Janes umiliazione 2.

2.8KReport
Janes umiliazione 2.

Dopo essere stata mangiata e risucchiata da Helen, Steph e Claire, Dawn si alza e li supplica di permetterle di vestirsi in modo che possa andarsene.
La sua richiesta è stata rifiutata poiché la sua amica era ancora in cucina, legata, bendata e imbavagliata.

Helen le disse che doveva affrontare un'altra cosa prima di poter partire.

Le tre ragazze la aiutarono a salire su un grande tavolo da pranzo. Le è stato detto di stare a quattro zampe con le ginocchia a circa 3 piedi di distanza. Questo le ha aperto bene il buco del culo. Si sentiva molto "esibita". Tutte e tre le ragazze erano ipnotizzate da quanto fosse bella con il sedere in aria, quasi all'altezza dei loro occhi. Dawn aveva ancora il flusso umido di sperma lungo la sua coscia. Cominciava ad asciugarsi.

Steph e Helen vanno in cucina mentre Claire fa la guardia a Dawn.

Steph, la sorella di Jane, si avvicinò in silenzio e allungò una mano e pizzicò dolorosamente il suo capezzolo sinistro. Jane emise un grido. Poi Helen ha applicato lo stesso fastidio al capezzolo destro. Jane scosse la testa in segno di disapprovazione, i suoi gemiti attutiti dal bavaglio con la palla, che Helen aveva montato mentre era trattenuta, bendata e indifesa!

L'ostruzione nella sua bocca stava rendendo difficile per Jane deglutire. La saliva le saliva dagli angoli della bocca e le gocciolava dal mento. Sembrava patetica e debole. Sapendo quanto fosse sciocca, iniziò a singhiozzare. Si sentiva umiliata. Pensava che le cose non potessero andare peggio. Voleva solo che il calvario finisse. Per lei era solo l'inizio!

Helen si è tolta i polsini della caviglia per poter camminare. La condussero nella sala da pranzo e la fecero accomodare all'altro capo del tavolo dalla sua amica. Steph le disse di piegarsi in avanti e appoggiare il corpo sul tavolo. Diventata debole e stanca per il suo tormento, cedette molto più facilmente di prima e fece come le era stato detto.

Sorpresa dalla sua collaborazione, Helen quasi pensò che non ci fosse bisogno della fase successiva del suo trattamento. Ne ha discusso rapidamente con Steph, ma hanno deciso di continuare come previsto.

Helen tirò fuori un plug anale nero con una coda attaccata, quasi come una coda di cavallo.
L'ha offerto a Steph da succhiare. Lo fece, lubrificandolo bene con la sua saliva.
Steph e Claire poi hanno preso una delle guance di Janes ciascuna e le hanno allontanate. Jane iniziò a dibattersi, ma il tavolo le limitava i movimenti. Helen ha inserito lentamente la punta della spina nel culo di Jane. Si girò e spinse lentamente. Il culo di Jane non era mai stato intruso prima e aveva opposto resistenza all'oggetto. Helen era implacabile e contro Janes urla e si dibatte la spina le è entrata completamente nel culo. Ora la coda era l'unica cosa visibile.
Per dimostrare lo scopo della spina a Jane (oltre a umiliarla) Steph la spinse con l'indice e lei urlò. Poi ha tirato la coda e di nuovo Jane ha urlato!


“Vedi Janey, questo plug anale nel tuo culo ci dà il controllo totale su di te. Se non ti muovi quando o dove ti diciamo di farlo, tutto ciò che dobbiamo fare è applicare la minima pressione sulla spina, avanti o indietro, e TU TI MUOVERAI".

Jane sapeva che aveva ragione. Le sembrava che il culo potesse squarciarsi o le sue viscere esplodessero. Il butt plug era il più piccolo che Helen potesse trovare nel negozio, ma per il giovane culo vergine di Janes sembrava che Helen avesse messo tutto il braccio lassù!!

Ora le ragazze decisero di avere abbastanza controllo su Jane da giustificare la rimozione delle sue manette. Li hanno rimossi insieme alla benda. Jane non riusciva a stare in piedi a causa del plug anale. Era leggermente piegata in vita, come una persona anziana chinata.
Si guardò intorno e vide le tre ragazze che la guardavano. Si sentiva così sciocca ad essere tormentata così da sua sorella e dai suoi amici. Poi notò Dawn sul tavolo e arrossì quando vide la sua amica che la guardava con questa stupida coda che le spuntava dal sedere.

