo dovuti tornare tutti alle nostre vite, lasciando tristemente la mamma da sola a Denver. Abbiamo un'altra famiglia a Denver ma, naturalmente, nessuno potrebbe riempire del tutto il vuoto creato dall'assenza di mio padre.

Tornando ai giorni nostri, avevo appena finito una telefonata con mia madre. Abbiamo iniziato una conversazione su San Valentino perché era curiosa di sapere cosa avevo programmato con Sarah. Ciò alla fine ha portato alla citazione di cui sopra che mi ha fatto sprofondare il cuore.

Mia madre non esce affatto dalla morte di mio padre. Tuttavia, ciò non è dovuto a una mancanza di interesse per lei. Ha avuto molti uomini che le hanno chiesto di uscire in quel periodo, ma sembra non avere alcun interesse per nessuno di loro. Mio padre era l'amore della sua vita e non credo che voglia tentare di sostituirlo. Nonostante il fatto che il suo essere solo abbia molto a che fare con le sue stesse scelte, non posso ancora fare a meno di sentirmi malissimo per lei.

Sono stato praticamente inutile per il resto della giornata al lavoro. Quando sono tornato a casa, è stato davvero confortante vedere Sarah. È una delle donne più belle che abbia mai visto, ma è la sua calda personalità e la sua cordialità che mi hanno fatto davvero innamorare di lei. Non le ho raccontato della mia conversazione con mia madre, ma il solo fatto di starle vicino quella notte mi ha fatto sentire meglio.

Poco prima di andare a letto, Sarah si è voltata verso di me e ha detto: "Ho delle brutte notizie".

"Oh oh," risposi.

Ha sospirato prima di uscire con: "Il mio capo vuole che vada a San Francisco questo fine settimana per provare a firmare questa nuova band. È la prima volta che mi lascia andare come protagonista".

"Beh, è ​​fantastico! Non è vero?" Ho chiesto.

"È fantastico dal punto di vista lavorativo, ma che ne dici di un viaggio in Catalina per San Valentino?" lei rispose.

Ero molto entusiasta del nostro viaggio, ma ho cercato di nascondere la mia delusione: "Possiamo semplicemente cancellarlo. Questa è una grande opportunità per te. Inoltre, San Francisco potrebbe essere un weekend altrettanto romantico per noi".

"Sarebbe ma... non posso portarti. Hanno una rigida politica non significativa sui viaggi di lavoro dopo che Susan ha portato suo marito a San Diego e ha cercato di spendere $ 2.000 per cene e bevande che non hanno coinvolto clienti, ", ha dichiarato con un'espressione angosciata sul viso.

Ho sorriso, le ho afferrato la mano e le ho detto: "Ehi, San Valentino è solo un giorno. Catalina sarà ancora lì la prossima settimana. Inoltre, sai che le mie abilità sessuali al telefono sono fuori scala".

Sarah schernì: "Sono più o meno uguali ai miei e questo non dice molto. Il nostro sesso al telefono è imbarazzante quanto due adolescenti che perdono sobriamente la verginità insieme. Potremmo dover attenerci a foto sporche".

"Abbastanza giusto. Questa in realtà potrebbe essere una benedizione sotto mentite spoglie. Mia madre mi stava proprio dicendo oggi che tende a sentirsi particolarmente sola a San Valentino senza mio padre. Forse potrei passare il fine settimana con lei", suggerii.

Si è rianimata all'idea di questo, "Sarebbe così dolce! Penso che sia una grande idea .... il novanta percento perché renderà tua madre davvero felice e il dieci percento perché mi sentirò meno in colpa per aver rovinato il nostro fine settimana. In realtà, cercherò di rimediare un po' adesso".

Mi ha dato un dolce bacio sulle labbra, poi si è fatta strada lentamente lungo il mio corpo fino a scomparire sotto le coperte. Sono stato duro dal momento in cui è entrata in contatto con il mio cazzo. La sua lingua era assolutamente incredibile mentre mi massaggiava dolcemente ed abilmente.

Volevo vedere l'azione così ho sollevato il piumino. Ho trovato i suoi bellissimi occhi che mi fissavano mentre andava in città sul mio cazzo. Mentre passavo la mano tra i suoi capelli morbidi, tentai di parlarle ma tutto quello che riuscii a dire furono diversi "tu" seguiti da gemiti molto soddisfatti.

Ho iniziato a sentire il familiare formicolio e tintinnio, quindi ho detto: "Tesoro, sto per venire".

Lei non ha detto una parola. Mi ha appena fatto l'occhiolino e ha continuato con ancora più intensità. In pochi secondi, alla fine persi il controllo e le soffiai in bocca il mio abbondante carico. Come una campionessa, l'ha ingoiato, si è asciugata le labbra e si è avvicinata per baciarmi. Poi, sussurrò: "Questa è solo la prima parte. Ho ancora molto altro da truccare".

Come spesso accade dopo che sono venuto, mi sono addormentato praticamente subito. Il giorno dopo al lavoro ho deciso di chiamare mia madre e farle sapere del mio piano per venire a trovarmi, "Ehi mamma!"

"Ehi tesoro," esclamò.

"Ho alcune buone notizie."

"Che cos'è?" lei chiese.

"Verrò a trovarti questo fine settimana!"

"Davvero?! Fantastico! Aspetta, e il tuo viaggio con Sarah?"

Ho risposto: "Ha ottenuto una promozione al lavoro e deve andare a San Francisco per il fine settimana. Non può portarmi perché una donna con cui ha lavorato ha cercato di trascorrere un fine settimana decadente con suo marito a spese dell'azienda".

"Oh Ryan, che schifo! Sono egoisticamente contento però perché significa che potrò vederti!"

"Sono emozionato anch'io! È passato così tanto tempo dall'ultima volta che sono stato a casa."

"Lo so! È passato quasi un anno! Sei così impegnato e Sarah è una ragazza così fantastica. Non ti biasimo affatto. A volte, le cose accadono proprio in questo modo", ha detto.

"Sì, ma non avrebbe dovuto volerci così tanto. Ad ogni modo, il mio volo dovrebbe arrivare intorno alle 20:00. Sono decollato anche lunedì, così possiamo goderci la giornata di domenica e non dobbiamo preoccuparci di viaggiare."

"Sembra perfetto! Allora vengo a prenderti", ha risposto.

"Non sei obbligato a farlo. Quell'aeroporto può essere pazzesco. Prenderò solo un taxi."

"Non essere sciocco! Sarò troppo eccitato per aspettare così a lungo."

Ho riso e ho detto: "Va bene. Devo correre a una riunione, ma ci vediamo venerdì".

"Ciao dolcezza!"

In realtà ero molto eccitato per il viaggio per vedere mia madre. I due giorni successivi al lavoro andarono incredibilmente lenti. Il fatto che Sarah se ne fosse già andata non aiutava affatto. Per dare una mano, Sarah mi ha inviato una foto molto NSFW da farmi godere nel tempo libero. In effetti, mi sono divertito la prima notte che è stata via. Un sacco di uomini mi prenderebbero in giro mentre mi masturbo davanti a una foto della mia dolce metà ma, onestamente, Sarah è molto più sexy di qualsiasi cosa il porno o la mia immaginazione abbia da offrire. Per farla breve, la sua impressionante fotografia mi ha permesso di avvicinarmi alla mia destinazione in modo molto tempestivo. Sfortunatamente, proprio mentre stavo per arrivare, ho ricevuto una telefonata da mia madre. Quindi, ho finito per venire mentre guardavo un'immagine del viso di mia madre. Per non dire che mia madre è una donna poco attraente, ma di certo non mi sentivo a mio agio con questo fatto. Non potevo occuparmi di parlarle così di recente dopo aver sborrato, soprattutto perché le è capitato accidentalmente in faccia, quindi ho dovuto abbottonarla di rosso.

Venerdì è stata una giornata di lavoro abbastanza impegnativa per me perché dovevo partire un po' prima per arrivare in aeroporto in tempo. LAX era un po' affollato ma l'intero processo è andato abbastanza bene. Il mio volo è decollato in orario e siamo atterrati a Denver pochi minuti prima del nostro orario di arrivo previsto. Quando sono uscito nel terminal, ho trovato la mia bellissima mamma bit.do/momishot che mi aspettava con un sorriso gigante sul viso. È corsa da me e mi ha dato un abbraccio gigante. L'odore del suo profumo fiorito mi ha riportato alla mia infanzia. Deve essere stato perché non la vedevo da così tanto tempo, ma quell'abbraccio è stato incredibilmente bello e confortante.

