L'uomo della manutenzione 2

2.8KReport
L'uomo della manutenzione 2

L'uomo della manutenzione 2

--------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ----------------

Mark si svegliò il giorno dopo con una strana sensazione, il suo cazzo era immerso in una sensazione calda, umida, di suzione, era meravigliosamente diversa da qualsiasi cosa avesse mai sentito. Poi all'improvviso ha avuto una sensazione non dissimile dal dover pisciare. Poi si è sentito così com'era che stava pompando la pipì fuori, ma non del tutto, ha avuto una sensazione più meravigliosa di quella, poi all'improvviso come è iniziato è sparito. Senza pensarci troppo perché pensava che fosse un sogno, ripiombò più profondamente nel sonno.

Risvegliandosi un paio d'ore dopo, Mark guardò Nissie, che cazzo?!!!!! era completamente nuda! Mark scese dal letto e cercò di non fissare la donna nuda nel letto, ma provando come poteva non riusciva a staccare gli occhi dai suoi seni mentre respirava. Guardando su tutto il suo corpo non vedeva una macchia da nessuna parte, la pelle era liscia i suoi capezzoli si alzavano orgogliosamente dai suoi 34 c seni, il suo stomaco era piatto, il suo tono muscolare era quello di un'atleta, le sue proporzioni erano quasi perfette. Mark ha dovuto ammirare il modo in cui è stata assemblata, il suo design era tale da ottenere un uso ottimale di tutte le sue parti.

Nissie si mosse e si girò verso Mark, era la prima volta da anni che aveva qualcuno nel suo letto, le mancava qualcuno a cui accoccolarsi accanto. Quando raggiunse tutto ciò che trovò fu un lato vuoto del letto. Allarmata, i suoi occhi si aprirono di scatto mentre scrutava la stanza alla ricerca di Mark. Ah, eccolo lì ma quell'espressione che aveva sul viso quasi la stesse analizzando come farebbe con una macchina. Sostenendo il gomito, guardò Mark mentre osservava tutto il suo corpo.
"Ti piace quello che vedi?" lei ha iniziato.
"Sei ben messo insieme, sembra che tu abbia un ottimo tono per il tuo corpo." rispose lui che non riusciva a credere di parlare con una donna nuda figuriamoci con una che diceva di appartenere a lui.

"Non mordo, puoi ispezionarmi se vuoi che io sia tuo, dopotutto" disse timidamente.
Scosso Mark guardò con uno sguardo di dolore sul viso, "Te l'ho detto ieri che non voglio uno schiavo"
"Lo capisco, ma per ordine del re ora sono tuo, non ho voce in capitolo e come cittadino di tutti gli imperi e regni non puoi rifiutare, ho esaminato la cosa prima di acconsentire a questo quando l'ho portato a il re" ha affermato in effetti.
Mark era a corto di parole, aveva ragione, aveva anche guardato su e poi oltre a cercare un buco per uscire dal possesso di un altro essere vivente.
Mark sospirando le prese la mano: "Voglio che ti vesti, andiamo a vedere il re, gli dirai tutto quello che ho da dire, visto che ora sei il mio assistente.

"Per prima cosa, voglio che sappia che sono arrabbiato con lui per tutto questo" Mark alzò la mano per calmarla, "So perché l'ha fatto posso apprezzare il motivo, non deve piacermi ma posso apprezzare lui e tu" Mark la guardò direttamente "avremmo dovuto provvedere a questo prima che tu stipulassi un contratto con me .
In secondo luogo, sto ancora aspettando il pagamento da lui e ti sto usando come garanzia fino al momento in cui lo avrà. Terzo, tu non sei il mio...," Mark si fermò qui per correggere le sue parole, "schiavo per dire che sei il mio.... assistente personale per prendersi cura di me e assistere in qualsiasi cosa io faccia. In quarto luogo, NON rimarrò qui, ho contratti con i sistemi vicini e non li romperò, ho il bot di riparazione funzionante e tutte le protezioni sono a posto, oltre ad alcune sorprese che ho aggiunto."