Steph ha spinto Jane con forza nella parte posteriore, cogliendola totalmente alla sprovvista. Instabile in piedi per essere stata trattenuta per così tanto tempo, inciampò goffamente e cadde a terra. Le tre ragazze cattive risero rumorosamente della sua situazione.
Claire le ha detto di gattonare intorno al tavolo. Ha completato un giro e poi le è stato detto di andare più veloce! "Vieni piccola cavallina, più veloce, più veloce!" Hanno cantato tutti. Jane iniziò a piangere. Le lacrime scorrevano lungo le sue guance e mentre singhiozzava, la saliva sgorgava dal lato del bavaglio.

Helen la trascinò in piedi e la mise in piedi dietro la sua amica Dawn. Ha rimosso il suo bavaglio.

Helen disse severamente: "Riesci a vedere il suo buco del culo?"

"Sì." Rispose Jane tranquillamente.

“Beh, non limitarti a guardarlo! Lingualo!”

Jane esitò. Helen spinse leggermente la spina nel culo. Lei ha collaborato. Si chinò cautamente verso l'ano allungato di Dawn. Odiava essere costretta a farlo, ma pensava che almeno fosse qualcuno che conoscevo. Qualcuno che conosco è pulito e che non lo dirà a nessuno.

La sua lingua entrò in contatto con la carne del bordo di Dawns. Entrambe le ragazze sussultarono. L'alba si fece avanti e Jane si tirò indietro bruscamente. Erano entrambi in uno stato mentale. Non capire cosa stesse succedendo! Cosa avevano fatto per meritare questo trattamento!?

Helen ha costretto Janes a tornare con la faccia nella fessura di Dawns. Le disse di leccare il suo piccolo buco del culo stretto, di linguarlo e sondarlo. Jane iniziò a baciare alla francese il culo della sua amica. Temeva il dolore che avrebbe sofferto se avesse disobbedito alle istruzioni dei suoi rapitori.

Steph è apparsa al fianco delle due ragazze per portare fortuna alla prima esperienza lesbica di sua sorella. Ha tirato fuori la macchina fotografica e ha scattato alcune foto. Jane era sconvolta. Si chiedeva come sua sorella potesse essere così crudele.

Dawn, ancora fortemente eccitata dalle attenzioni indesiderate che aveva ricevuto, riprese a formicolare. Voleva che smettesse. Sapeva che era sbagliato perché non era lesbica. Detto questo, neanche lei era mai stata con un ragazzo. Era confusa. Dopo 3 minuti in cui la sua amica le leccava il culo, ha iniziato a raggiungere l'orgasmo. La sensazione si è creata nella sua pancia questa volta non nella sua vagina. Rabbrividì ed emise un gemito lento e acuto.

"Brava ragazza" disse Claire accarezzando il viso di Dawn.

Ancora tremante, Dawn perse il controllo di sé e una piccola quantità di pipì le sfuggì. È schizzato fuori da lei. Una parte le gocciolava sull'interno coscia, ma la maggior parte si raccoglieva sul tavolo da pranzo.

“Oh Alba. Che brava ragazza che sei!” Chiara ripetuta.
A Jane è stato permesso di smettere di dare piacere alla sua amica. Helen fece scorrere un dito tra le goccioline di pipì sulla gamba di Dawns e lo tenne davanti alla bocca e le disse di succhiarlo per pulirlo. Dawn obbedì.

Fu poi aiutata a scendere dal tavolo e Helen la spinse fuori dalla porta d'ingresso e pochi istanti dopo le gettò i vestiti dietro di lei. Dawn è stata lasciata nuda sulla veranda a vestirsi davanti a qualsiasi passante. Si è messa subito addosso i vestiti ed è corsa subito a casa per trovare conforto.

Steph ha afferrato la coda del plug anale e l'ha girata, spinta e tirata. “Guarda cosa hai fatto piccola troia! L'hai fatta fare pipì sul tavolo! Devi pulirlo! Fino all'ultima goccia!”
Jane si voltò verso la cucina.
“No, no stupida ragazzina! Dove pensi di andare?! Non meriti di usare nient'altro che la tua bocca per ripulirlo. Adesso mettiti al lavoro e non perdere neanche una goccia!”

Jane era disgustata da ciò che sua sorella voleva che facesse! Sapeva di non avere scelta però. Il suo culo era in fiamme dalla spina e non poteva sopportare altro dolore.

Sapere che era la pipì dei suoi amici non ha reso le cose più facili. Si chinò e iniziò a bere nella pozza di pipì di Dawns. Lo ingoiò lentamente cercando di non vomitare o vomitare. Ha ottenuto la maggior parte di esso abbastanza facilmente. Steph ha elogiato sua sorella: "Brava ragazza. Questo è tutto quel bel piscio! Ora usa la lingua per assicurarti di avere tutto!”