Quando abbiamo rotto l'abbraccio, mi ha guardato bene e ha detto: "Mio Dio, assomigli sempre di più a tuo padre ogni anno... specialmente con quella barba".

"Non ne sono il più grande fan, ma a Sarah piace."

"No, penso che abbia un bell'aspetto. Molto bello. Inoltre, Sarah è un piccolo pezzo caldo, la ascolterei se fossi in te."

Ho riso e ho detto: "Lo faccio sempre".

Abbiamo quindi lasciato l'aeroporto e abbiamo fatto il viaggio convenientemente breve a casa di mia madre. La casa era esattamente come l'avevo vista l'ultima volta. In effetti, non era cambiato molto da quando ero bambino, il che era molto confortante. Sono andato in camera mia a mettere via le valigie. Quando sono entrato, mi sono reso conto che tutto era ancora uguale a quando mi sono trasferito a Los Angeles con Sarah dopo il college. Il mio poster del Fight Club era ancora sul muro. Le mie riviste di Playboy erano ancora nascoste sotto il letto. L'unica differenza è che non c'erano vestiti sporchi su tutto il pavimento. Mia madre aveva chiaramente riordinato un po 'lì dentro perché sono un orribile sciattone quando si tratta della mia camera da letto.

Scesi le scale e trovai mia madre che guardava la TV mentre si godeva un buon bicchiere di vino rosso. Ha chiesto: "Ehi tesoro! Vuoi un bicchiere?"

"Certo! Non sto guidando."

Mi ha versato un bicchiere abbastanza grande. Ho bevuto il mio primo sorso ed è stato assolutamente delizioso. Non è sorprendente, però, perché mia madre ha sempre avuto buon gusto in fatto di vino e aveva i soldi per goderselo spesso. Mentre mi sedevo, mi resi conto che stava guardando Sleepless in Seattle. Sembrava abbastanza appropriato data la sua situazione. Immagino che si sia identificata molto con il personaggio di Tom Hanks poiché anche lui ha perso la moglie e ha avuto un sentimento di solitudine molto intenso. Almeno per il suo carattere, aveva suo figlio sempre con sé a fargli compagnia. Ho iniziato a sentirmi in colpa per il fatto che io e le mie sorelle fossimo andati avanti con le nostre vite senza fare uno sforzo reale per visitare o persino chiamare nostra madre così spesso. Con questo in mente, ero determinato a rendere questo weekend fantastico per lei.

La combinazione della lunga giornata di lavoro e di viaggio con i numerosi bicchieri di vino mi ha lasciato molto stanco. Così, come facevo spesso da bambino quando guardavamo i film, ho appoggiato la testa sulla spalla di mia madre. Ho iniziato ad addormentarmi. Quando mi sono svegliato, ho scoperto che la mia faccia era scivolata sulla sua tetta sinistra, il che mi ha anche fatto capire che non indossava il reggiseno. La parte più strana era che non mi faceva sentire così strano. Era stranamente confortante. Immagino che l'intimità senza le implicazioni sessuali combinate con l'essere nella mia casa d'infanzia mi abbia riportato indietro.

Sembrava sentirsi allo stesso modo quando ha detto: "È bello! Sembra proprio come ai vecchi tempi. Mi dispiace che il tuo fine settimana con Sarah sia stato incasinato, ma sono felice che tu sia qui". Dopo averlo detto, mi ha passato le dita tra i capelli e mi ha dato un bel bacio sulla fronte.

"Ad essere onesto con te, mamma, non mi dispiace molto che il mio viaggio sia stato cancellato. Sono davvero felice di vederti."

Ricambiai l'affetto con un abbraccio e sentii un'altra grande zaffata del suo profumo inebriante. Aveva un profumo così buono. Per non parlare del fatto che sembrava ancora fenomenale nonostante fosse sulla cinquantina. Chiaramente non avrebbe avuto problemi a trovare un uomo. Ad essere totalmente onesto, lo volevo per lei. Non che io voglia che qualcuno, né penso che qualcuno possa, sostituire mio padre, voglio solo che sia felice e non si senta più così sola. Quindi, ho chiesto: "Sei mai uscito con qualcuno?"

Si è presa un secondo e poi ha risposto con: "Non troppo. Ho avuto un appuntamento con un collega di Judy per alcuni mesi, ma non era esattamente un legame d'amore".

"Non voglio dirti cosa fare, ma penso che sarebbe un bene per te tornare là fuori."

Lei ha risposto: "Lo so, ma è difficile. Non credo di sapere più come far parte di una singola scena".

"Non avrai molti problemi. La singola scena si adatterà a te. Credimi, non hai idea di quanto sia difficile crescere come un ragazzo con una mamma sexy."

Questo la fece ridere e domandare: "Oh, sono una mamma sexy, eh?"

"Oh sì. Se solo sapessi le cose che i miei amici hanno detto crescendo su di te e continuano a dire fino ad oggi."

"Buono a sapersi. Quindi, potrei ancora avere vent'anni?" chiese in un modo un po' scherzoso.

"Nessun dubbio. Anzi, forse dovremmo uscire domani sera. Posso essere il tuo gregario."

"Non ti farebbe sentire a disagio?" si chiese.

"Affatto."

"Vorrei incontrare qualcuno. Non faccio sesso da quando tuo padre è morto", ha fatto una pausa dopo aver detto questo, sentendosi chiaramente come se avesse detto qualcosa che non avrebbe dovuto, "Scusa! È strano per me dirlo a te. Penso che sia il vino.

Ho riso e l'ho rassicurata: "Non preoccuparti. Ho capito. Tutti hanno bisogno di intimità".

"Sono d'accordo, ma farò del mio meglio per non essere troppo descrittivo per il tuo bene."

"Lo apprezzo," dissi con un sorriso.

"Penso che dovremmo andare a letto ora in modo da non dormire tutto il giorno domani."

"Buona telefonata. Ci vediamo domattina!"

Mi ha dato un abbraccio e un bacio sulle labbra che era consuetudine nella nostra famiglia prima di andare a letto. Lei andò nella sua stanza e io nella mia. Mi sono addormentato pochi minuti dopo essermi sdraiato sul letto.

La mattina dopo, mi sono svegliato sentendomi leggermente sbronzo. Immagino di aver bevuto troppi bicchieri di vino. Fortunatamente, ho sentito l'odore della pancetta e delle uova che venivano cucinate al piano di sotto e questo di solito fa il trucco per me. Scesi le scale e trovai mia madre in cucina con un piatto già preparato per me sul tavolo.

"Buongiorno dolcezza!"

"Giorno! Sembra fantastico, mamma."

"Grazie! Allora cosa vuoi fare oggi?" lei chiese.

"Ehm... beh, vuoi ancora uscire stasera?"

Lei ha risposto: "Sei sicuro di volerlo?.... non sarà strano per te?"

"No, per niente. Papà è via da tre anni. Mi farebbe sentire meglio sapere che hai qualcuno con cui passare del tempo e ti impedirebbe di sentirti solo."

"E se io e questo ragazzo immaginario andassimo DAVVERO d'accordo?"

"Poi mi metterò le cuffie come facevo ogni anno per il compleanno di papà."

Ha quasi avuto il succo d'arancia che le usciva dal naso mentre rideva di questo e riuscì a malapena a dire: "Lo lascerò in pace".

Una volta che si è ricomposta, ha chiesto: "Allora, cosa faremo fino ad allora?"

"Potremmo andare a vedere un film. Penso che la nuova commedia romantica di Katherine Heigl esca oggi."

"Oh, voglio davvero vederlo!"

Alzando gli occhi al cielo, risposi: "Pensavo che lo avresti fatto. Credimi, questa è l'unica ragione per cui prenderei in considerazione l'idea di andare a vederlo".

"Normalmente, non ti costringerei ad andare. Ma voglio davvero vederlo, quindi approfitterò della tua gentilezza."

"C'ero arrivato pure io."

