Camper travestito Parte 2

509Report
Camper travestito Parte 2

Quindi stavo ancora tremando e stavo in piedi tra le gambe di John con le mie mani sulle sue ginocchia e lui seduto lì senza pantaloni che ancora riprendeva fiato quando sentiamo qualcuno urlare "John" e una torcia arriva verso di noi. Sono sicuro che sembravamo dei cervi nei fari quando la torcia ci ha colpito e non si è mossa. "John! Che diavolo? Chi è questo?" mentre il suo ritmo aumentava e si avvicinava a noi. "Uhh, Steven umm uh" John ha risposto  "Ti mandiamo a prendere la legna da ardere e tu fai un po' di azione. Lucky Bastard". "Sono Steven" mi ha detto, incerto se ci stringiamo la mano o cosa fare in una situazione come questa. Sono ancora senza parole e lui dice "cosa indossi amico? Che caldo". Mi sono presentato, ho preso la mia birra e ho fatto un lungo sorso. Sono Scott e sì, vengo qui per la privacy così posso travestirmi. Immagino di essere stato catturato... di nuovo. Feci un passo indietro tra le gambe di John e feci un passo indietro sulla panca. John si alzò rapidamente e si rimise i pantaloni. Ora speravo che se ne andassero, ma Steven si è avvicinato e mi ha afferrato il culo e ha detto che ero davvero sexy con il raso e gli ho chiesto se si era perso tutta l'azione o se ce ne sarebbe stata di più. Ho risposto che non lo so. Questa è la prima volta che faccio qualcosa con un ragazzo. Steven ha continuato a toccarmi il culo e ha allungato la mano con l'altra mano e mi ha strofinato il petto e ha giocato con i miei capezzoli attraverso la cami di raso proprio come aveva fatto John che mi ha fatto eccitare prima. La sua mano sul mio culo è scivolata in profondità nella mia fessura ed era come se stava cercando di spingermi le mutandine su per il culo. John ha detto a Steve che probabilmente dovrebbero andarsene e lasciarmi stare, ma Steve ha detto "Assolutamente no amico, sono davvero eccitato". "Sei pronto per più Scott?" Mentre spingeva il dito più forte nel mio culo. E io ho risposto, sì, perché diavolo no. Steven ha detto che voleva scopare qualcuno tutto il giorno, quindi ora l'avrei preso. John gli disse che potevo gola profonda e se non l'avesse mai provato, avrebbe dovuto lasciarlo fare a lui. "Va bene, ti fotto la gola, ma poi userò il tuo culo bene." Ho chiesto a John di prendere il mio zaino dalla mia tenda e di togliermi il lubrificante mentre mi sdraiavo sulla panca da picnic con la testa penzolante. Ho sempre voluto provare questa posizione, dissi a Steven. "Qualunque cosa tu voglia amico" ha risposto. Avevo visto Peter North scopare in faccia con un ragazzo su una panca da allenamento nel porno "The Bigger They Are" e da allora l'ho sognato. Steven si è lasciato cadere i pantaloncini e mi ha infilato in bocca il suo cazzo semi eretto. Ha detto "Non preoccuparti, diventerà difficile". Mi piaceva sentirlo diventare sempre più duro nella mia bocca e lui gemette. Ha iniziato a fottermi lentamente la bocca e poi John è venuto dalla mia tenda tenendo in alto la bottiglia di lubrificante e il mio dildo da 8 pollici e dicendo "questo è il motivo per cui può ingoiare il cazzo così bene. Scommetto che ha fatto molta pratica". Quella era una prova sufficiente per Steven e lui si è spinto verso la parte posteriore della mia gola e ho cercato di fare un respiro profondo. Ha superato il mio riflesso del vomito e ha detto "Oh merda, non ho mai saputo cosa mi stavo perdendo, nessuna ragazza mi ha mai fatto questo". e si è tirato indietro. Mi scopava la faccia per un po' e poi mi infilava il cazzo in gola di nuovo diverse volte. Adoro avere le sue palle negli occhi e la base del suo cazzo proprio contro il mio naso. Sembrava un'eternità ma alla fine si fermò e disse: "Voglio sborrarti nel culo, quindi alzati e piegati sul tavolo". mostrare. Steven ha lubrificato il suo cazzo e ha tirato le mie mutandine di lato e mi ha infilato un dito lubrificato nel culo. Con una mano che teneva il suo cazzo e l'altra che mi teneva le mutandine e la guancia del culo di lato, ha fatto scivolare il suo cazzo contro il mio culo e ho preso un respiro profondo proprio mentre spingeva dentro. Era proprio come mi ero esercitato con il mio dildo ma meglio. questa volta era un vero cazzo nel mio culo e qualcuno