Jane ha usato la lingua per rimuovere ogni traccia del piccolo incidente della sua amica. Leccava su e giù e faceva roteare la lingua attraverso la pipì per rendere felice sua sorella.

Pensava che ora il suo tormento sarebbe sicuramente finito. Sicuramente queste ragazze malvagie avevano finito con lei adesso!?

Helen riapparve dietro Jane e si rimise la benda.

"No! Per favore non di più! Ti scongiuro! Per favore, smettila! Per favore, Steph, non fare questo a tua sorella!”

"Ci hai lasciato senza scelta!" Fu l'unica risposta che ottenne.

Fu condotta al piano di sopra e adagiata su un grande letto, ancora bendata. Le sue mani ei suoi piedi erano divaricati e legati ai quattro angoli del letto. Il butt plug è stato poi rimosso da Steph. È stata fotografata da Claire in questa posizione umiliante. È stata lasciata lì sdraiata a forma di stella mentre le ragazze tornavano al piano di sotto.

Le ragazze hanno poi tirato fuori i loro telefoni cellulari e hanno telefonato a quante più ragazze possibile della scuola. Hanno telefonato ai loro amici e agli amici di Jane.

Non appena la persona ha risposto, tutto quello che ha detto è stato “182 Southhampton Street. Vieni qui in fretta!”

Quello era l'indirizzo di Helen. Le ragazze che hanno ricevuto le chiamate hanno riconosciuto i numeri che le stavano componendo, quindi sapevano chi aveva chiamato ma erano ancora confuse (e incuriosite) da ciò che avevano sentito.

Le tre ragazze si sono poi impegnate a fare dei segni. Uno ha letto "in questo modo" con una freccia sopra. Un altro ha detto "I'M A SLUT". Helen ha scritto "fai quello che vuoi con me". L'ultimo segno di Claire diceva semplicemente "WC". I tre raccolsero i cartelli, alcuni furono lasciati per dare indicazioni alla camera da letto dove Jane era stata trattenuta e gli altri furono lasciati sul letto o sopra la testa di Jane sul muro. Claire ha attaccato l'ultimo a un pezzo di spago e lo ha messo sulla testa di Jane come una collana.

Le ragazze hanno quindi installato un videoregistratore su uno scaffale alto e premuto un disco. Poi sono usciti di casa, con la porta aperta, e hanno parcheggiato in fondo alla strada in modo da poter vedere chiunque entrasse in casa.

Presto le ragazze cominciarono ad arrivare a casa. Erano vestiti con magliette corte o jeans attillati con succinti canottiere. Sono venuti in due e tre.

Le prime ragazze che sono entrate nella camera da letto non sono rimaste sorprendentemente scioccate da ciò che hanno visto.
Sussultarono per lo shock. "Oh mio Dio, guarda la sorellina di Steph!" esclamò uno. Jane aveva sentito i passi ma aveva pensato che fosse Steph, Helen o Claire. Si dimenò e si divincolò contro le sue restrizioni mentre sentiva le voci sconosciute. Non aveva idea di chi fosse in piedi alla fine del letto con una visione completa del suo sesso. Le ragazze sussurrano, indicarono e ridacchiarono. Sono andati via. Jane si sentiva così stupida. Anche a scuola non avrebbe saputo chi l'avesse vista. Le ragazze l'avrebbero vista più vulnerabile.

Poi arrivarono due ragazze più grandi. Erano ragazze del ristorante con cui lavorava Helen. Avevano trent'anni entrambi con lunghi capelli mossi e gambe lunghe e snelle.
Anche loro rimasero scioccati dalla vista davanti a loro. Essendo un po' più grandi e più esperti, presto si rilassarono e presero confidenza con l'ambiente. Studiarono i segni e prestarono attenzione al giovane corpo di Jane. Lisa si chinò e mise una mano sulla pancia di Jane. "Ciao piccola." Lei disse. Jane iniziò a borbottare qualcosa ma Lisa la fermò mettendole un dito sulle labbra. “Ah ah Jane. Qui dice che non siamo autorizzati a lasciarti parlare!» disse Lisa leggendo uno dei cartelli.

"Questo è il tuo dildo?" disse Sarah raccogliendolo dal letto.
Jane scosse la testa. "Beh, forse potremmo farlo tuo!" Sara continuò. Jane scosse di nuovo la testa e iniziò a tirare su con il naso.