Mark fece un respiro profondo, la sua mascella era stanca non era abituato a parlare così tanto e non pensava che si sarebbe mai abituato. Nissie balzò in piedi mentre Mark la guardava mentre si muoveva dolcemente per la stanza per vestirsi. Mark ammirava il modo in cui scorreva per la stanza. Dirigendosi verso la sala del trono dall'aspetto quasi nuovo. Mark fece un passo indietro mentre Nissie raccontava al re tutte le cose che Mark aveva detto nella sua camera da letto. All'inizio il re non era felice, ma uno sguardo a Mark, oltre all'avvertimento di Nissie sulla rimozione del regno o su tutte le riparazioni che Mark aveva fatto, lo calmarono molto rapidamente. Mettendo la mascella, prese la mano di Mark, "Volevo scusarmi per l'inizio di questa settimana, non sapevo in quel momento che c'era una differenza tra un ingegnere e un addetto alla manutenzione, per favore perdonami", mentre si inchinava a Mark e Mark la bocca si spalancò e lui a sua volta si inchinò al re per mostrare il suo apprezzamento per il cuore del re e sentì delle scuse.

Lasciando il piccolo palazzo, Mark si guardò indietro quando vide che in effetti sembrava 1000 volte migliore, in realtà aveva iniziato a sembrare un posto in cui avrebbero vissuto i reali. Mentre camminavano vide che anche l'area circostante stava iniziando a sembrare migliore mentre lui fece spostare lentamente i robot dal palazzo riparando tutto ciò che non era pericoloso o un'arma. Dirigendosi verso il porto spaziale, Mark aveva già prenotato una stanza sul transatlantico (gli veniva offerto gratuitamente purché guardasse tutto prima di lasciare l'orbita) ed è stato condotto a bordo attraverso un ingresso poco noto. Dopo aver ispezionato tutto e riparato un piccolo incrocio che stava per guastarsi, è stato condotto in una suite padronale e lasciato lì con Nissie che aveva preso appunti per tutto il tempo.

"Ho una domanda per te" iniziò Nissie mentre erano soli per la prima volta da quella mattina, "come ti chiamo? è consuetudine che tutti gli schiavi chiamino il padrone padrone e..."
"No," la interruppe Mark, "puoi chiamarmi Mr. Mark NON voglio essere chiamato maestro, posso possederti ma non devo che mi piaccia, ok?"
"Sì, signor Mark" ha risposto mentre guardava il pavimento sapeva cosa ci si aspettava da lei se fosse stato un uomo normale, ma con Mark era sinceramente preoccupato per lei, voleva sapere cosa pensava e persino ha preso in ciò che diceva ritenendo meritevoli le sue idee, ridendo si sentiva più una sorella che una schiava per lui.

La nave si sollevò senza problemi mentre erano diretti al sistema successivo. Dirigendosi verso la porta, il comunicatore da polso di Mark. se ne andò, sospirando maledettamente appena uscito dal pianeta e già lo stava chiamando.
"Ciao Mark, posso parlare con Nissie per favore ho un piccolo problema qui" Mark ha appena scosso la testa e ha passato un altro comunicatore da polso dalla sua tasca a Nissie. "Questo è tuo per aiutare con gli ordini e lui come eri il suo unico consigliere "
Guardando Mark, fu sorpresa che la pensasse così.
"Vostra Maestà" iniziò mentre si allontanava.

Mark aspettò che avesse finito prima di condurli in sala da pranzo. Arrivando lì Mark notò che sembrava esserci un problema, entrando un cameriere si precipitò da loro e disse che la sala da pranzo era chiusa per ora, la cucina non funzionava correttamente. Mark sospirò mentre spingeva oltre il cameriere ed entrava in cucina. Il cuoco iniziò a chiedergli chi fosse, ma lo riconobbe dalle foto che aveva visto dalle cartelle aziendali. Indietreggiò e spinse gli altri fuori dalla cucina mentre Mark si guardava intorno individuando prima uno poi altri 2 problemi e fece tornare la cucina in meno di 20 minuti.