Dopo aver finito di fare colazione, mi sono offerto di lavare i piatti. Entrambi abbiamo quindi iniziato a prepararci per partire. C'era solo una doccia in casa. Lascio fare la prima doccia a mia madre perché le ci vuole sempre molto più tempo per prepararsi. Mentre lei era lì, sono andato in soggiorno a guardare un po' di TV. Pochi minuti dopo, un libro seduto su uno dei tavolini attirò la mia attenzione. L'ho afferrato e ho capito che era l'annuario del liceo di mia madre e mio padre. Ho notato che una pagina era piegata in un angolo. L'ho aperto per trovare una grande foto dei miei genitori. Avevano vinto la "coppia più carina". Non credo che mi abbiano mai detto di aver vinto, ma non è stato sorprendente perché erano una coppia fantastica. Quello che mi ha preso alla sprovvista è stato quanto fosse meravigliosa mia madre a quell'età. Voglio dire, è stata un knockout assoluto. Immagino che non avrei dovuto essere troppo sorpreso. Anche adesso, a nord di cinquant'anni, fa ancora girare la testa ovunque andiamo. Ho pensato che questo sarebbe stato il lavoro da gregario più semplice di sempre.

Mentre aspettavo, ho pensato di parlare con Sarah. Quando ho chiamato, la sua voce sembrava come se si fosse appena svegliata, "Ciao".

"Uh...hey. Ti ho svegliato?" Ho chiesto.

"Sì."

"Scusa! Ho dimenticato la differenza di fuso orario", mi sono scusato.

"No, non è colpa tua. Normalmente sarei già in piedi, ma siamo usciti fino a tardi dopo lo spettacolo e la band sembra davvero divertirsi a bere."

"Yikes! Che schifo, piccola. Hanno un altro spettacolo stasera?"

"Uh huh. Dopo il pedaggio fisico che mi stanno assumendo, è meglio che firmino con noi."

Ho cercato di incoraggiarla: "Sono sicuro che lo faranno. Posso attestare la tua capacità di persuasione".

Lei rise e rispose: "Non sono sicura che tu voglia che io usi la stessa persuasività qui... a meno che tu non sia d'accordo con me che faccio saltare l'intera band".

"Sarah, non credo che tu ti stia dando abbastanza credito. Anche la tua vagina e il tuo culo sono fantastici", ho scherzato.

"Sarebbe molto più efficiente se potessi incorporare tutti e tre contemporaneamente."

Ho riso molto forte a questo.

Ha seguito con "A proposito, non vedo davvero l'ora che torniamo entrambi a Los Angeles. Mi manca il piccolo Ryan".

"Vorrei ribadire per la millesima volta che vorrei che trovassi un soprannome per il mio uccello che non contenga la parola "piccolo".

Lei ha risposto: "Oh scusa ... mi manca l'enorme, gigantesco, mostruoso Ryan".

"Così è più simile."

Fece una pausa per un secondo e disse: "Sai, ho un po' di tempo libero. Cosa ne pensi dell'esercitare le nostre abilità sessuali al telefono".

"Mi piacerebbe ma mia madre sta per uscire dalla doccia."

"Ancora meglio. Metti il ​​vivavoce e lascia che si unisca a noi. Nessuna bugia, se tua madre lo mette sul tavolo, potrei dover ripensare alla nostra relazione.....MILF", ha detto in quello che credo fosse uno scherzo .

"Sentire cose del genere non mi tocca nemmeno. Ho sentito molto peggio dai miei amici che crescevano."

"Oh, ne sono sicura", ha risposto Sarah.

"Credo di averla sentita uscire in questo momento. Stiamo per uscire oggi, ma ti chiamo di nuovo domani, okay?"

Lei rispose: "Sì, suona bene. Spero che vi divertiate molto, ma non vedo l'ora di rivedervi. Mi mancate! Vi amo!"

"Anch'io ti amo."

Salii le scale per farmi la doccia e prepararmi. Essendo un ragazzo, l'intera faccenda mi ha richiesto circa quindici minuti. Sono persino riuscito a masturbarmi molto velocemente con uno dei miei vecchi Playboy dopo essermi agitato a parlare con Sarah. Successivamente, sono andato a vedere quanto fosse vicina mia madre ad essere pronta per partire. Ho bussato alla porta della sua stanza e lei ha gridato: "Entra".

Quando sono entrato, mi sono reso conto che non era poi così vicina all'essere pronta perché era ancora in vestaglia. Sembrava un po' agitata quando ha detto: "Ho qualcosa di strano da chiederti".

Con uno sguardo scettico, ho risposto: "Non mi piace molto il suono di quello".

"Beh, immagino che tu sia abbastanza grande per sentire questo genere di cose. Se davvero usciremo stasera e mi troveremo un ragazzo, sono un po' nervoso che il mio... uh... ...."

"Sputalo fuori."

Alla fine sbottò: "Sono preoccupata che la mia biancheria intima sia troppo antiquata".

Non ero davvero preparato per questo. Ho detto esitante: "Non sono sicuro di come posso aiutarti in questo".

"So che questo potrebbe farti sentire un po' a disagio, ma sei l'unico qui. Puoi solo dare un'occhiata e dirmi cosa ne pensi? Tipo se è simile a qualcosa che potrebbe indossare Sarah?"

"Voglio che il record dimostri che non sono del tutto a mio agio con questo, ma stasera diventerò un gregario completo".

"Okay," mentre lo diceva, si tolse esitante la vestaglia. Quello che ho visto mi ha colto totalmente di sorpresa. Vedi, non avevo mai visto la figura di mia madre così esposta. Anche quando andavamo in spiaggia, indossava sempre costumi da bagno molto tradizionali che lasciavano molto spazio all'immaginazione. Tuttavia, quello che ho visto davanti a me non era così conservatore. Aveva mutandine e reggiseno abbinati rosa e neri. Hanno lasciato ben poco all'immaginazione. Le mutandine avevano un pizzo nero nero che le si estendeva intorno ai fianchi con solo un piccolo triangolo di materiale rosa chiaro con fiori neri che le coprivano la figa. Il suo reggiseno aveva lo stesso design e sembrava lottare per contenere le sue tette sorprendentemente vivaci che ho stimato essere coppe C. Era sorprendentemente in buona forma per la sua età. In effetti, mi faceva sentire un po' a disagio il fatto che trovassi impressionante il suo corpo. Ero contento di essermi seduto perché apparentemente il "piccolo Brett" non era a conoscenza del fatto che questo particolare corpo femminile appartenesse a mia madre.

"Allora, cosa ne pensate?" chiese timidamente.

"A rischio di sembrare strano, direi che chiunque tu permetta di vedere questo particolare ensemble sarà molto fortunato e molto contento."

"Grazie! Molto probabilmente non sarà nessuno però."

"Sono un po' in conflitto perché voglio essere il tuo gregario positivo e solidale. Ma, d'altra parte, il successo in questo scenario implicherebbe che un tizio si sbattesse mia madre," scherzai.

Lei ridacchiò: "Sì, immagino che questa sia stata una strana conversazione quella che abbiamo avuto. Comunque, a che ora è il film?

"Penso che il prossimo spettacolo sia tra circa mezz'ora, quindi probabilmente dovremmo andare."

"Oh, beh, allora è meglio che mi vesta molto velocemente e poi usciamo," disse mentre si voltava verso il vestito che aveva steso sul letto. Non l'avevo mai notato prima ma, vedendolo nelle sue minuscole mutande, mia madre aveva un gran bel culo. Potrebbe non essere così stretto come lo era quando era più giovane, ma sembrava comunque fenomenale. In effetti, mi ha fatto sentire un po' a disagio quanto l'ho trovato bello.

Ho superato velocemente quello strano momento e siamo saliti in macchina per andare al cinema. Quando siamo arrivati ​​a teatro, sono stato sorpreso di trovare una fila molto lunga per un film pomeridiano. Dopo un paio di minuti in fila, mia madre mi ha messo un braccio intorno alle spalle e mi ha chiesto: "Come ti fa sentire essere in una fila come questa per una commedia romantica di Katherine Heigl?"

Mi rendo conto che è una cosa piuttosto banale da dire ma, qualunque cosa, è mia madre, quindi le ho avvolto il braccio intorno alla parte bassa della schiena e ho detto: "Almeno ho una buona compagnia!"

Lei sorrise e mi diede un bacio sulla guancia. Ho comprato i biglietti e i popcorn prima di entrare in teatro. Quando sono arrivate le anteprime, mi è stato ricordato esattamente cosa mi aspettavo. Erano pieni di altre commedie romantiche imminenti. Dopo un paio di loro, ho guardato mia madre e le ho fatto uno sguardo giocoso che sembrava divertirla particolarmente. Non lo ammetterei con lei, ma in realtà non odiavo il film. Parte di ciò probabilmente aveva a che fare con il fatto che sembrava amarlo così tanto. Sapendo quanto si è sentita sola, mi ha fatto sentire benissimo vederla ridere così tanto e sembrare così felice anche solo per quelle due ore... o questo fine settimana se è per questo.