"Là, là." Lisa la confortava. Accarezzandole il viso. "Sei molto carina Jane, vero?"
I due trentenni si scambiarono uno sguardo sfacciato ed entrambi si alzarono in piedi e iniziarono a spogliarsi. Non potevano perdere un'opportunità come questa con una ragazza così giovane e carina.

Avevano entrambi jeans attillati dai quali lottavano per uscire. Si sono tolti le magliette. Nessuno dei due aveva seni che richiedevano un reggiseno e nessuno dei due ne indossava uno. Si sono tolti le mutande. Lisa ha preso le sue mutandine e le ha usate per tracciare modelli sul corpo di Jane. Questo fece rabbrividire Jane. È stata una bella sensazione, ma date le circostanze, anche molto spaventosa!
Lisa salì sul letto e si fermò sul viso di Jane. "Non ti dispiace se vado prima io, vero Sarah?"
"Affatto!" Rispose Sarah con un sorriso.
Lisa ha abbassato la sua figa rasata alla bocca di Jane. Jane aveva sempre assaggiato solo il culo prima. Albe. Ora solo un'ora dopo quell'esperienza è stata costretta a mangiare la figa di una ragazza che non conosceva.
Jane non ha fatto alcuno sforzo per leccare o succhiare la figa di Lisa. Quindi Lisa se l'è macinato in faccia. Ha usato il naso di Jane per giocare con il suo buco e la bocca e il mento per darle piacere.

Lisa era in paradiso a macinare il bel viso di Jane. Ben presto si è bagnata ei suoi succhi si sono spalmati sul viso della giovane ragazza.

La mancanza di sforzo di Jane ha frustrato Lisa. Ha detto a Jane di usare la lingua sul clitoride. Le ha detto che più si impegnava prima sarebbe finita. Jane sapeva che era vero così, contro il suo giudizio, iniziò ad accarezzare Lisas Clit con la punta della lingua.
“OH! Questo è tutto, piccola. Oh, stai bene! Ecco, leccami il clitoride! Fammi venire! OH YEH NON FERMARTI! OHH SEI UNA TROIA COS GIOVANE!” gridò Lisa.
Sarah ha preso il dildo e ha cominciato a massaggiarsi mentre guardava lo spettacolo davanti a lei. Con i suoi succhi che fanno brillare il dildo, lo offre alla figa di Jane. Ha cerchiato il buco di Jane e ha messo una forte pressione su di esso. Solo forzandolo in una frazione del modo. Lisa si sporse in avanti per guardare e ancora con la figa sul viso iniziò a strofinare il clitoride di Jane. L'abile attenzione che la fica di Jane stava ricevendo era così grande che iniziò ad agire contro i suoi desideri. Si è bagnato. La sua vagina sembrava pulsare e spingere e succhiare il dildo che le era stato offerto.
Sarah ha applicato più forza. Spinse contro i forti muscoli non stirati di Jane e la penetrò velocemente con una sbavatura.
Le due ragazze ora la stavano scopando velocemente. Uno sulla sua faccia l'altro che le sfonda la vagina con un enorme dildo.
Ora tutte e tre le ragazze stavano urlando di gioia. Sarah aveva la vista perfetta della sua amica che veniva mangiata mentre scopava una ragazza così carina. Questo la eccitava immensamente. Lisa stava girando in modo incontrollabile, quasi raggiungendo già un picco. Jane stava ancora combattendo i sentimenti. Non voleva essere eccitata. Voleva che queste ragazze smettessero. Avrebbe quasi voluto che sua sorella tornasse. La sua figa ha continuato a imbrogliarla e ha sentito crescere l'orgasmo. Ricominciò a piangere. I singhiozzi e le lacrime hanno eccitato di più Sarah mentre guardava le lacrime mescolarsi con Lisa prima dello sperma.

Proprio mentre le ragazze si stavano avvicinando all'apice del piacere, altre due ragazze entrarono in casa. Queste erano ragazze della classe di Jane. Mentre si giravano verso la camera da letto, fecero un passo indietro e osservarono con gelido stupore la vista davanti a loro. Ovviamente non potevano vedere il viso di Jane a questo punto.
Hanno continuato a guardare la prima Lisa che raggiungeva l'orgasmo. Rabbrividì forte e premette sulla bocca di Jane, costringendola ad aprirla ancora di più. Jane ha lottato per respirare con la bocca piena di sperma di Lisa e carne di figa e il naso in profondità nella sua vagina. La spinta di Lisa rallentò e sollevò il viso di Jane. La sborra ha continuato a gocciolare dalla sua figa alle labbra del suo amante. La bocca di Jane era aperta nel suo piacere forzato e lo sperma le defluì lungo la lingua e ancora più avanti fino alla parte posteriore della gola. Mentre Sarah continuava a martellare la sua figa, Lisa ha preso il controllo di se stessa e ha giocato di nuovo al clitoride di Jane.
Non poteva più combatterlo. Ha ceduto e un calore incontrollabile ha attraversato il suo corpo rendendo tutto sensibile. La sua vagina ha spinto e tirato contro il dildo ma Sarah ha mantenuto il suo ritmo. Pochi istanti dopo un forte urlo disse alle due ragazze alla porta che la ragazza legata era venuta. Sarah ha lasciato il dildo dentro Jane e i due hanno deciso di andarsene prima che qualcuno ritorni. Lisa scese dalla sua faccia e fu allora che Jane divenne riconoscibile per i suoi due amici. Sono rimasti stupiti! Ovviamente non sapevano che Jane era lì contro la sua volontà. Mentre Lisa e Sarah si vestivano, le altre due ragazze uscirono.

