Una notte di bevute diventa di più

677Report
Una notte di bevute diventa di più

Ero stato via per diversi mesi per un viaggio d'affari. Non molto tempo dopo il mio ritorno a casa, la mia figliastra andò a stare fuori città durante l'estate, ma tornava a casa quasi ogni fine settimana a trovarla.

La mia figliastra ha un corpo assassino. È alta circa 5'4" e pesa circa 95 libbre. Lei è snella, ma non magra, e ha delle belle tette sode e un culo sodo.
Le piace bere alcolici e la sua preferenza è la vodka. Quando era a casa nei fine settimana, di solito bevevamo un paio di drink insieme e basta. Di tanto in tanto, suggeriva un gioco di bevute, a volte uno dei giochi di bevute a cui giocavano lei e i suoi amici, come il beer pong, a volte uno dei giochi che le avevo insegnato, come Circle of Death o Red/Black.

Questa notte abbiamo deciso per Circle of Death. Ora, se non hai familiarità con il gioco, è un gioco che utilizza un mazzo di carte e funziona più o meno così:
Da 2 a 5, il giocatore prende quel numero di drink
Da 6 a 9, il giocatore distribuisce quel numero di drink (anche se abbiamo modificato questo dato che eravamo solo in due a giocare, dove 6 erano due drink e 9 erano cinque)
10 sono frasi, in cui il primo giocatore dice una parola e ogni giocatore ripete ciò che è stato detto, aggiungendo una parola alla fine, finché qualcuno non fa un errore e deve bere
I jack sono "I never", dove il giocatore dice "I never" e dà un'azione, e chiunque avesse fatto quell'azione doveva bere, con la possibilità che un bevitore solitario dovesse raccontare la storia di detta azione.
Le regine sono domande, in cui ogni persona fa una domanda a un'altra persona, senza rispondere alla domanda posta loro. Il gioco continua finché un giocatore non risponde a una domanda o non riesce a porre un'altra domanda a qualcun altro entro 3 secondi.
I re sono categorie e il giocatore che pesca il re determina la categoria. Una volta annunciata la categoria, ogni persona a turno dice qualcosa che appartiene a quella categoria finché qualcuno non riesce a nominare qualcosa o ripete qualcun altro.
Gli assi (i miei preferiti) sono carte regola. Se peschi un asso, puoi stabilire una regola e puoi tenerla in gioco per l'intero gioco o per un tempo limitato. Può essere qualcosa di innocente come costringere un particolare giocatore, o tutti i giocatori, a fare una certa dichiarazione prima di bere. Oppure può diventare davvero esplicito, a seconda delle persone che giocano, ovviamente.

Abbiamo giocato per un po' e ci siamo rilassati e ci siamo divertiti. Ha commentato come fosse abbastanza ubriaca da non ricordare nulla la mattina dopo. Eravamo circa a metà del mazzo quando ho pescato un asso. Come ho detto prima, la mia figliastra ha un bel corpo e ho pensato di convincerla a mostrarmelo di più, quindi ho stabilito che se avesse ruttato avrebbe dovuto giocare con le sue tette o con il suo corpo. figa per cinque minuti. Sorprendentemente, lei non si oppose a questa regola e il gioco continuò.

Pochi giri dopo aver stabilito questa regola, con mia grande sorpresa, lei ha effettivamente ruttato. In un certo senso mi ha sorpreso, dal momento che beveva vodka liscia e di solito non ruttava mentre la beveva. Le ho ricordato la regola che avevo stabilito e lei si è preparata a giocare con le sue tette. All'inizio pensavo che avrebbe semplicemente infilato le mani sotto la maglietta e il reggiseno e non avrei visto uno spettacolo. Con mia grande sorpresa, tuttavia, sollevò la maglietta e il reggiseno e iniziò a massaggiarsi e strizzarsi le tette. L'unico problema era che il suo reggiseno mi impediva la vista, quindi le ho suggerito di toglierlo, cosa che ha fatto. Ora ho potuto vedere le sue tette in tutto il loro splendore mentre tornava a giocarci.

Non sono sicuro di cosa mi sia preso, ma mi sono avvicinato a lei e l'ho spinta sulla schiena. Le ho tolto le mani dalle tette e le ho tenute sopra la testa, poi ho cominciato a succhiarle i capezzoli. All'inizio ha resistito un po', ma dopo poco tempo si è rilassata e ha iniziato a gemere un po'.

