I miei giorni in Thailandia parte 4

1.1KReport
I miei giorni in Thailandia parte 4

Mentre la cameriera portava un secchiello pieno di ghiaccio e bottiglie di birra e champagne, mi rivolsi a Mia e Pannai:
"Voi, due, capite l'inglese?"
Si guardarono e annuirono. Fu Pannai a parlare:
"Capire... parlare di no".
Ho riso una risata malvagia:
“Bene…..io amo le puttane che non parlano troppo…. Sdraiati, tutti e due! E allarga le gambe, così posso vedere le tue fiche!
Mentre si sdraiavano, ho preso due manciate di ghiaccio e ho iniziato a premerlo sulle loro tette, collant, su tutto il loro giovane ventre piatto. La pelle d'oca è salita su di loro e i loro capezzoli si sono induriti. Ho buttato via la maggior parte del ghiaccio e ho preso solo due cubetti. Quelli li ho premuti nelle loro fiche strette, e li ho visti contorcersi, e ho potuto sentire le loro viscere calde e umide che mi stringevano le dita. Sono rimasto davvero colpito da quanto fossero stretti e il mio cazzo ha iniziato a salire di nuovo. Una ragazzina di nome Jenny è subito saltata per succhiarlo, ma l'ho spinto via.
"No. Non ancora."
Sora glielo ha tradotto e lui/lei ha avuto un'espressione delusa sul viso. Ho sorriso:
"Dille che verrà il suo momento... Ora voglio queste stronze." E con quelle parole, ho sbattuto il mio cazzo nella figa di Mia, e lei ha mezzo gemito e mezzo urlato. Era così stretta che solo metà del mio cazzo le è entrata dentro e ho dovuto premere per entrare più a fondo. L'ho vista stringere forte la mano della sua amica e tracce di lacrime nei suoi occhi, mentre il mio cazzo premeva più a fondo dentro di lei. Mentre sentivo una bocca del suo utero, c'era ancora più di un terzo del mio cazzo fuori di lei. L'ho baciata e lei ha girato le gambe intorno a me. Ho tirato un po' il mio cazzo, e poi l'ho sbattuto ancora, e ancora, sentendo il suo grembo aprirsi per ricevere tutta la mia lunghezza, e la sua fica che stringeva il mio cazzo così forte che temevo di venire troppo presto. L'ho scopata qualche altra volta e ho tirato fuori il mio cazzo da lei. Il suo corpo era luccicante di un misto di acqua e sudore, e sembrava molto, molto più giovane di diciotto anni, sdraiata lì, con un misto di sollievo e delusione sul volto. Mi sono mosso un po' e ho messo il mio cazzo nella fica di Pannai. Anche quello era stretto, ma non perché Mia e il mio cazzo scivolassero facilmente nella sua umidità, fino in fondo. L'ho scopata per qualche minuto, poi ho tirato Mia su di lei. Cominciai a fotterne uno, poi l'altro, perdendo ogni volta sempre più la mia moderazione, finché non rimasero solo il mio cazzo, e due buchi bagnati, e un ritmo duro di martello pneumatico che li spaccava senza pietà. Sora li baciava, uno, poi l'altro, leccando loro il viso, e i capezzoli, e vedendo quel bel corpo chinarsi su di loro, e quella bocca che li baciava, asciugando loro le lacrime, mi faceva ancora più arrabbiare, e me li fottevo come un matto, come lì Non ci sarà domani. Alla fine, con un urlo, ho tirato fuori il mio cazzo da Pannai e l'ho spinto con forza nella bocca di Sora, dove sono esploso. Ho potuto vedere che ha provato a prenderlo tutto, ma un po' del mio sperma è esploso dalla sua bocca mentre si imbavagliava sul mio cazzo. Gliel'ho tirato fuori dalla bocca, ancora gocciolante di sperma tutt'intorno, ho preso una bottiglia di birra e l'ho bevuta tutta d'un fiato. Mi sentivo stanco e eccitato allo stesso tempo, e potevo sentire la bocca succhiare le ultime gocce di sperma da me. Ho guardato solo per curiosità e ho visto Jenny, come se non potessi indovinare. Ciò che mi ha tolto tutta la stanchezza è stata una foto di Mia e Panai che baciano Sora e mescolano il mio sperma nelle loro bocche. Mi sono seduto sul divano e ho preso un'altra bottiglia di birra, la bocca affamata di Jenny continua a succhiare il mio cazzo ormai morbido. Gli accarezzai la testa, troppo stanco per spingerlo via.