Mark pensava che questo settore fosse stupido come diavolo hanno fatto a sopravvivere qui fuori, non potevano riparare nulla eppure avevano alcune delle attrezzature più moderne con i programmi da avviare. Mark si limitò a sospirare mentre si sedeva e il cuoco lo ringraziò per essere intelligente come lui e per avergli reso la vita migliore, Mark gli disse quale fosse stato il problema mentre il cuoco annotava tutto questo per riferimento futuro. Mark gli disse che aveva bisogno di condividere tutto questo con chiunque avesse cucinato in modo che anche loro potessero sapere come risolvere il problema. Dopo aver mangiato, si avviarono verso la loro stanza quando il capitano si avvicinò a loro.
"Ho appena ricevuto questo comunicato dall'ufficio principale della sede centrale, ancora una volta hai i loro ringraziamenti e hanno detto che altri 50.000 crediti erano stati aggiunti al tuo account presso la centrale." Quando iniziò ad allontanarsi si fermò e tornò da loro.
"Volevo anche ringraziarvi, il cibo a bordo è migliorato poiché il cuoco ha detto che era la prima volta da molto tempo che l'intera cucina funzionava davvero da quando è salito a bordo.

Mark si limitò ad annuire mentre passava nella stanza sua e di Nissie.
"Tra l'altro ho fatto un sogno molto strano l'altro giorno, Nissie," iniziò mentre osservava la sua reazione "Stavo dormendo e ho sentito il mio cazzo essere lavato in una calda tenuta, vuoi dirmi cosa fosse?"
Nissie arrossì mentre prese un respiro profondo, "Sì, ero io, pensavo che volessi che ti svegliassi succhiandoti forte la mattina, ma eri così esausto che non ti sei svegliato, sei appena venuta nella mia bocca " dato che Nissie ha ottenuto un enorme sorriso", "è stato delizioso voglio farlo di nuovo ma so che avrò bisogno del tuo permesso d'ora in poi."
Mark non era sorpreso perché pensava che fosse sembrato più reale di un sogno, pensandoci un momento,
"Ti è piaciuto davvero? Vuoi rifarlo?" chiese sorpreso di poter chiedere a lei e di non essere imbarazzato.
Nissie scosse vigorosamente la testa mentre raggiungeva i suoi pantaloni, "Posso?"
"Sì, lentamente questa è la prima volta che mi sveglio per questo" Nissie annuì mentre si slacciava e faceva scivolare i pantaloni ei fantini prendendo il suo cazzo di 9 pollici in bocca.

Mentre rispondeva al suo dolce accarezzare e leccare la parte inferiore, Mark guardò la bellezza. Aveva uno sguardo da sogno sul suo viso, ma fu ancora più sorpresa quando prese la sua intera lunghezza in gola, gemendo di piacere, sentì i muscoli della sua gola iniziare a massaggiare il suo cazzo in profondità in lei. Muovendosi sempre più velocemente iniziò a sentire un aumento della pressione, poi un formicolio alle palle. Nissie lo guardò e gli strinse dolcemente le palle mentre lui le esplodeva in gola mentre lei ingoiava ogni goccia.

Mark era stupito di quello che era appena successo, non aveva mai provato niente di simile in vita sua e sapeva in quel momento che Nissie non sarebbe mai stata solo una sua schiava. Tirando Nissie fino al letto le disse che voleva imparare a darle piacere tanto quanto lei lo aveva. Nissie era stupita anche che Mark volesse compiacerla? Cosa stava succedendo? ma era la sua schiava anche se lui non aveva detto che era lei sapeva che doveva fare tutto quello che lui voleva che facesse, senza dubbio.