Ho continuato a succhiarle le tette per qualche minuto poi ho deciso che volevo farle una spagnola. Mi sono messo a cavalcioni sul suo petto e ho tirato fuori il mio cazzo duro. Gliel'ho messo sul petto tra le tette e le ho detto di unire le tette, cosa che ha fatto con entusiasmo. Ho iniziato a far scorrere il mio cazzo avanti e indietro tra quelle adorabili tette.

Dopo un po', volevo strofinare il mio cazzo sulle sue labbra, così sono scivolato un po' su e sono andato a metterlo contro le sue labbra. Con mio disappunto, girò la testa di lato. Ho pensato di fare un altro tentativo e ho posizionato di nuovo il mio cazzo contro le sue labbra e ho iniziato a massaggiarglielo.

Con mia grande sorpresa, a questo punto, ha aperto la bocca, ha preso il mio cazzo duro e ha girato la testa verso di me. Ho iniziato a scoparle la faccia mentre giaceva sulla schiena sul pavimento. Dopo circa una mezza dozzina di colpi, ho deciso di alzarmi e metterla in ginocchio. Le ho messo il cazzo vicino alla faccia e lei l'ha seguito come se fosse il primo pasto che ha mangiato tutto il giorno. Era davvero una succhiacazzi impressionante, prendeva in bocca tutti i miei 7 pollici senza vomitare affatto. Mi ha fatto gola profonda come se non ci fosse un domani.

Dopo diversi minuti delle sue meravigliose cure, la feci sdraiare di nuovo. Mi sono sdraiato sul pavimento, le ho tolto i pantaloncini e le mutandine e ho ammirato per la prima volta la sua adorabile figa rasata. Mi ha detto che non era vergine e aveva perso la verginità qualche mese fa. Mi sono sdraiato tra le sue gambe e ho fatto il mio primo banchetto con la sua figa.

Le ho leccato il clitoride mentre infilavo due dita nella sua figa stretta. Accidenti, aveva un sapore così buono. Mentre continuavo ad assaporare i suoi succhi e la sua fica, ho infilato il mio mignolo nel suo culo stretto. Ha iniziato davvero a gemere quando ho iniziato a pompare le dita dentro e fuori dalla sua figa e dal suo culo. Ha avuto due orgasmi molto intensi prima che smettessi di leccarla.

Dopo che ha ripreso fiato, l'ho messa sulle mani e sulle ginocchia e mi sono posizionato dietro di lei. L'ho afferrata per i fianchi e ho spinto i miei fianchi in avanti finché il mio cazzo non ha sfiorato la sua figa. Quando non ho continuato a spingerle dentro la mia furiosa erezione, lei si è spinta indietro, prendendo il mio cazzo dentro di sé e facendomi sentire quel calore caldo e vellutato. Mi sono spinto in avanti e mi sono seppellito, fino alle palle, nella sua figa e lei ha gemuto forte e ha abbassato la testa, con gli occhi chiusi.

Mi sono chinato in avanti e ho afferrato le sue tette pendule e le ho strizzate mentre iniziavo a pompare il mio cazzo palpitante dentro e fuori quella adorabile figa. Quasi immediatamente, lei stava eguagliando le mie spinte e il suono dei nostri corpi che si schiaffeggiavano si poteva sentire in tutta la casa, così come i suoi gemiti lussuriosi.

Potevo sentire il mio orgasmo avvicinarsi rapidamente e non volevo che questa avventura finisse così presto. Ho tirato fuori il cazzo dalla sua figa gocciolante e ho deciso di farle un lecchino. All'inizio cercò di allontanarsi perché, come mi confidò più tardi, non aveva mai visto nessuno giocare con il suo culo oltre alla mia precedente diteggiatura. Ma, mentre la tenevo e le leccavo il buco del culo increspato e lo sondavo con la lingua, lei, di nuovo, cominciò a gemere e si sdraiò sulla pancia.

Dopo aver lubrificato a sufficienza il suo buco del culo con la mia saliva, ho inserito il mio dito medio dentro di lei e ho cominciato a pomparle il culo. Dopo averle pompato il culo per un paio di minuti con un dito, le ho chiesto se ne voleva un altro e lei ha annuito. Ho sputato sul mio dito indice e gliel'ho fatto scivolare nel culo insieme al medio e ho cominciato a pompare di nuovo. Mentre pompavo, potevo sentire il suo buco del culo rilassarsi e le ho chiesto se voleva un altro dito nel culo, e di nuovo lei ha annuito.

Ho infilato tre dita nel suo bel culo per qualche minuto prima di chiederle se voleva che le infilassi il mio cazzo nel culo. Ha detto che voleva che le scopassi il culo, così ho tirato fuori le dita e ho messo la testa del mio cazzo contro il suo buco del culo. Mi sono spinto dolcemente in avanti e ho visto la punta del mio cazzo scomparire nel suo buco del culo vergine. Mio Dio, è stato meraviglioso. Ho infilato il mio cazzo nel suo buco del culo finché il mio bacino non è stato contro il suo culo.