Quando i titoli di coda hanno iniziato a scorrere, siamo usciti dal teatro. Apparentemente supponendo che conoscesse la risposta, la mamma ha chiesto: "Allora, cosa ne pensi?"

Con un sorriso stampato in faccia, ho risposto: "Non posso credere che, contro ogni previsione, il ragazzo e la ragazza alla fine si siano messi insieme. Non me l'aspettavo assolutamente".

Lei rise, poi continuò con "Penso che ti sia piaciuto però. Ti ho visto ridere un paio di volte."

"Non è stato il peggior film che abbia mai visto. Te lo concedo."

"Allora cosa vuoi fare adesso? Andiamo a prendere qualcosa da mangiare?" lei chiese.

Ci ho pensato per un secondo e ho detto: "Ad essere onesti, in realtà sono abbastanza pieno per i popcorn. Che ne dici di prendere qualche drink da qualche parte? Potremmo fare uno spuntino da bar o qualcosa del genere".

"Per me va bene. Anch'io sono abbastanza pieno."

Abbiamo finito per andare in una sala da biliardo che era nelle vicinanze. Stavo per ordinare da bere prima che lei mi fermasse: "No no no. Tu hai il film, io prendo i drink. Cosa vuoi?"

"Prenderò solo una birra."

Si rivolse al barista e chiese: "Possiamo avere una caraffa lager?"

Dato che era ancora abbastanza presto, non abbiamo avuto problemi a trovare un tavolo da biliardo aperto. Quando ho visto mia madre tentare di fare il rack, mi sono reso conto che non l'avevo mai vista giocare a biliardo prima. A giudicare da dove ha piazzato la pallina numero otto nella rastrelliera, ho pensato che non sarebbe stata eccezionale. Dopo che ho sbagliato un colpo ed è stato il suo turno, la mia supposizione è stata verificata. Il modo in cui teneva il bastone mi ha fatto pensare che forse non aveva mai visto qualcuno giocare prima. Non sorprende che abbia mancato orribilmente il colpo.

Poi ho fatto il mio turno. Ho fatto due palle prima di mancare. Quando l'ho vista avvicinarsi goffamente al suo colpo successivo, ho deciso di intervenire, "Ecco. Prova a farlo in questo modo", ho provato a mostrarle solo con il mio pull stick ma non sembrava prendere. Quindi, ho dovuto ricorrere alla posizione di insegnante di piscina cliché dietro di lei. Mentre glielo mostravo, ho avuto una faccia piena dei suoi capelli che avevano un profumo davvero, davvero buono. Presumo che sia stato il suo shampoo a emanare questo profumo di vaniglia molto calmante. Ora era pronta per il suo colpo. Lo ha allineato come le ho mostrato. Ha quindi mostrato un movimento di tiro dall'aspetto molto più fluido e ha lanciato la prima palla del gioco.

"Ecco qua!" esclamai. Ho quindi offerto il cinque che lei ha accettato felicemente.

In realtà ha finito per fare tre palle di fila in quel turno. Ma, senza pietà, ho finito il gioco al mio turno successivo. A quel punto, la grande soda del cinema e ora le birre al bar hanno finalmente avuto la meglio su di me. Le ho detto: "Scusa, devo andare in bagno".

"Non preoccuparti! Li accumulerò per la prossima partita", ha risposto.

Entrai nel bagno che direi non era il più bello in cui fossi mai stato. C'erano tonnellate di asciugamani di carta per terra e una pletora di cose orribili scritte sul muro. Ma ehi, era il bagno di una sala da biliardo. Cosa mi aspettavo?

Mentre uscivo dal bagno, ho visto un uomo chiaramente ubriaco che parlava con mia madre. A giudicare dalla sua espressione facciale e dal linguaggio del corpo, non sembrava che fosse particolarmente felice di averlo lì. Quindi, mi sono avvicinato per unirmi alla conversazione. Mi ha visto e sembrava estremamente sollevata che stavo tornando. Mi ha urlato: "Ehi, tesoro!"

Il ragazzo sembrò a malapena accorgersene e continuò a parlarle, "Vieni. Lascia che ti prenda da bere."

Molto educatamente, ha detto: "Apprezzo l'offerta ma sono qui a passare del tempo con mio figlio".

"È solo un drink. Starà bene da solo per un po'," ringhiò.

Ho deciso di intervenire, "Ehi amico, ha detto di no."

Si rivolse a me e chiaramente non era felice. Ruggì: "Non stavo parlando con te".

"Beh, sto parlando con te perché sembra che tu non la stia ascoltando. Devi solo limitare le tue perdite e lasciarla in pace."

Dopo aver sentito questo, ha dato una spinta a Ryan e ha alzato la voce ancora più forte, "Non voglio sentire un'altra dannata parola uscire dalla tua bocca."

"Ascolta amico, devi solo andartene perché non finirà bene per te", dissi. Mi sentivo molto fiducioso in questa situazione. Prima di tutto, questo ragazzo sembrava aver colpito la bottiglia piuttosto forte. Inoltre, e probabilmente ancora più importante, sono circa un metro e ottanta e un bel peso di 210 libbre. Questo ragazzo non era particolarmente piccolo ma mi ha decisamente rinunciato a una certa taglia.

Dopo avermelo sentito dire, si voltò leggermente per far sembrare che stesse per andarsene, ma poi alzò rapidamente la mano destra e cercò di sferrare un pugno. Bloccai il colpo con la mano sinistra e lo colpii dritto al naso con la destra. È andato dritto a terra con quello che ha fatto travolgere il barista. Ha afferrato l'uomo ubriaco mentre cercava di alzarsi e tornare dietro di me. Cominciò a guidarlo verso la porta e disse: "Va bene, Frank, porta il tuo culo ubriaco fuori di qui".

Il barista poi è tornato da noi e ha detto: "Scusa per quello. Frank può essere davvero uno stronzo. So che non stavi causando problemi qui, ma penso che potrebbe essere nel tuo interesse uscire di qui. Noi spesso ho problemi con Frank e non sarei sorpreso se tornasse qui con alcuni dei suoi compari."

Ho risposto cordialmente: "Grazie per l'avviso! Buona giornata!"

Mia madre ed io siamo saliti in macchina e siamo usciti per trovare un nuovo posto. Mi ha guardato e ha detto: "Quindi è stato pazzesco".

"Sul serio!"

"Non sono sicuro di quale fosse lo scenario migliore. Ad esempio, pensava che avrei lasciato mio figlio per andare a fare sesso con lui alle sei?" lei chiese.

Ho risposto: "Non ne ho idea. Dobbiamo trovare per te un esempio migliore della scena degli appuntamenti. Ci sono locali o pub fantastici qui intorno?"

"Beh, potremmo andare da Benny's. È a pochi isolati di distanza."

«Per me va bene», dissi.

Mentre entravamo da Benny's, c'era un discreto numero di persone ma non era troppo affollato. Ci siamo avvicinati e abbiamo trovato un tavolino nell'angolo. La cameriera è venuta da noi quasi non appena ci siamo seduti. Con un sorriso smagliante, disse: "Ciao, benvenuto da Benny! Ragazzi, volete vedere un menu?"

Ho guardato mia madre mentre tentavamo di discutere telepaticamente di questa domanda, ma per lo più era solo uno scambio di strane espressioni facciali. Alla fine, mi sono voltato di nuovo verso la cameriera e ho detto: "Possiamo avere un menu di cibo e bevande?"

"Assolutamente! Torno subito.

E lei è tornata subito. Ci siamo alternati guardando i menu di cibi e bevande. Abbiamo deciso di dividere alcune patatine ricci. Ho preso un'altra birra e questa volta ha scelto una vodka al mirtillo rosso. Dato che le nostre patatine stavano impiegando un po 'di tempo per uscire, abbiamo superato quei primi drink abbastanza velocemente e la nostra cameriera ci ha prontamente portato un altro giro.

Finalmente sono uscite le nostre patatine e, con esse, un altro giro di drink. Le patatine erano deliziose e le abbiamo buttate fuori in quelli che sembravano due minuti. Dopo aver finito il giro successivo, la cameriera si avvicinò e chiese: "Ragazzi, siete pronti per un altro giro?"

Mia madre ha preso le redini questa volta, "Sì, sarebbe fantastico. Ma possiamo anche provare? Tequila?" chiese mentre mi guardava apparentemente per ottenere l'approvazione.