stava facendo tutto il lavoro e ho avuto modo di divertirmi e di sapere che anche lui si stava divertendo. La mia testa e il busto erano distesi sul tavolo mentre Steven ha iniziato a scoparmi con la sua mano sulla mia schiena e le sue dita che affondavano nel raso e nella mia pelle. Mi stava prendendo in giro a un buon ritmo e ho alzato lo sguardo per vedere John che sorrideva e si godeva la sua birra. Rimase in piedi dove poteva vedere il cazzo di Stevens entrare e uscire dal mio culo. Solo una cosa avrebbe potuto renderlo migliore e quello sarebbe stato il cazzo di John nella mia bocca. Stavo diventando di nuovo duro e sono sicuro che lo era anche lui. Ma non ho detto niente, non potevo con la mano di Steven che mi spingeva sulla schiena. Tutto quello che potevo sentire era il suo respiro profondo con un occasionale "cazzo sì" e le sue cosce che sbattevano contro le mie guance. Alla fine gemette, "Sto arrivando e ti riempirò il culo di sborra" e poi grugnì molto forte e si infilò dentro di me più che poteva. Potevo sentire il suo cazzo pulsare e pulsare mentre scaricava tutto il suo sperma dentro di me. Stava tremando e alzò la mano dalla mia schiena e si sdraiò sopra di me e scivolò delicatamente avanti e indietro con il raso tra di noi. Giovanni era senza parole. Lo eravamo tutti. È stato così bello avere Steven sdraiato sopra di me e respirare a fatica per riprendere fiato mentre il suo cazzo è rimasto dentro di me. Speravo che lo lasciasse lì per molto tempo. Alla fine ha iniziato ad ammorbidirsi e si è tirato fuori e ho potuto sentire dello sperma uscire con il suo cazzo e iniziare a scivolare lungo la mia gamba. Sei una fottuta puttana calda, ha detto e John ha riso con lui. Gli abbiamo asciugato il cazzo sulle mutandine e io mi sono girata e mi sono seduta sulla panchina esausta e ubriaca per l'estasi di quello che era successo. Ho detto che ho sete, sperando che John mi prendesse una birra. Steven ha detto che posso aiutare con quello. Devo sempre fare pipì dopo il sesso e ridere mentre si avvicinava a me e iniziava a pisciarmi addosso e poi John posò la birra, si slacciò i pantaloni, tirò fuori il cazzo e iniziò a pisciarmi addosso. Mi metto le mani sulla faccia sconvolta. Non avevo mai fantasticato su questo prima. Potevo sentire i loro flussi caldi ai lati del mio viso e su e giù per il mio corpo mentre ridevano. Il raso bagnato aderiva al mio corpo ed era bello e caldo e ho tolto le mani dal mio viso e John mi ha dato un'ultima buona dose vicino alla mia bocca. Ho tirato le mie mutandine di lato e ho iniziato a pisciarmi. È spruzzato a metà del mio petto. Steven ha finito per primo, si è tirato su i pantaloncini e poi mi ha portato una birra fresca. John si abbottonò e afferrò la legna da ardere dal tavolo e disse grazie per la legna da ardere e rise. Mentre accendevano le torce elettriche e tornavano al loro accampamento. Ho sentito Steven chiedere a John: "Pensi che dovremmo dirlo a Michael?" "Nah' ​​john ha risposto" Penso che Scott ne abbia avuto abbastanza per una notte". Mi sono seduto lì senza parole e mi sono chiesto se fosse tutto un sogno, ma poi la mia gola e il mio culo me lo hanno ricordato. Poi la piscia ha iniziato a rinfrescarsi nell'aria notturna mentre il raso si appiccicava alla mia pelle. Siamo riusciti a inzupparlo quasi tutto. Ho potuto assaggiare la pipì mentre bevevo la mia birra e ho deciso cosa fare dopo. Ho preso l'asciugamano dallo stendibiancheria e ho preso la mia torcia elettrica e mi sono diretto verso il lago al chiaro di luna. Le mie scarpe schiacciavano per tutta la pipì che mi era scesa lungo la gamba. Ho sentito una grossa goccia di sperma di Steven espellersi sulla mia gamba. Niente era disgustoso a questo punto. Ho camminato nelle calme acque del lago e ho galleggiato in giro e mi sono lavato. Dopo circa 30 minuti, sono tornato alla mia tenda e mi sono tolto la camicetta bagnata e le mutandine del rubinetto, mi sono asciugato e mi sono infilato la mia lunga camicia da notte di raso rosso in cui avevo intenzione di dormire. altri ceppi sul fuoco e mi sono seduto sulla mia sedia da campo e mi sono goduto qualche altro drink prima di andare a letto con un sorriso sulla faccia chiedendomi cosa potrebbe succedere domani.