Spogliandosi dei vestiti Nissie si arrampicò sul letto e si stese all'indietro allargando le gambe mentre Mark strisciava tra di loro, guardando dentro Mark diede il suo primo sguardo a una figa mentre Nissie indicava ogni parte e lui annuiva con la testa mentre lei lo faceva.
"Puoi anche assaggiarli," disse mentre si avvicinava, "non troppo forte, leccalo e succhialo delicatamente darà più piacere a una donna se non sei rude a meno che lei non lo voglia in quel modo" Mark annuì di nuovo mentre iniziava per leccarle tutta la fessura, l'odore gli era molto gradevole e poi pensò che il sapore fosse estremamente appagante. Nissie iniziò a dimenarsi sul male mentre Mark si avvicinava sempre di più al suo clitoride sensibile. Appena lo sfiorò la prima volta si irrigidì quando il suo orgasmo la prese e Mark si fermò, pensando di averla ferita mentre si irrigidiva.
"Non fermarti! Oh mio Dio, non fermarti! Per favore, Mark, continua così, è così dannatamente bello!" urlò mentre il secondo orgasmo lo prendeva.

Mark aveva paura di averla ferita, voleva solo farla sentire bene come lei aveva fatto sentire lui. Era sorpreso che lei lo supplicasse di andare avanti dato che si era irrigidita pochi istanti prima come se stesse soffrendo molto. Il respiro di Nissie e il suo finalmente tornarono alla normalità mentre Mark si alzava da tra le sue gambe e si sdraiava accanto a lei coccolandola mentre si addormentava esausta.

Due giorni e molti orgasmi dopo, erano al prossimo sistema Mark e Nissie non avevano ancora fatto sesso nel modo in cui lui era ancora vergine e non aveva ancora scopato Nissie. Lasciando la nave, entrambi si recarono all'edificio della capitale con un ascensore.
"Questo posto è peggio del pianeta su cui eravate tu e il re, nessuno in questi sistemi può riparare qualcosa che mi aspettavo che ci fossero alcune macchine guaste, ma non così tanto!" Mentre si guardava intorno, sembrava che non funzionasse proprio niente. Entrando furono accolti da un ometto topo.
"Prima di tutto", Nissie si rivolse all'uomo per Mark, "dovresti sapere che se non hai i soldi per pagare il signor Mark, possiede tutto ciò che vuole come compenso"

La faccia dell'uomo si abbassò mentre sussurrava a Nissie, lei guardò Mark...
"Hanno circa 3/4 dei soldi" Mark ci pensò su e sussurrò a Nissie.
"Il signor Mark dice che può riparare il computer principale e la maggior parte dei sistemi bot di riparazione, a parte questo, se fa di più e non puoi pagarlo, allora sarai in violazione del contatto. Ha detto che il costo aggiuntivo avrebbe possedendo la maggior parte del pianeta, i sistemi che riparerà ti rimetteranno in piedi lentamente, accetti?"
L'uomo annuì e li condusse nella sala riunioni principale. Mark è rimasto sorpreso perché le riparazioni non erano così male come pensava, poi ha visto i segni che dicevano che c'era stato un altro addetto alla manutenzione qui contemporaneamente e ovviamente era stato uno di prim'ordine c'erano delle toppe qui in cui Mark era in l'invidia di mentre li studiava per imparare ancora di più del suo mestiere che non aveva mai visto.

Uscendo dopo solo pochi minuti, il comp era a piena potenza e funzionava magnificamente. Mark guardò mentre le luci si accendevano e alcuni dei robot di riparazione iniziavano a riparare le pareti, 2 robot di servizio si animavano e si aggiornavano per alcuni secondi, poi li guardavano e li conducevano nella loro stanza.
Mark ha detto ai bot che voleva vedere l'uomo che avevano incontrato quando erano arrivati. L'uomo era lì in pochi minuti a ringraziarlo per aver aggiustato il comp principale della città, già la vita stava tornando alla normalità per la prima volta in un anno.
"Dov'è l'addetto alla manutenzione che ha riparato il comp prima" ha chiesto Mark, "ha fatto un ottimo lavoro"
"Purtroppo è morto quasi un anno fa è stato lui a dirci di contattarti e fare un contratto con te." disse l'uomo mentre una lacrima gli cadeva dall'occhio, "era un grande uomo, questo posto non sarebbe durato tanto a lungo senza di lui, alcuni dei suoi studenti ci hanno fatto correre fino all'ultimo lasciato 3 mesi fa per andare alla scuola di nuovo sul mondo dell'impero"