Non ero particolarmente entusiasta di fare colpi di tequila, ma ho finto un po' di entusiasmo, "Facciamolo!"

Quello scatto mi ha davvero riportato al college e non esattamente a bei ricordi. Ma mia madre sembrava divertirsi, quindi era un piccolo prezzo da pagare.

Ho iniziato a rendermi conto che se il nostro vero scopo della serata era riportarla sulla scena degli appuntamenti, allora sedermi a questo tavolo con lei sarebbe stato estremamente controproducente. Quindi, le ho detto: "Nessuno di questi ragazzi verrà a parlarti mentre sono seduto qui. Penso che dovrei sedermi al bar per un po'".

Sembrava un po' a disagio. Dopo un momento, lei ha risposto: "Ma non so nemmeno cosa fare. Sono passati tre decenni dall'ultima volta che ho dovuto farlo".

"Non devi davvero fare nulla. Fidati di me, verranno a prenderti a frotte e tu devi solo essere il tuo sé normale e affascinante," la rassicurai.

"Va bene, mi fido di te", supplicò.

"Starai bene."

Fece un breve sorriso e disse: "Va bene. Augurami buona fortuna".

"Non ne hai bisogno... ma buona fortuna."

Detto questo, sono andato al bar. Come a un segnale, un uomo di bell'aspetto le si avvicinò dall'altra parte del bar. Sembrava leggermente più giovane di lei, ma lei sembrava così bella per la sua età che non avrebbe avuto molta importanza. Li ho tenuti d'occhio mentre continuavo a scolarmi altre birre. A parte un momento di circa un minuto in cui mi ha guardato, questo ragazzo sembrava fare un buon lavoro nel mantenere la sua attenzione. Giocherellava con i suoi lunghi capelli biondi e di tanto in tanto gli dava uno schiaffo giocoso sul braccio, insieme a molti altri segni rivelatori di flirt femminile. In effetti, ha parlato con lui per più di un'ora. Nel frattempo ho appena guardato una partita di basket.

Alla fine, si avvicinò e si sedette accanto a me. Confuso, le ho chiesto: "Cosa è successo a quel ragazzo?"

She responded, "We actually really hit it off. He's a lawyer. He was pretty funny. We actually went to the same high school but he graduated a few years behind me."

"So what's the problem?" Ho chiesto.

"Well, he just split up with his wife. It sounds like they're probably going to get divorced but I honestly don't want to get into something so complicated."

"I don't blame you. Was he upset?" Ho chiesto.

"Well no but that's because I wussed out. I gave him my number but told him I couldn't go home with him because I was here with you," she confessed.

"Well played. Well I think he left. Why don't you go for round two?"

"I have to go to the bathroom first but I will after that."

Shortly after she left, our waitress walked up to the bar. She looked a little tired, then she noticed me. She asked, "What happened to your date?"

I laught a little at this and replied, "That's actually my mom."

She looked embarrassed and apologized, "Oh I'm sorry!"

"No worries. I'm actually trying to be her wingman tonight," I told her.

"No offence but I don't think she really needs your help. She's got super-MILF status," she told me in a very playful way.

"Believe me, growing up as her son has made me fully aware of that. I guess I'm just here for moral support. My dad died a few years ago and I'm trying to help her get back out there."

"Oh I'm so sorry to hear that! But that's really sweet of you!" she exclaimed.

"I'd love to fully accept that description but I haven't been back to see her for about a year," I admitted.

"Oh yeah? Where do you live?" lei chiese.

"I live in LA....with my fiancée," I begrudgingly told her.

"Oh, you're engaged? Well that's just my luck. I find a sweet, good looking guy. It only makes sense that you're attached," she said with a somewhat joking frown-face.

"Well if it makes you feel any better, the scumbag inside of me almost kept me from telling you that I'm engaged because of how attractive you are," I told her.

This definitely made her smile. She really seemed mull over what she was going to say next. Eventually she managed, "Well, I don't know how long you're gonna be in town but maybe we can exchange numbers and I can wing-woman for your mom."

"I guess there's nothing wrong with that. I actually think the two of you would really get along."

"Oh yeah? Who knows, she is single. Maybe she could get me to switch teams," she joked.

"You're making my penis very confused. I really like the thought of you being with another woman but that other woman being my mom kinda puts a damper on it," I joked back. I wouldn't say it out loud, but the thought of the two of them together didn't really gross me out all that much. That could probably be chalked up to the fact that she was incredibly hot.

She seemed to be very amused by my penis confusion. She then grabbed my phone and entered her phone number into it. She then said, "I'm calling myself right now but I should probably get back to my tables."

"Well it was nice to meet you," I looked down at my vibrating phone, "Kelly."

Shortly after that, my mom got back from the bathroom. Apparently, she had seen me talking to Kelly, "You looked to be getting pretty flirty with our waitress."

"No, it's not what it looked like."

I hadn't quite noticed earlier but mom had gotten fairly drunk., "You don't have to explain anything to me. I think it's good for you to experience different women before you take the plunge. Marriage is a big commitment and it's best if you have as much information as possible beforehand. A night with a hot little piece of ass like that could be good for you."

I was slightly taken aback to hear these words coming out of her mouth, "I never thought I'd hear you describe someone as a "piece of ass". Maybe I'll try it out. I love Sarah but I'd be lying if said I didn't have any doubts. Kelly, that's the waitresses name by the way, did give me her number. She said that she could probably be a better sidekick for you than I am when you're out looking for guys."

"Oh, well, maybe we should see if she wants to go out with us tomorrow."

"Maybe," I replied.

After that, we both assumed our positions. Again, almost the second that my mom was at the table by herself, another guy came over to talk to her. This guy looked even younger than the first. At first, she didn't really seem to be that interested. None of the signs that I saw with the earlier guy were manifesting this time. However, a few minutes into their conversation, he said something that absolutely made my mom explode with laughter. Once I saw that she was into it, I went back to watching the game.

During a commercial break, I looked back at the table to see how things were going. I was a little nervous to see that there was nobody there. Somewhat frantically, I began to scan the bar. This scare was short-lived though because I located the two of them out on the dancefloor. To my delight, they both seemed to be having a great time.

"Looks like she found one," I heard and turned to find that it came from Kelly.

I answered, "Yep. He might be a little young for her but she looks to be enjoying herself."

"Like I said earlier, your mom is a hottie. She could come out here and take home college guys if she wanted to," Kelly retorted.

"So what's my move here? Do I head home? Let her do her thing?" Ho chiesto.

"I would just shoot her a text and see what she wants to do."

Kelly quickly had to run somewhere but I took her advice. I sent my mom a text saying, "What's the gameplan?"

I watched my mom. I saw her phone light up in her purse and, luckily, she saw it too. After she read it, she turned to the guy she was with and said something. They looked to be exchanging numbers, she gave him a peck on the cheek, and then she walked over to me. I asked her, "What's going on?"

She said, "Let's get out of here."

"Are you sure? You guys looked like you were hitting it off."

"Yeah I'm sure. I'm gonna make him work for it," she said with a sly look on her face.

"Okay."

With that exchange, she went back over to the table to grab her coat. Kelly returned to the bar, so I updated her, "She said she's gonna make him work for it."

She laughed and said, "Good for her. I'm sure he will work for it too."

All of a sudden, my mom jumped into the conversation and showed her drunkenness because she was just shy of shouting, "Thank you so much for the great service! Ryan tells me that you might be interested in being my wingwoman."

Apparently very used to people in this state, Kelly didn't miss a beat, "Yeah I'd love to. I guarantee I'd be of more use to you than this guy," shooting me a teasing smirk.

My mom turned to me and said, "I like her," then turned back to Kelly, "What's your name by the way?"

"Kelly."

"Well, nice to meet you Kelly. I'm Julia. I sure hope that you can hang out with us tomorrow night," my mom said as she wrapped her arm around my shoulder.

"Well, I'm supposed to work but I'll see what I can do," Kelly responded.

"Sounds great!" mom exclaimed.

I finally jumped back into the conversation, "I think we're gonna get going but I'll get in touch with you tomorrow."

"Alrighty! I'll talk to you tomorrow," she said with a smile and a wink.

With that, we headed out the door with my mom's arm still wrapped around my shoulder which I realized was about as much for support as it was for anything else. She was drunker than I had ever seen her before. I realized that, while I wasn't as bad as her, I also was in absolutely no shape to drive. So, I called a cab to take us home and decided to leave the car there for the night.