Mi sono seduto lì per un po', Sora e due ragazze sdraiate lì si sono mischiate, bevendo la mia birra. Jenny era una piccola succhiacazzi, devo ammetterlo. Per quanto mi sentissi stanco e quasi dolorante per la stretta della fica di Mia, lui/lei è riuscito a svegliarmi quasi fino in fondo. Ma ora ho avuto un problema. Avevo bisogno di fare pipì e sapevo che i bagni sono dall'altra parte del bar. Sono partito per i miei vestiti e Sora ha chiesto:
"Signore? Stai andando da qualche parte? Che c'è?"
"Niente è sbagliato. Ho solo bisogno di fare pipì.
Lei rise e allontanò Jenny. Mi ha preso il cazzo con entrambe le mani e mi ha guardato dritto negli occhi:
"Per favore, signore, pipì... voglio la tua pipì..."
Ho riso della mia fortuna. Ho pisciato in bocca a puttane di entrambi i sessi prima, ma non ero sicuro che Sora fosse una di quelle. Così ho iniziato a fare pipì. La prima esplosione l'ha sorpresa e le è schizzata sul viso, ma poi ha aperto la bocca e ha preso il secondo in bocca. Ha deglutito quanto più velocemente possibile, ma un po' della mia urina è gocciolata dalla sua bocca sul suo corpo, e non sono stato sorpreso di vedere Jenny leccarne ogni goccia, ma sono rimasto sorpreso quando Mia e Pannai si sono uniti alla condivisione la mia pipì. Ero così affascinato da quella foto che mi dispiaceva quando non c'era più pipì in me. Quindi, ho preso una bottiglia di champagne dal secchio e l'ho aperta. È schizzato su tutto il corpo e hanno immediatamente dichiarato di leccarlo. Ma non era quello che avevo in mente. Ho preso Sora e l'ho spinta sul divano.
"Alza le gambe, mascalzone!"
Mi ha obbedito come se avesse indovinato quello che ho in mente, e ho premuto il collo di bottiglia sulla sua fica, e ho iniziato a versare.
“Venite, tutte puttane; se vuoi bere champagne, lo berrai dalla fica di Sora!”
E tutti sono saltati e hanno iniziato a leccare e succhiare lo champagne dalla sua fica, e vedendo quelle lingue rosa rotolare dentro la sua figa bagnata, e lei che cercava di allargarla il più possibile ha svegliato la mia bestia in pieno, quindi ho afferrato Pannai e ho sbattuto collo di bottiglia nel suo buco del culo e ho versato quanto più potevo in lei, e poi ho afferrato Jenny e gli ho fatto bere un clistere di champagne. Lo champagne è scoppiato dal culo di Pannai e ha sbattuto la faccia e i seni metallici di Jenny mentre cercava di berlo tutto. Sia Sora che Mia sono saltate a leccare con lui/lei, goccioline di champagne ancora gocciolavano dalla figa di Sora lungo le sue gambe perfette. Il mio cazzo era duro come una pietra, e guardando quei tre corpi che si contorcevano sul pavimento coperti di urina, champagne, saliva, impazzii completamente. Ho afferrato il culo di Mia e ho spinto due dita non così delicatamente nel suo buco. Lei gemette, e i suoi occhi rotearono. Era così stretta che le mie dita sono arrivate solo a metà. Quindi sapevo che le avrebbe fatto male, ma non mi importava, quindi ho spinto il mio cazzo dentro di lei. Ha urlato e il suo urlo mi ha fatto solo arrabbiare di più. Ho premuto tutto il mio cazzo nel suo culetto, mentre afferravo Sora e Pannai per leccarmi i capezzoli. Ho anche notato che Jenny ha ricominciato a leccarmi il culo, quindi ho tirato fuori il mio cazzo dal culo di Mia e l'ho spinto giù per la gola di Jenny. Lui/lei ha imbavagliato un po', poi l'ho spinta giù e alla fine gli/le ho dato quello che voleva... Ho spinto il mio cazzo nel buco del culo di Jenny e i suoi occhi si sono bagnati di lacrime. Con la coda dell'occhio ho visto che Pannai stava leccando il buco del culo dolorante di Mia, e Sora mi stava ancora leccando i capezzoli. Le ho afferrato i capelli e le ho fatto leccare il mio buco del culo, e lei lo ha leccato come una campionessa, la sua lingua è entrata molto in profondità nel mio buco. Dopo pochi minuti ho tirato il mio cazzo fuori dal culo di Jenny, e gliel'ho spinto di nuovo in gola, dove alla fine sono esploso, riempiendogli la gola di denso sperma caldo.