Mark si limitò ad annuire, aveva sentito parlare di un grande uomo, uno dei migliori che stava facendo quello che stava cercando di fare per aiutare tutti e cercando di riparare quante più macchine possibile. Un robot di riparazione lo superò riparando a una velocità rapida quasi quanto Mark aveva stabilito che fossero quelli nel pianeta del re, la stanza sembrava quasi nuova in un batter d'occhio mentre usciva dalla porta per il suo prossimo incarico. "Finora non ho fatto tanto quanto pensavo di dover fare. Abbiamo bisogno di nuove parti per la competizione e i robot in modo che durino molto più a lungo e ora conosco un programma in cui possono ripararsi da soli". L'uomo annuì mentre lasciavano la stanza e Mark guardò le pareti e il soffitto migliori.

Dal momento che non c'era molto da riparare come pensava, Mark aveva terminato la maggior parte delle riparazioni principali in 2 giorni poiché la città stava ora riprendendo vita e aveva iniziato a diffondersi nelle città circostanti del pianeta, stimò che l'intera il pianeta sarebbe tornato alla normalità in una settimana. Dopo aver installato le nuove parti nel comp, ora era la cosa più moderna del pianeta ed è stato in grado di ricevere rapporti sui progressi su ogni cosa che aveva toccato per riparare fino a quel momento, tutte erano buone. L'indagine sulla nave aveva rivelato che un altro studente che aveva fallito l'anno scorso con Mark aveva preso di mira Mark per sbarazzarsi di lui poiché era l'unico che poteva tenerlo fuori dal commercio e aveva giurato vendetta. Mark rise, l'asino non aveva nemmeno cercato di nascondere il sabotaggio sulla nave, Mark era contento di aver tirato fuori l'idiota, ha dato a tutti nel commercio un nome estremamente brutto.

La settimana successiva, sono partiti, Mark ha effettuato controlli dell'ultimo minuto dicendo ad alcune persone che aveva impiegato cosa controllare e come ripararli. Il conteggio di tutto Mark aveva ridotto il costo a soli 1500 crediti poiché non aveva dovuto fare molto e l'uomo aveva ottenuto le parti entro 2 giorni. Dando un'ultima occhiata fuori dalla finestra, vide che la città aveva un aspetto più moderno e in realtà sembrava un posto dove si potrebbe voler vivere. Nissie gli prese la mano e lo condusse nella loro stanza, (ancora una volta era previsto fintanto che andava a fare i controlli) cambiati i vestiti scesero sotto mentre Mark controllava uno ad uno ogni sistema essendo estremamente critico nel suo controllo degli scudi, motori, supporto vitale e reattori.

Mark non era sicuro, ma aveva la sensazione che il verme non avesse cercato di ucciderlo, ma Mark aveva molta più conoscenza di prima, aveva imparato alcuni trucchi che era sicuro sarebbero più che utili in seguito nei diversi lavori che doveva ancora svolgere. Poiché sospettava di aver scoperto che il reattore era stato impostato per esplodere a un giorno dal pianeta, un'alimentazione di plasma direttamente nella stanza che gli era stata assegnata avrebbe ucciso lui, Nissie e nessun altro. Il piccolo bastardo stava diventando più furbo ora che gli erano addosso. Cercando di non darlo a vedere, Mark sentì la rabbia crescere in lui mentre ripeteva ogni controllo e imprecò quando trovò un secondo e un terzo sistema che aveva eseguito il backup del reattore era stato anche impostato per esplodere uccidendo tutti e distruggendo la nave.