When we got home, my mom had to run upstairs to go to the bathroom. We she came out, it looked as though simply standing there was difficult for her to do. In fact, she had to lean up against the wall as she said to me, "I like that girl Kelly. I remember when I used to look like her....young guys like you going after me."

I countered, "Are you kidding me? Guys at that bar were lining up to try to talk to you."

"You're sweet," she said as she seemed to half doze off while leaning up against the wall.

"Why don't we get you to bed," I offered. She latched onto me again as I led her into her bedroom.

Right before we got to the bed, she turned towards me and had my face cupped in both of her hands. She then ran her right hand through my hand as she said, "You always take such good care of me, Jack," she then cupped my face again and gave me a kiss on the lips. Now, this was not a peck on the lips like we've done tons of times before. This was a deep, passionate kiss. Now, I should have been freaking out because my mom called me by my dead father's name and was now kissing me in a very not mother/son way but all I could think about was how soft her lips felt. Without even thinking, I put both of my hands on her nice, firm ass and pulled her in closer to me. We were now exploring each other's mouths with our tongues. My penis was rock hard at this point as it rubbed up against her body. With my hands already on her ass, I picked her up and laid her down on the bed. As we continued kissing, my hand made its way down inside of her pants. Through her panties, I could feel that she was already extremely wet. For some reason, this seemed to snap me back into reality as I realized that I was making out with my mom and was just about to start fingering her. Not only that, she was probably blacked out at this point and I was essentially about to take advantage of her.

I backed away very quickly and she asked, "What's wrong?"

"Nothing! I'm just gonna go to bed."

Not seeming to match my level of anxiety, she said, "Okay. Good night, sweetie."

Freaked out, I immediately ran to my room and jumped on my bed. Luckily, I was drunk enough that I pretty much went right to sleep. Otherwise, I think it would have been a long, sleepless night. However, if I wasn't drunk, the whole situation wouldn't have happened. Right?

The next morning, I woke up at about ten o'clock. I walked out of my room and did not hear any movement in the house. Terrified, I walked up to my mom's room. I gave a soft knock on the door and heard nothing come from the other side. After a few more knocks with no response, I cracked open the door. I could see her laying on the bed. She looked to be deeply, deeply asleep. To be honest, I was pretty relieved because I wasn't quite ready to deal with the situation.

I went down to the kitchen to grab something to eat. bit.do/momishot I also tried watching TV for a little while but I was too antsy to just sit there. I figured I could put that energy to good use by doing some chores around the house. First, I decided to take care of the dishes which had piled up in the sink. After that, I thought it would be a good idea to throw a load of laundry in the washing machine while I worked on other parts of the house. In the laundry room, I found a basket full of dirty clothes. Sitting on top of the pile, I saw a pair of black lace panties. I don't know what came over me but I picked them up and smelled them. The sweet scent of my mom's pussy took me right back to our encounter from the night before. As if instinctual, I did another giant whiff as I pulled my cock out of my pants and began stroking it. Thoughts about her amazing tits, her shapely ass, and her gorgeous, soft lips began running through my mind. I began to imagine what it would feel like for her to wrap those lips around my throbbing cock as I pressed her panties more firmly into my nostrils. Aided by these incredibly taboo fantasies, I was rapidly approaching orgasm. With one last inhale, I blasted a gigantic load all over the basket of dirty clothes. Luckily, I was about to put them in the wash anyways.

After I came, reality seemed to come crashing down on me. As I was loading the clothes into the washing machine, a ton of thoughts were racing through my mind. Did she really think I was my dad? Does she remember what happened at all? Did it only happen because we were drunk? If so, why did I just jerk off to her panties? What does this mean about my relationship with Sarah? What does my interest in Kelly mean about my relationship with Sarah?

Having so many questions and absolutely no answers was causing me a serious amount of anxiety and no amount of housework could diminish it. Over the next few hours, I slowly began to feel a little better mostly because my mom was still passed out in her room. Every now and then I went in to check on her and make sure she was alright. It wasn't until three in the afternoon that she actually woke up. Hearing her say, "Good morning, sweetie" really sent a jolt up my spine though.

I looked up at her and was absolutely shocked by how amazing she looked after waking up from a night of excessive drinking. I guess one of my questions was now answered because I was no longer drunk and my attraction to her was still very much there. Judging by her lack of awkwardness, it seemed as though she might not have remember what happened between us. I responded to her good morning with, "Hey sleepy-head. How are you feeling?"

"I've felt better. I woke up to texts from two different guys whose names I don't recognize. They asked me if I was free tonight so I guess I did alright last night."

"You don't remember at all?" Ho chiesto.

"Nope. The last thing I remember is when we took those tequila shots. That was definitely a bad choice."

"That was all you," I teased. I was definitely relieved to hear that she didn't remember. However, I was not totally care-free because I still had to figure out why I did the things I did and felt the way I felt. I'm not sure I will every feel totally comfortable with what happened last night and this morning. In fact, at that very moment, I couldn't stop myself from glancing at her breasts and fantasizing about licking and sucking on them right then and there. Essentially in an attempt to sidetrack myself, I asked her, "So, which one are you gonna go out with?"

"Neither."

"Huh?" I questioned.

"You haven't been home in a year and you're about to head back to LA tomorrow. So, you're going to be my date tonight," she replied. She had no idea how loaded of a statement that was given what happened in her blacked out state.

I figured I'd entertain myself a little so I responded with, "Okay but don't think that just because I agree to go to dinner with you that that means I'm going home with you."

She was a good sport with it, "Oh is that right? Well, I've heard that before. We'll see."

At that moment, I felt my phone buzzing. I looked and saw that I had a text message from Kelly that read, "Hey Ryan! It was nice meeting you last night! Anyways, I have a friend that is willing to cover my shift if you guys still wanna hang out tonight."

I thought about it for a second before responding. I really liked her. She was insanely hot and she had a really great sense of humor to go along with it. It seemed like a pretty good chance that I could have sex with her and I'm sure it would be amazing. However, I simply could not get my mom out of my head. So, I texted back, "Sorry, my mom is still struggling from last night. I think she's gonna stay in and I'm probably gonna stay with her."

Instantly, I saw the three dots showing that she was already typing. She sent, "Hey, no need to be sorry. You're once again being the sweetest son ever! Definitely hit me up next time you're in town though!"

I sent back, "I'll definitely let you know. Meeting someone as awesome as you last night was definitely a pleasant surprise."

She sent me back a long string of smiley faces. I'm not usually very into using emojis but I simply sent her a wink face in response.

My mom must have noticed me texting, "Who's that?"

"Kelly. She was our waitress last night."

Her eyes lit up at this, "Oh yeah? What does she want?"

"Well, last night you and I talked to her about going out tonight. She was hoping to get someone to take her shift but nobody would."

"That's too bad," she consoled.

Wanting to change the subject, I said, "So where are we going for dinner?"

"I don't really want to go anywhere fancy. There's a steakhouse near the bar that we were at last night that's pretty good."

I replied, "That will actually work out great because I had to leave the car there last night because we were both wasted."

She laughed, "I hope that it doesn't have a boot now."

"Yeah that would suck!"

"Well, I guess I better start getting ready," she decided.

"Good idea. In the meantime, I'll call to have a cab pick us up in a couple of hours."

Again, it took her a very long time to get ready. In fact, despite the fact that I scheduled for the cab to come two hours in advance. We still ended up making him wait about ten minutes before she was ready to go. Luckily, he seemed to be a pretty nice guy. We got to the bar and were very pleased to find no boot and no parking tickets. So, we got in and we drove the short distance to the steakhouse. Thankfully, it wasn't overly crowded so we were sat pretty much right away. Given our environment, we both went with the obvious choice of steaks. As we waited for our steaks, we began to chat, "So, you're gonna have to fill me in on what happened last night."

I obliged, leaving some things out, "Well, it was all downhill for you after you decided to order us two shots of tequila."

"Ew!"

"But you still managed to chat up two pretty good looking guys and apparently got both of their numbers. One is currently in the middle of a divorce though," I informed her.

"No thanks. Too messy."

"While you were with them. I actually talked to our waitress, Kelly, for a while. She was pretty cool and you seemed to agree. You wanted me to hook up with her. You actually called her a "hot piece of ass" at one point."

She smirked and replied, "And I stand behind that. Don't get me wrong, I love Sarah but I am worried that you might be settling down too early. And Kelly is a hot little thing. She probably could have taken me home last night if she tried."