Storie simili

Sesso con mia sorella (Libro 1 Capitolo 2) Riscrivi

Nota dell'autore: Fiction - Sostantivo - 1. La classe della letteratura la classe della letteratura che comprende opere di narrazione immaginativa, specialmente in forma di prosa. 2. opere di questa classe, come romanzi o racconti: narrativa poliziesca. 3. qualcosa di finto, inventato o immaginato; una storia inventata: abbiamo tutti sentito la finzione della sua salute delicata. 4. l'atto di fingere, inventare o immaginare. 5. una cosa o un evento immaginario, postulato ai fini dell'argomentazione o della spiegazione. 6. Legge. un'affermazione secondo cui esiste un fatto di cui si sa che non esiste, fatta dall'autorità di legge per portare un caso nell'ambito...

13 I più visti

Likes 0

Lascia che una Playa giochi

Lascia che A Playa Play Storia di Charles che usa il suo bell'aspetto e il suo fascino per scopare tutte le donne che vuole. Oooohh cazzo, mmmmm. geme con una gamba sulla mia spalla, mutandine nere con rifiniture rosa che pendono dal suo piede mentre attacco vigorosamente la sua figa con la mia lingua. Essendo questo il suo ultimo giorno di lavoro, ho pensato di mandarla via con un regalo d'addio. Più simile a questo è ciò che ti mancherà presente. Mentre si morde il labbro, mi afferra la nuca e mi preme il viso nella sua figa bagnata. Non sai...

1.3K I più visti

Likes 0

Imbevuto

Questa è la mia prima storia; è una storia vera di qualche anno fa. Sentiti libero di darmi i tuoi commenti e ti diverti tanto quanto me!! Sapevo che non sarebbe stata contenta che non fossi andata a prenderla perché pioveva così forte ma ero davvero impegnata in casa che avevo perso la cognizione del tempo, comunque aveva compiuto 16 anni il giorno prima quindi voleva la sua 'Indipendenza'. Mi chiamo Chris e ho 24 anni e sono il tutore ufficiale di Debbie, la cui mamma stava viaggiando per il mondo apparentemente trovandosi e papà stava abbastanza felicemente crescendo la sua...

1.4K I più visti

Likes 0

Fratelli gemelli... insieme

Quando i gemelli Kale e Jeremy sono cresciuti facendo tutto insieme; dal baseball, dalla scuola e dal sesso. I ragazzi avevano trascorso tutta la vita in una piccola città senza niente da fare, quindi hanno trascorso il loro tempo insieme. E come tutti i gemelli erano inseparabili. Entrambi i ragazzi, essendo gemelli identici, erano 14, 5'4 e magri, capelli biondi semi lunghi, splendidi occhi grigio bluastro, ed erano bellissimi. Erano i must di ogni ragazza della scuola. Ma con l'arrivo dell'estate passavano il tempo a scherzare nella fattoria del vicino e a nuotare nel torrente dietro casa. Oggi non ha fatto...