3 ore dopo Mark ha rilasciato la nave per andare, aveva dovuto esaminare ogni sistema sulla nave trovando qualcosa di sbagliato in ognuno di essi. Quindi Mark ha controllato i registri e ha visto un aggiornamento scaricato per la nave, ma era stato dal sabotatore, poiché Mark ha tracciato il segnale ha scoperto che proveniva dalla centrale, quindi il bastardo era lì e conoscendolo come lo conosceva Mark, non era' Non si muoverà presto né attirerà l'attenzione su di sé. Mark prese un piccolo comp dalla sua stanza e scaricò un programma nel main frame della nave che avrebbe bloccato qualsiasi altra cosa avesse cercato di fare e si sarebbe diffuso a tutte le navi, poiché lo aveva inviato anche al main frame della compagnia.

Sospirando Sapeva che il piccolo bastardo non si sarebbe arreso così Mark ha contattato la scuola per ottenere ciò di cui aveva bisogno.
"Salve capo maestro" disse quando apparve un uomo più anziano, "da tempo signore"
"Non è passato così tanto tempo giovanotto solo pochi mesi ormai, ho sentito parlare bene di te, ho parlato con il re l'altro giorno e finalmente stanno ricominciando ad esportare di nuovo quel frutto peloso che amo" sorrise l'uomo più anziano un sorriso spezzato, "Stavo per chiamarti ma con ogni cosa che è successa con Tantka e tutte le sue minacce non ho avuto il tempo"
"Lo so signore", Mark ha risposto, "Ecco perché ho chiamato, voglio usare il CEP che abbiamo scritto anni fa" Mark si è rabbrividito quando sapeva cosa sarebbe successo dopo.

Sorprendentemente l'uomo si limitò ad annuire mentre cercava un rapporto "Ho avuto la sensazione che avresti potuto e lo abbiamo studiato ulteriormente, negli ultimi mesi in realtà e abbiamo trovato un modo per introdurlo, senza spazzare via l'intero comp. sistema." (CEP= programma di eliminazione del computer)
"Come? Il modo in cui l'abbiamo scritto, non ho mai visto nessun programma o comp che potesse resistere, non può essere copiato senza una chiave e solo 2 persone lo abbiamo tu ed io.
Può esistere solo su una composizione con un programma speciale che tu e io abbiamo scritto e per quanto ne so nessuno lo sa, l'abbiamo nascosto così in profondità e non abbiamo lasciato registrazioni".

L'uomo si limitò ad annuire mentre Mark elencava ogni cosa, "inoltre non dimenticare che abbiamo scritto il codice di autodistruzione in modo che nessuno potesse trovarlo, ho pensato che fossi brillante con l'idea che crea per il programma di distruzione di comp definitivo."
"Ho la sua posizione quasi esatta, ma anche se ottenessimo il suo comp, avrebbe backup in altri posti e ci riproverebbe" Mark sospirò mentre guardava Nissie e rimase a bocca aperta mentre lei ascoltava, "beh, potrebbero esserci 3 ora , preside, voglio che tu conosca Nissie mia uh....."
"Sono il suo schiavo signore" si precipitò fuori, "almeno finché il re non gli pagherà tutto ciò che gli deve"
Mark arrossì di un rosso molto profondo quando l'uomo sullo schermo ridacchiò, "Immagino che abbia spiegato che non voleva una donna o una compagnia per uno schiavo?" chiese
Nissie si limitò ad annuire quando Mark le rivolse uno sguardo duro. "Vedo che non sei cambiato dal modo in cui tua sorella e tua madre erano qui il giorno dopo che te ne sei andato, sembra che..."