Storie simili

Prendersi cura di Liz

Mi ero appena trasferito in una nuova zona per vivere con la mia ragazza. Ci frequentiamo ormai da diversi anni, quindi sono diventato parte dell'intera famiglia. Tutti i nipoti e i nipoti della mia ragazza avevano persino iniziato a chiamarmi “zio”. Un fine settimana il mio futuro fratello e mia cognata partivano per il fine settimana per visitare alcuni amici fuori città. Stavano portando con sé i loro due figli, ma la figlia è dovuta rimanere a casa per dare una mano con una raccolta fondi per la scuola. Non volevano lasciarla a casa da sola per il fine settimana e...

420 I più visti

Likes 0

Le cronache della discesa di Suzie - parte 2

Parte 2 Un giorno ero al lavoro e facevo il solito... lavoravo per un altro giorno pieno di cazzi di gomma. Da quando i miei figli avevano buttato via TUTTA la mia biancheria intima. Matt si era preso la briga di farmi un paio di piccole cinghie attaccate a un tassello di pelle. Questo teneva fermo il mio dildo e teneva nascosto il mio cazzo. È stato facilissimo da montare e slacciare molto velocemente... quanto è stato premuroso da parte sua! Uscii dal gabinetto e trovai Sue, una delle altre commesse, appoggiata al bancone. L'ho guardata negli occhi e non potevo...

297 I più visti

Likes 0

Teenage Mutant Ninja Turtles Fanfic Capitolo 2 - scusate è tardi

Di Hana M. Brimeck Chiudo la finestra, chiudo gli occhi, mi giro, ricado all'indietro e scivolo sul pavimento. Mi prendo un momento per riprendere fiato finché i miei pensieri non vengono interrotti da un brivido freddo. 'Ho bisogno di una doccia calda.' mi dico mentre finalmente mi rialzo dal pavimento con un gemito. Mi tolgo il maglione e il reggiseno bagnati, non come se stessero facendo molto per coprirmi comunque. Mi prendo un momento per toccarmi i seni tenendoli a coppa tra le mani in un futile tentativo di scaldarli. La mia gonna cade sul pavimento in un ciuffo bagnato, seguita...

570 I più visti

Likes 0

Cronache di Succubus High, cap. 1

Cronache di Succubus High di Quiver Capitolo 1: Vetrinistica 1:25. 4° periodo. Tom sedeva dietro la scrivania nell'angolo mentre aspettava che il suo prossimo gruppo di studenti iniziasse a presentarsi per la prima lezione dopo pranzo. Non erano mai molto concentrati a quell'ora del giorno, e in più di un'occasione aveva sorpreso uno studente ad appisolarsi durante la lezione. Almeno questo gruppo era la sua classe senior. Le matricole a cui insegnava negli altri quattro periodi erano molto più turbolente. Un miscuglio così strano di scherzi infantili e drammi adolescenziali con cui confrontarsi, sempre qualche nuovo problema di cui non gli...