"It's funny you say that because she had similar things to say about you."

"Good to know," she joked, "It's too bad she couldn't hang out with us tonight."

"Yeah it is. I don't think I would be into going to a bar again tonight though to be honest."

She agreed, "Same here. I haven't been quite this hungover in a while."

As if on cue, our server arrived with our steaks. They were absolutely delicious. And huge. When we were finished, we both just sat there in silence as we recovered.

"So what now?" Ho chiesto.

"Even though I slept for a million years, I'm actually already tired again. What do you say that we just head home and watch a movie or something?"

"I'm cool with that."

After a fight over the check, she eventually let me pay and we got in the car to head home. When we got home, my mom started going through the movies to find one for us. After putting me through a rom-com on Saturday, she decided to make it up to me with an action movie. Simple with a lot of explosions, just the way I like it.

As we sat down on the couch, it was just like Friday night but in reverse. She had her head on my shoulder as she fell asleep several times throughout the movie. As always, her hair smelled amazing. Not only that but the angle she was laying at gave me a perfect view of her cleavage. While this was pretty pleasant, it was a little too pleasant because I could feel my cock starting to get hard. I knew that I just had to make it through the night and then I would be heading home to a crazy sex session with an extremely sex-starved Sarah. So, when I knew mom was asleep, I grabbed the remote and fast forwarded to the end of the movie. I then nudged her to wake her up, "Hey, the movie is over. We should probably get to bed."

"Okay. Sorry I fell asleep," she said.

"Don't worry about it."

We both then got up and started walking up the stairs. She was wearing yoga pants which made her ass look amazing. This wasn't helping me at all in my quest to calm down my penis. She got to her door, I got to mine, and I thought I was home-free. But, then she turned and asked, "Why didn't you hang out with that waitress tonight?"

"She couldn't get anyone to take her shift tonight. I guess everyone was trying to get off for Valentine 's Day."

She walked closer to me and said, "I saw your face when you were texting her. You had this giant grin on your face. It was obvious that you like her and that she wasn't giving you any bad news."

I tried to save it, "Honestly, I wanted to spend the day with you and I didn't want you to feel bad that I wasn't hanging out with her."

Suddenly, she grabbed me and kissed me much like she had the night before. She then pulled away and asked, "Are you sure it wasn't because of our kiss last night? Are you sure that it wasn't because you wanted to fuck your mom?"

I had no idea what to say. All I could manage was, "I uh.."

She continued, "And that your mom wanted to fuck you?"

Again, she grabbed me and kissed me. This time, she slipped the tongue in. When she did that, I backed away at first. She looked at me square in the eyes and said, "It's okay."

Apparently, that was all I needed to hear because, suddenly, I became the aggressive one. We were going at it like high school kids. I lifted her up by her ass and kissed her up against the wall as she wrapped her legs around my body. Once I started kissing her neck, she said to me in panted breaths, "Take me to bed, sweetie!"

"Whatever you say, mom," I said and I subsequently carried her into the bedroom. For some reason, crossing that threshold seemed to slow down the pace. I gently laid her down on the bed. Then, I removed my shirt and my pants.

She looked at me in awe and said, "I haven't seen a tight body like that in thirty years."

I replied, "I hope that I'm lucky enough to be with a woman in thirty years that has a body like yours."

I then slowly started to take off her pants, savoring the sight of every inch of her gorgeous, womanly body. Once I got her pants down to her knees, I started to kiss her inner thigh while I continued to slide them off. This caused her to let out a slight moan. Once I got her pants the whole way off, I looked up at her. She gave me the sexiest little smile and very seductively removed her shirt. She then reached behind her back and removed her bra, revealing her glorious tits. Without hesitation, I crawled up and started sucking on her tits, trying very hard to not think about the fact that I had done this before....when I was a baby.

I gave her one more deep kiss before slowly removing her panties. To be honest, I was expecting to find a bush. On the contrary, it was completely bald. Her pussy was beautiful. Without hesitation, I dove in. Her groans began to grow louder as the speed of my tongue began to increase. When I started to lick her clit, her moans graduated to full out screams. Based on those screams, I could sense that she was getting close. So, I locked into that rhythm and that location. About a minute later, she screamed out, "Fuuuuuuuck yeeeeeeessssss!!!"

She was out of breath but she did that thing where she had a faint laugh in between her panting that let me know that she truly had a powerful and satisfying orgasm. Giving her a look that said "I'm not done", I grabbed her legs and put them up over her head. She held them there comfortably thanks to her frequent yoga sessions. Once she was in that position, I went right back to work. I started out giving her long slow strokes from the bottom of her pussy to the top and back. She seemed to be caught by surprise when I kept going down and began licking her asshole. At first, it seemed like she wasn't so sure about this but, when I started rubbing her clit simultaneously, she got on board in a hurry. While still managing to take care of the task at hand, I stole a look at my mom's face. She had her eyes shut and she was mouthing the words "Oh my god" over and over again. In what seemed like no time, she reached another orgasm and let out a scream that rattled the house.

Mom did not seem to be bothered at all by the fact that my tongue was just in her asshole because she quickly gave me a kiss that was not only passionate but seemed thankful if that makes any sense. She then threw me down on my back and pulled down my boxers. I wasn't expecting much from her orally because she hadn't given a blowjob in I'm assuming at least three years and then she was married for a long time before that so who knows. However, I couldn't have been more wrong. She handled my dick like a porn star. She was moving her tongue around in ways that I honestly couldn't even understand. What surprised me even more was the fact that she was able to deep throat it without too much trouble especially since my dick is at least slightly above average size. I can normally last pretty long but her skills would not allow that in this instance. So, I told her, "I'm about to cum."

She gave the bottom of my dick one more lick from the base to the head before she slightly backed away and said, "No you're not. Not yet. You're gonna fuck mommy's brains out."

Believe me, I didn't need to be told twice. I did have a question though, "Do you have any condoms?"

"We don't need one. I got that whole situation taken care of after your sister was born."

She assumed the same position she was in earlier with her legs above her head. This was particularly awesome because not only did it give me great access to her pussy but her legs also pushed her beautiful tits together. While still focusing on this stunning visual, I slid my rock hard cock into her warm and extremely wet pussy. My first strokes were slow and deep as I was simply enjoying how great it felt to be inside her. I happened to look over and see a picture on the nightstand with a frame that says "World's Greatest Mom". For some twisted reason, this turned me on even more and I began to increase the pace of my pumps. She seemed to notice and got more riled up herself. At this point, we were making the headboard bang up against the wall over and over again. I licked my fingers and started rubbing her tits. This compelled her to join in on rubbing her tits and pressing my hand even more firmly into them. As hard as I tried to make it last as long as possible, I could tell that I was rapidly approaching the point of no return. So, again, I told her, "I'm about to come."

She looked right at me with a slight grin and said, "Give me all of it."

As if compelled by that command, I busted a giant load right into my mom. I then laid down in the bed next to her as we were both out of breath. I looked over at her, she simultaneously looked at me and we both just started laughing. We were both then just staring at the ceiling, contemplating the consequences of what just happened. However, I realized that I couldn't take it back now so I just wanted to enjoy this moment in case it was the last time it would ever happen.

Even though there were a million things to be said in the situation, we just laid there in silence. She turned on her side and I cozied up behind her with my arm wrapped around her. This could be a somewhat acceptable mother/son positioning if it weren't for the fact that we were both still totally naked. She didn't seem to mind the fact that my cock was rubbing up against her ass. I certainly didn't mind that her ass was rubbing up against my cock. I gave her a soft kiss on her neck before I said, "Good night, mom."

"Good night, sweetie."

When I woke up, I found myself alone in my mom's bedroom. I got up, put on my boxers and walked down to the kitchen. I saw her sitting at the table with two plates of food, a cup of coffee in her hand, and a blank stare out the window. I broke her trance with, "Good morning, mom!"

"Morning, sweetie!"

"Breakfast looks great!"

"Thanks," she said and then paused to think, "Listen, we need to talk about last night."

Begrudgingly, I said, "I know. For what it's worth, I had a great time."

"So did I....that's the problem," She replied.

I responded, "I get that it's not an ideal situation but I don't think it was a mistake. Standing here right now, I still want you. Last night, I could have gone out with Kelly but I wanted you. I wanted you so badly. I wanted you more than I've ever wanted anyone."

"But this can never work. Mothers just can't date their sons. It would be one thing if you were an only child but what would your sisters think if they found out."