"Non voglio sapere di aver tagliato i ponti con loro molti anni fa," sputò Mark sentendo ancora la puntura della loro rabbia mentre gli avevano gridato e urlato quella notte.
"Questo potresti volerlo, riguarda tuo padre, è scomparso." l'uomo più anziano ha detto
"Cosa!!!? Da quando? No mandami le informazioni", ha gridato
"È nel sistema verso cui stai andando" disse "l'informazione è in arrivo, prima occupati di questo poi contattami e noi ci occuperemo di tantka" mentre sospirava "Sto diventando troppo vecchio per questo Mark tu mi ha sfinito eri come una spugna vuota quando eri qui buona fortuna" Mark terminò il download del software di protezione anti-hacking e si rimise a posto. Ora, in cosa si era cacciato il suo vecchio?

To Be Continued (se non siete ancora stanchi delle mie storie)

Storie simili

Le mie prime volte...

Ho parlato con Gary per più di due anni. La nostra relazione era iniziata online. Ha visto una risposta che avevo dato in una chat room e mi ha inviato un messaggio. All'inizio non sembrava interessante, ma più chiacchieravamo e più mi piaceva. Sono cauto per natura, quindi non ha avuto il mio vero nome per più di sei mesi, e anche allora solo il mio nome. A nove mesi gli ho dato il mio numero di cellulare e abbiamo iniziato a parlare al telefono. Dieci mesi ci hanno trovato a fare sesso telefonico regolarmente, cosa che avveniva principalmente nei fine...

2.1K I più visti

Likes 0

La casa adottiva

La casa adottiva Disclaimer: quanto segue è un'opera di fantasia. Pertanto, ho scelto di ambientarlo in un mondo in cui il controllo delle nascite è sicuro, efficace e disponibile al 100% e tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono state sradicate. Nel mondo reale, alcune delle scelte che questi personaggi fanno sarebbero estremamente rischiose. Non comportarti come loro. La mascella di Michael cadde mentre fissava la donna nuda sul letto. Aveva visto donne nude sulle riviste, ma questa era la sua prima volta nella vita reale, e lei era altrettanto sexy delle professioniste delle riviste. Il suo corpo di quasi 30 anni...

1.1K I più visti

Likes 0

Morgan L.

Morgan L Morgan era seduta nella sua cucina adesso per la prima volta e cominciò ad avere dei dubbi, mio ​​Dio, pensava che avessi appena passato la notte a scopare due amici di mio figlio. Mi sono divertito da morire, ma i ragazzi parlano che non vorrei che Terry lo scoprisse. Vorrei rivederli, ma potrebbe diventare difficile quando Terry è a casa. Il suo telefono squillò e un pezzo grosso si avvicinò e lei rispose immediatamente, quello che Morgan non sapeva era che i suoi due nuovi amici del sesso stavano organizzando una gangbang con lei per sabato sera. Sabato mattina...

560 I più visti

Likes 0

Una giornata nel bosco Capitolo 14

Bene, tutto - ecco l'atteso capitolo 14. Questa volta non ho elencato tutti i temi - spero che questa storia abbia un po' più di seguito ormai e quelli non sono necessari? Comunque... Capitolo 14 Paul tornò a casa più tardi quel pomeriggio. Ray se la stava cavando abbastanza bene. Gli ci sarebbe voluta una settimana per riprendersi completamente, se non fosse stato per le sue abilità da lycan ci sarebbero volute tre settimane. Paul sperava che Jess stesse andando bene quanto Ray. Entrò in casa e sentì Jess al piano di sopra. Salì le scale, guardò nella loro camera da...

414 I più visti

Likes 0

GIORNO STRESSANTE

PARTE 1 immagina di tornare a casa da una lunga giornata di lavoro, sei stanco e stressato, tutto ciò che potrebbe andare storto include essere in ritardo al lavoro, il tuo collega che ruba il tuo parcheggio, il tuo computer si è bloccato, il che ti ha fatto inviare gli ordini in ritardo, e poi qualcuno ti ha fatto a pezzi mentre tornavi a casa dal lavoro. arrivi a casa dove ti sto aspettando, apro la porta indossando solo la mia corta camicia da notte di seta azzurra con bordo in pizzo bianco, una vestaglia abbinata, un sorriso sfacciato. mi guardi...