1.1K I più visti

Likes 0

Figlia dei vicini: Sporco segreto

È successo quando avevo 16 anni un giorno d'estate. La scuola era finita e cominciavano le vacanze. Vivo alla fine della casa in stile cottage dove i nostri vicini sono dall'altra parte del muro. Nella porta accanto vive la mia amica Eve, ha la mia età, capelli biondi e corpo da urlo. Quanto a me, sono proprio come lei, solo che ho i capelli scuri. Pochi giorni fa ho notato una cosa interessante ... il telefono ha squillato a casa di Eves e dopo pochi minuti lei è spento da qualche parte. l'ultimo giorno lo stesso. Quindi ho deciso di rintracciarla...

1.5K I più visti

Likes 0

Spirito libero (03).. Quindici (1997)

Questa storia continua dall'ANZAC Day 1997 quando avevo appena compiuto 15 anni. Ero sdraiato fuori e mi sentivo molto dolorante e tenero; finché non decisi di entrare e unirmi agli altri. Inciampai mentre cercavo di camminare. Era come se mi fossi cagato addosso i pantaloni anche se non indossavo vestiti. Il soggiorno era buio e vuoto così ho preso una coperta; si riposava sul divano e si addormentava. Dovevano essere le 6 o le 7 del mattino quando mi sono svegliato; alcuni dei ragazzi erano già in piedi e fumavano bong. Mi sentivo dolorante e rigido; poi mi resi conto che...

1.5K I più visti

Likes 0

Un po' di magia nera Capitolo 1

Capitolo 1 Questa è la mia storia... No. Questa è la mia confessione. Non sono sicuro che quello che ho fatto sia stato un crimine, ma è stato sicuramente contro natura. Il mio ultimo anno al college e in effetti le ultime settimane fino a quando non sarei stato cerimoniosamente inserito nel mondo del lavoro. Mi trovavo nel bagno che accompagnava la mia camera da letto esplorando il mio corpo allo specchio. Le lenti spesse dei miei occhiali mi facevano sgranare gli occhi sotto il disordine ondulato dei capelli neri. La mia pelle era pallida per aver passato giorni nelle biblioteche...

1.5K I più visti

Likes 0

Tim, l'adolescente parte XV

Nota: ——NON sono l'autore! Ci sono diversi autori in realtà, non sono così sicuro che qualcuno di loro sia il creatore, ma so che non sono io. Sto semplicemente condividendo questa bella storia con tutti voi perché non l'ho vista qui. Ora in origine dovevano essere tutte 9 parti, ma... Qualcuno ha detto che la prima era troppo lunga, quindi ho deciso di dividerle tutte in post più piccoli. Ho pensato di provare un aspetto e una struttura della frase diversi per questo capitolo, per favore fatemi sapere come vi piace. BUON APPETITO--- Tim, l'adolescente parte quindici di: Rass Senip +++...

1.4K I più visti

Likes 2

L'estrazione

L'ESTRAZIONE - O_o storie Era un sabato mattina ed ero a casa mia da una festa di compleanno di amici. Ero uscito all'una, perché la gente aveva iniziato a buttare cibo e bottiglie vuote in giro. Mi sentivo assonnato. Avevo avuto troppo anch'io e volevo solo andare a casa. Passando il supermercato locale ho attraversato la via principale. C'era un furgone bianco parcheggiato a pochi passi davanti a me. Il lampione sopra di esso tremolava e mi faceva lacrimare gli occhi nella semioscurità. Mentre passavo davanti al furgone, il motore si è avviato e la portiera laterale si è aperta. Due...

1.3K I più visti

Likes 0

Il negozio d'angolo seconda parte

La prima parte è qui: sexstories.com/story/82788/ Controllò l'orologio, sarebbe arrivata presto. Era circa una settimana dopo, ero nel suo negozio, la mamma mi aveva mandato a prendere il cibo di cui avevamo bisogno per il fine settimana. Dopo aver chiamato tutto nella cassa e aver messo tutti gli oggetti in tre grandi sacchetti di plastica. Lui mi disse: Mi devi ancora un sacco di soldi, dovrai andare nella stanza sul retro oggi Scioccato, balbettai. No. Per favore, signor Hassan, non voglio farlo Mi afferra il braccio, dicendomi; Non hai altra scelta ragazza, pensi che tutto il cibo e i soldi siano...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.