Lentamente, ho iniziato a far scivolare il mio cazzo dentro e fuori dal suo culo. Quando ho sentito il suo buco del culo rilassarsi e allentarsi leggermente, ho iniziato a pomparle il culo sempre più velocemente. Più pompavo velocemente, più i suoi gemiti diventavano forti. Continuavo a pomparle il culo, il suono di noi che ci schiaffeggiavamo ancora una volta echeggiava in tutta la stanza. Ancora una volta, ho sentito il mio orgasmo avvicinarsi e le ho detto che mi stavo avvicinando. Mi ha detto di sborrarle nel culo, che voleva sentire il mio sperma caldo e il mio cazzo palpitante nel suo culo stretto. Ero più che felice di accontentarmi.

Ho continuato a incularla finché non le ho sparato la mia sborrata nel culo. Mi sentivo come se le avessi sparato almeno un litro di sperma prima di aver finito. Mi sono sdraiato e l'ho portata sul fianco accanto a me, con il mio cazzo ancora sepolto nel suo culo. Allungandomi per giocare ancora un po' con le sue tette, le ho chiesto se le piace prenderlo nel culo. Ha detto che è stato incredibile e che non si sarebbe mai aspettata di farsi inculare, figuriamoci che fosse così bello. Ha detto che non vedeva l'ora di farsi inculare di nuovo.

Dopo aver detto questo, scivolò in avanti così che il mio cazzo, ormai quasi molle, scivolò fuori dal suo culo. Ci siamo spostati nella posizione sessantanove e lei ha continuato a usare la bocca per pulire i resti del mio sperma dal mio cazzo mentre tornavo a leccarle la figa, di nuovo. Prima di ritirarsi nei nostri letti separati, mi disse che la prossima volta avrebbe voluto essere completamente sobria.

Storie simili

IN PALESTRA_(1)

Uno dei vantaggi dell'azienda per cui lavoro è l'appartenenza alla loro palestra. Mi alleno 3-4 volte a settimana dalla nascita della nostra bambina. Mi ero preso un giorno libero per portare la nostra bambina dal dottore per un controllo. Andava tutto bene mentre ci dirigevamo verso la casa di mia madre. Sentivo che avevo bisogno di un po' di tempo da sola, così ho chiesto a mia madre di tenere Heather tutta la notte. Bruce era fuori città per lavoro, quindi ho programmato un film tranquillo a casa. Anche la mia collaboratrice Susie si è allenata nella stessa palestra. A mia...

3.8K I più visti

Likes 0

La Congrega Parte 1 - Reed_(1)

Canna AIUTAMI QUALCUNO AIUTI PER FAVORE!!! urlò una giovane donna mentre veniva trascinata dentro dalla porta principale da un sorridente Jackson. La teneva per il collo mentre tutti nell'area del bar ridevano e sorridevano alla pietosa donna. Era attraente, con i capelli biondi tinti tagliati in un caschetto disordinato e enormi occhi castani. Indossava una specie di uniforme, ma era talmente strappata che nessuno poteva distinguere con certezza cosa ci fosse scritto. Andò nel panico, guardando tutti nella stanza, sperando che qualcuno la salvasse. Ma a nessuno fregava un cazzo. Alcuni dei ragazzi più grandi stavano giocando a freccette vicino al...

982 I più visti

Likes 0

Giorni nel dormitorio-Parte 1

Beh, vivo in un dormitorio universitario, quindi puoi immaginare che vedo, sento parlare e faccio MOLTO sesso. Non sono mai stata una puttana ma apprezzo il corpo maschile. Una delle mie scopate preferite è avvenuta durante il primo mese di college con il mio migliore amico, Mike. Sono amico di lui fin dal primo anno del liceo e la nostra amicizia è una cosa che apprezzo molto. Sono venuto al nord (nella California settentrionale dalla California meridionale) per andare a scuola nell'agosto dello scorso anno. Ero piuttosto sola nel mio dormitorio dato che non avevo un compagno di stanza, così ho...

558 I più visti

Likes 0

Trilogia della dolce vendetta. capitolo 2

*Nota dell'autore: questo appartiene a me. Questo è il capitolo 2 della trilogia La dolce vendetta. Se non hai letto il primo, ti consiglio di farlo. Spero che vi piaccia e, come ho detto, questa parte contiene il non consenso. Non lo giustifico e non ti suggerisco di uscire e farlo. '...' pensieri Capitolo 2 - La vendetta è una stronzata, non è vero? È passato quasi un anno da quando sono stato licenziato e la mia vita è praticamente finita. Ero un professore di psicologia ben pagato presso la scuola superiore locale. Sono stato sorpreso a ricattare e scopare uno...