2.8K I più visti

Likes 0

Cornuto e moglie

Aveva un aspetto piuttosto semplice. O almeno l'ho pensato da lontano finché non ho visto i suoi profondi occhi verdi a mandorla. Mentre si avvicinava, potevo vedere le sue labbra a forma di arco leggermente rivolte verso l'alto. I suoi capelli erano neri come le piume di un corvo. È passata proprio davanti a me ed è entrata nel bar. I miei occhi seguirono il suo incredibile sedere mentre si dirigeva verso il bar e si sedeva proprio accanto a un uomo di colore molto bello e ben vestito. FANCULO! Mi sono seduto a pochi sgabelli da lei e dal suo...

1.2K I più visti

Likes 0

La Congrega Parte 1 - Reed_(1)

Canna AIUTAMI QUALCUNO AIUTI PER FAVORE!!! urlò una giovane donna mentre veniva trascinata dentro dalla porta principale da un sorridente Jackson. La teneva per il collo mentre tutti nell'area del bar ridevano e sorridevano alla pietosa donna. Era attraente, con i capelli biondi tinti tagliati in un caschetto disordinato e enormi occhi castani. Indossava una specie di uniforme, ma era talmente strappata che nessuno poteva distinguere con certezza cosa ci fosse scritto. Andò nel panico, guardando tutti nella stanza, sperando che qualcuno la salvasse. Ma a nessuno fregava un cazzo. Alcuni dei ragazzi più grandi stavano giocando a freccette vicino al...

1.1K I più visti

Likes 0

The House A Slave Addestramento e asta Capitolo 11 e 12

Capitolo 11 Padrona Liz Michael e Molly e Milton Mistress Liz-D mi dice che vuole parlarmi prima che cominci. D- Che cazzo ti prende? So che sei stato un po 'giù, quindi cosa succede? Liz- Penso di stare solo facendo i movimenti. Ciò di cui hai bisogno è una sessione difficile. So che ho solo bisogno di trovare il tempo e qualcuno, magari un passivo, che posso frustare e scopare forte. Non posso farlo con Michael forse uno dei nuovi una volta. Mi dice di prendere Milton ma di non ucciderlo. Michael e Molly entrano qui, inizieremo non appena arriva il...

893 I più visti

Likes 0

Ti costerà

Ti costerà Per anni io e mia moglie abbiamo scherzato su Ti costerà. È il nostro modo di prenderci in giro. Lo facciamo anche davanti ai bambini. Se mia moglie vuole che falci il prato o porti fuori la spazzatura, le dirò: Ti costerà e lei: Va bene. Poi mi allungo e le prendo la tetta dandole una piccola stretta o alzo la mia mano sulla sua gonna per sentire la sua figa ricoperta di mutandine. Di tanto in tanto mi dimentico di dirlo così mia moglie dirà: Quanto mi costerà? Ebbene, l'altro giorno ho offerto a mia figlia di quattordici...

3.9K I più visti

Likes 0

Il sesso di Kate

Questa storia è in parte storia vera (nomi cambiati) e in parte fantasia. Decidi tu quale è quale. Kate non riusciva a pensare ad altro. Voleva sesso, aveva bisogno di sesso e fino a quando non avesse fatto sesso non sarebbe stata in grado di ritrovare la concentrazione per nient'altro. Il suo terapeuta la chiama ipersessualità, apparentemente un'altra parte del suo disturbo ossessivo compulsivo. Dopo aver lasciato il lavoro sabato e aver finalmente finito con una settimana molto poco produttiva, Kate era pronta a trovare ciò di cui aveva bisogno. E contrariamente all'opinione del suo terapeuta, non era un farmaco antidepressivo...

2.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.