"I think it can work out. We're still mother and son but just a little more intimate."

"A little more intimate? Your tongue was in my asshole last night."

"That's a good point. And as far as Charlotte and Kenna go, I don't think it will be that hard to keep it from them since they don't come around that often."

"Well what does this mean for you and Sarah?" lei chiese.

"Honestly, I don't know. I think I'll have to play it by ear. To be honest, I don't really want to think about all of these things right now," I said as I started to undo her robe, "We have about twenty minutes before I have to get ready to leave for the airport."

In just those twenty minutes, we absolutely tore that kitchen apart. She even seemed to have developed a new fetish as she requested that I eat her ass out again. To even things out, she actually let me fuck it after I licked it.

The ride to the airport had very little conversation. It was more or less just an exchange of smiles. Once we got there, we were pleased to see that the security check wasn't very crowded. As we were saying good bye, what started out as a good bye peck turned into a full-on make out. Luckily, nobody around us knew just how taboo this action was. However, with the mindset that we were in, we probably wouldn't have paid them any mind even if they did. Eventually, we managed to break away from each other. I gave her one more look before I went into the terminal. She flashed that gorgeous smile of hers and waved. I waved and turned away. I didn't look back again

Storie simili

Il negozio d'angolo seconda parte

La prima parte è qui: sexstories.com/story/82788/ Controllò l'orologio, sarebbe arrivata presto. Era circa una settimana dopo, ero nel suo negozio, la mamma mi aveva mandato a prendere il cibo di cui avevamo bisogno per il fine settimana. Dopo aver chiamato tutto nella cassa e aver messo tutti gli oggetti in tre grandi sacchetti di plastica. Lui mi disse: Mi devi ancora un sacco di soldi, dovrai andare nella stanza sul retro oggi Scioccato, balbettai. No. Per favore, signor Hassan, non voglio farlo Mi afferra il braccio, dicendomi; Non hai altra scelta ragazza, pensi che tutto il cibo e i soldi siano...

2.6K I più visti

Likes 0

Tim, l'adolescente parte XV

Nota: ——NON sono l'autore! Ci sono diversi autori in realtà, non sono così sicuro che qualcuno di loro sia il creatore, ma so che non sono io. Sto semplicemente condividendo questa bella storia con tutti voi perché non l'ho vista qui. Ora in origine dovevano essere tutte 9 parti, ma... Qualcuno ha detto che la prima era troppo lunga, quindi ho deciso di dividerle tutte in post più piccoli. Ho pensato di provare un aspetto e una struttura della frase diversi per questo capitolo, per favore fatemi sapere come vi piace. BUON APPETITO--- Tim, l'adolescente parte quindici di: Rass Senip +++...

2.8K I più visti

Likes 2

Una ragazza impara la lezione

Tornando faticosamente verso le stalle, Katy si chiese se questo lavoro valesse davvero tutti gli sforzi. Aveva fatto una lunga passeggiata e ora stava iniziando a piovere. Si sarebbe bagnata nell'ultimo miglio. Ha tirato il guinzaglio del cane e ha iniziato a correre verso la fattoria e il rifugio. Da sei settimane lavorava al maneggio e le vacanze estive erano quasi finite. Questo è stato l'inizio della sua ultima settimana. Il lavoro non era molto ben pagato, ma poi la signora Johnson, la proprietaria della scuola di equitazione, permise a Katy di stallare il proprio cavallo lì gratuitamente e fu in...

2.7K I più visti

Likes 0

L'uomo della manutenzione 2

L'uomo della manutenzione 2 --------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ---------------- Mark si svegliò il giorno dopo con una strana sensazione, il suo cazzo era immerso in una sensazione calda, umida, di suzione, era meravigliosamente diversa da qualsiasi cosa avesse mai sentito. Poi all'improvviso ha avuto una sensazione non dissimile dal dover pisciare. Poi si è sentito così com'era che stava pompando la pipì fuori, ma non del tutto, ha avuto una sensazione più meravigliosa di quella, poi all'improvviso come è iniziato è sparito. Senza pensarci troppo perché pensava che fosse un sogno, ripiombò più profondamente nel sonno. Risvegliandosi un paio d'ore dopo, Mark guardò...

2.7K I più visti

Likes 0

Imbevuto

Questa è la mia prima storia; è una storia vera di qualche anno fa. Sentiti libero di darmi i tuoi commenti e ti diverti tanto quanto me!! Sapevo che non sarebbe stata contenta che non fossi andata a prenderla perché pioveva così forte ma ero davvero impegnata in casa che avevo perso la cognizione del tempo, comunque aveva compiuto 16 anni il giorno prima quindi voleva la sua 'Indipendenza'. Mi chiamo Chris e ho 24 anni e sono il tutore ufficiale di Debbie, la cui mamma stava viaggiando per il mondo apparentemente trovandosi e papà stava abbastanza felicemente crescendo la sua...

2.7K I più visti

Likes 0

The Demons Harem Part One: Il raduno

Ti insegneremo ogni sorta di cose nuove Il brutto bruto ridacchiò mentre afferrava una delle braccia della ragazza e la spingeva nella cella. Lei inciampò sul pavimento sporco mentre lui chiudeva il cancello di metallo arrugginito, sbattendolo contro le sbarre, facendo tintinnare la gabbia come una prigione. Sapevano che questo giorno stava arrivando. Tutte le ragazze dei villaggi vicini sono cresciute nella paura sommessa che un giorno verranno portate via dalle loro famiglie e costrette alla schiavitù. Un'altra guardia sputò nella gabbia, cadendo ai piedi di una delle ragazze. Le sue labbra si arricciarono e distolse lo sguardo. Creature disgustose. Pelle...

1.3K I più visti

Likes 0

Le avventure del Villaggio della Foglia di Naruto!

Era una primavera tranquilla nel villaggio della foglia, Orochimaru era insolitamente tranquillo, gli altri villaggi inviavano messaggi occasionali che tutto andava bene e non era necessario alcun aiuto. A questo punto però, proprio come direbbero Rock Lee e Might Guy, questi ragazzi sono nella primavera della loro giovinezza! L'amore! E la passione sono le strade per l'età adulta! Questa era una delle citazioni più veritiere pronunciate da Might Guy, e descriveva esattamente cosa stava succedendo nel villaggio della foglia in quel momento... Subito dopo una missione, alla periferia del villaggio della foglia, in un'accogliente locanda, Naruto, Sakura e Sasuke si stavano...

1.1K I più visti

Likes 0

Nuovi orizzonti

Davvero difficile essere un ragazzo a quindici anni. Non ancora un uomo, ma anni luce dall'infanzia. Non ho soldi per parlare: il turno occasionale del fine settimana al McDonald's mi tiene a malapena in forma. Niente macchina, troppi compiti e, peggio ancora, nessuna ragazza normale ed è di questo che voglio parlarti. Certo, alcune ragazze della mia classe sono simpatiche. Sandra ha una bella testa sulle spalle ma questo è il problema, ho sentito che anche lei fa una bella testa. Jackie è tutta innocenza, almeno questa è l'immagine che le piace trasmettere. Adesso però è una specie di problema, dopo...

557 I più visti

Likes 0

Affare di famiglia - capitolo 3

Quindi eccomi lì, seduto nudo al tavolo della colazione, come aveva richiesto la mamma, a mangiare i miei cereali. Con la sua tazza di caffè, la mamma venne e si sedette al tavolo. Quando si avvicinò al tavolo, il suo vestito di cotone non faceva nulla per nascondere il fatto che non indossava un reggiseno, le sue tette ondeggiavano mentre faceva i pochi passi verso il tavolo. Quando si sedette di fronte a me, la parte superiore, con i primi tre bottoni slacciati, rimase a bocca aperta per rivelare uno scorcio delle sue tette mentre pendevano lì, invitanti. Solo vedere quella...

441 I più visti

Likes 0

Mio cugino. Il mio amante

MIO CUGINO. IL MIO AMANTE. Questa è la prima volta in assoluto una storia vera scritta da mio cugino. Questo è anche il suo primo messaggio. Sii gentile. Per quanto posso ricordare, ho avuto una cotta enorme per mio cugino di secondo grado. Devo dire che ha 13 anni più di me. Quando avevo 14 anni, mia madre, mia sorella ed io eravamo tutti fuori a casa della sua famiglia per l'annuale barbecue del 4 luglio. Ero sceso da solo per usare il bagno e l'ho visto indossare il costume da bagno attraverso una fessura nella porta della camera da letto...

3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.