251 I più visti

Likes 0

Il nuovo inizio di Sarah, parte 3

Mi misi l'impermeabile e andai allo specchio da toeletta. Un'ondata di energia mi attraversò il corpo mentre mi guardavo allo specchio in piedi nudo con indosso il cappotto e le mie calze nere e nient'altro. I miei capezzoli erano eretti e teneri e mi sentivo come una donna sensuale e sexy, l'intera immagine era così erotica. Andai in ufficio e presi solo le chiavi dell'ufficio e tornai a sedermi ad aspettare la limousine con Lance e Michigan. Dopo qualche minuto il telefono di Lance squillò e ci alzammo e uscimmo dall'ufficio, questa volta ho controllato la porta per assicurarmi che fosse...

2.7K I più visti

Likes 0

I ragazzi ricchi amano 47_(0)

Qualche giorno dopo mi sono svegliato a letto ma Harvey non c'era. mi sono alzato dal letto e ho detto piccola? quando sono uscito dalla stanza c'era una borsa piena e Harvey era vicino alla porta ho detto ehi piccola dove stai andando? harvey mi ha guardato e ha detto leon mi dispiace non ti amo più (queste parole sembravano come se fossi appena stato tagliato con il coltello più affilato) ho guardato harvey e ho detto cosa e ho iniziato a respirare pesantemente e ho iniziato a piangere molto forte ha detto harvey mi dispiace di lasciarti harvey ha aperto...

1.2K I più visti

Likes 0

My Fun Family (rivisto)

Jake si è svegliato, intontito come al solito, per un altro noioso sabato a casa. Le sue giornate seguivano sempre la stessa routine durante i fine settimana, ed erano particolarmente peggiori durante l'estate; anche se ha sempre avuto una cosa da guardare al futuro. Jake guardò la tenda formata dalle sue lenzuola. Il suo grosso membro si ergeva come il supporto centrale senza alcun ragionamento dietro il suo montante mattutino. Si abbassò e lo strinse giocosamente, poi si alzò dal letto per ammirare il suo orgoglio. Sette pollici di lunghezza e quasi due di spessore; era di buone dimensioni per un...

1.2K I più visti

Likes 0

Dopo la festa in piscina

Dopo la festa in piscina. La scorsa primavera sono stato invitato al matrimonio di un amico e mi è stato chiesto di restare per il ricevimento; Non sapevo perché, ma sono rimasto comunque. Non conoscevo nessuno tranne il mio amico Fred e la sua nuova moglie. Stavo seduto a un tavolino bevendo del tè freddo e sgranocchiando cracker e formaggio quando è arrivata questa signora e mi ha chiesto se poteva sedersi per qualche minuto che era stata in piedi da quando li aveva presi. Abbiamo chiacchierato un po', le ho detto che mi chiamo Merl e lei ha risposto che...

1.1K I più visti

Likes 0

QUANDO TI DIVERTI

Mi sono sempre piaciute le donne ispaniche. C'è qualcosa in loro che è molto esotico ed eccitante. Forse è una specie di fuoco latino; Forse è il dolce colore della loro pelle scura; i loro occhi scuri... qualcosa ... qualunque cosa ... Mi eccitano! Quindi non sorprende che i miei occhi siano attratti dal dolce scuro giovane e snella senorita seduta davanti a me. sono stato guardandola, di tanto in tanto, da quando siamo partiti. Volo notturno, New York City a Los Angeles, su un aereo pieno solo a metà. Tanti vuoti i sedili ei passeggeri si sono sparpagliati, lasciandone tanti...

914 I più visti

Likes 0

ECONOMIA DOMESTICA_(0)

Andrea Patterson ha controllato la sua agenda giornaliera e ha tirato fuori la cartella di Millie Evans. Lo aprì e lo esaminò rapidamente, prendendo alcuni appunti su un blocco note giallo che aveva sulla sua grande scrivania. Millie era una brava studentessa con una personalità piacevole e sembrava che stesse andando bene in questo suo ultimo anno. Qualcuno bussò alla porta e Millie entrò nell'ufficio di Andrea e si sedette di fronte alla scrivania. Ho appena esaminato i tuoi record e sembra che tu stia andando molto bene al liceo, intonò la signora Patterson, posso attestare il fatto che nella mia...

821 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.