493 I più visti

Likes 0

Era una stronzata, pensavo

Il sabato pomeriggio andavo al cinema con alcuni amici. C'era una ragazza che mi piaceva e ho provato a sedermi accanto a lei se potevo. Un pomeriggio ho provato a tenerle la mano e lei me l'ha lasciato per un po' che l'hanno tirata via. Dopo il cinema siamo andati tutti al bar del latte e ancora una volta ho provato ad avvicinarmi a lei. Le ho parlato e sembrava che le piacessi e le ho chiesto perché ha allontanato la mano. Ha detto che stava iniziando a piacerle, ma non voleva essere coinvolta in quel modo perché eravamo tutti buoni...

976 I più visti

Likes 0

Guardare e fare

GUARDARE E FARE John sentiva di aver fatto un ottimo affare. Quando si è trasferito in questo condominio, ha incontrato e parlato con il proprietario e ha convinto quell'uomo a lasciarlo svolgere il ruolo di custode/custode/amministratore residente, facendo tutto ciò di cui l'edificio aveva bisogno per $ 200 al mese di sconto sull'affitto più le spese. Normalmente ciò richiedeva solo poche ore al mese dal suo tempo libero, e se avesse dovuto lavorare durante quel giorno in un giorno feriale, il suo programma come tecnico di laboratorio presso un'azienda farmaceutica avrebbe potuto essere modificato - la maggior parte delle cose potrebbero...

507 I più visti

Likes 0

Fottuta Mia Matsumiya

Mia è una bellissima ragazza giapponese con grandi occhi espressivi, piccoli seni impertinenti, gambe lisce ed eleganti da morire e lunghi capelli neri come il corvino che di solito lega in una coda di cavallo sexy. Suona il violino per diversi gruppi d'avanguardia e, a soli 24 anni, ha un grande talento per essere così giovane e di solito riceve standing ovation alla fine dei suoi assoli. La gente spesso la paragona alla vecchia Yo-Yo Ma, in relazione al suo puro talento, e la maggior parte dei ragazzi che vengono alle sue esibizioni nutrono tantissime fantasie sull'essere quello che la porterà...

467 I più visti

Likes 0

Lo schiavo_(1)

Capitolo primo Il ritrovamento dello schiavo Erano passati diversi mesi dall'ultima volta che qualcuno si era avventurato fuori dal regno in cerca di nuovi schiavi. Ma poiché la guerra era finalmente finita, la principessa Devania decise di uscire e trovarsene una. Cercò città dopo città esaminando centinaia di giovani ma nessuno di loro suscitò il suo interesse. Poi, dopo settimane di ricerche, proprio mentre stava per arrendersi, sentì un piccolo trambusto provenire da una prigione vicina e dovette solo controllare. E lì nel cortile, ad affrontare cinque uomini, c'era l'uomo più bello che avesse mai visto, era quello giusto. Saltò giù...

296 I più visti

Likes 0

Il tempo di Sangeeta a Praga (parte 6): tutte le cose belle devono finire

1. Sangeeta: le cose belle devono finire Le loro attività sessuali continuarono nei restanti giorni della loro permanenza a Praga. Suo figlio serviva regolarmente lei e sua zia, e Sammy era sempre disposto a essere coinvolto in qualsiasi altra scappatella sessuale capitasse. Sangeeta non avrebbe mai dimenticato quella volta in cui andarono di nuovo a casa di Richard e Susie. Vide suo figlio con il cazzo sepolto nel profondo della vagina di Heidi, Suzie che leccava i succhi di sua figlia dall'asta ogni volta che si tirava indietro prima di spingerlo di nuovo dentro Heidi, Richard con il suo cazzo nel...

532 I più visti

Likes 0

Brani della mia vita

Estratti della mia vita -- Adolescente travestito Mi chiamo Melvin o Mel in breve tranne quando mi vesto da ragazza e poi sono Melani. Ho 14 anni dal vivo con la mia mamma single e mi godo le mie estati perché non ho altro da fare se non perseguire la mia passione, il sesso. Ci sono tre cose che mi piace fare e non posso dire di preferire l'una o l'altra. Amo la sensazione di un cazzo duro nelle mie mani e nella mia bocca; Adoro sentire una figa calda e bagnata che mi afferra la lingua e adoro vestirmi come...

2.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.