Jane rimase di nuovo lì da sola una volta che le ragazze più grandi se ne furono andate cercando di venire a patti con quello che era successo! Nelle ultime due ore era stata umiliata da sua sorella, aveva fatto venire la sua amica baciandole il culo alla francese! Aveva bevuto la pipì dei suoi amici e ora aveva fatto venire uno sconosciuto ed era stata fatta venire dalla stessa ragazza e dalla sua amica! Pianse e pregò che Steph venisse a liberarla presto.

Detto questo, bussarono alla porta della camera da letto. Una ragazza di 27 anni è entrata nella stanza e ha identificato rapidamente Jane. "Oh ciao!" Lei disse. "La tua Janey, la sorellina di Steph!" Jane annuì.
"Wow, sei sexy, vero?" Annunciato Jenna. Jane pensava di aver riconosciuto la voce, ma non ne era sicura. Non sapeva che aveva ragione. Era Jenna dell'"Apple House Bar" in città. Era una barista che veniva pagata un sacco di soldi per lavorare in topless. Non era timida a riguardo perché era in forma. Per via del suo lavoro tutti i ragazzi la conoscevano e lei aveva avuto modo di conoscere la maggior parte dei ragazzi, personalmente!

“Beh, ho pensato di fare un salto per vedere cosa stava succedendo! Comunque stavo tornando a casa dal lavoro. Sembra che tu ti sia divertito! Ti dispiace se prendo questo da te?" Senza aspettare una risposta ha tirato fuori il grosso dildo dalla figa di Jane. Lo avvicinò al naso e lodò Jane per il suo profumo. Jane era disgustata ma non osò dire niente. Jenna, ancora una volta senza aspettare una risposta, ha chiesto se poteva avere un assaggio. Lo ha fatto, prendendo la punta del dildo in bocca e ruotandola intorno assaporando il gusto della giovane figa di Jane. "Mmmm, è così bello" ha detto a Jane. “Qui devi assaggiare te stesso!” Con ciò ha forzato l'oggetto nella bocca di Jane ed ha esplorato la sua bocca con esso. Lo ha forzato così profondamente a un certo punto che ha causato a Jane un vomito incontrollabile e quando è stato tirato fuori dalla sua bocca Jane ha dovuto sputare e liberarsi della saliva che aveva portato dal fondo della sua gola.
"Oh ti piace sputare, piccolo?" Jenna si chinò e sputò sulla bocca di Jane. Le disse di "Apri tutto!" Quando Jane si aprì, Jenna lasciò che un grosso pezzo di sputo cadesse lentamente nella sua bocca. Jenna ha poi chiuso la bocca di Jane con la mano e ha aspettato fino a quando non l'ha ingoiata.

"Sai cosa? Devo fare pipì", ha detto Jenna. Mentre si alzava per andare in bagno, notò il cartello che era stato rimosso dal roteare di Lisa. "Oh! Vedo che ti piace essere usata come toilette, Janey?!”
Jane non sapeva ancora che i segni fossero lì, ovviamente, quindi presumeva che Steph le avesse dato qualche tipo di istruzione.
Senza pensarci due volte Jenna salì in cima alla parete di Jane. La seconda ragazza in un'ora!
Si è tirata su la gonna, ha tirato giù le mutande fino alle caviglie e si è accucciata su Jane con la fica pelata a meno di un centimetro dalla bocca. Jenna si chinò e tirò delicatamente la mascella inferiore di Jane, incoraggiandola ad aprirsi per permetterle di fare pipì in bocca.

Jenna emise un costante rivolo di urina. Continuò a fare pressione sulla mascella di Jane, tenendo la bocca spalancata. La bocca di Jane si riempì rapidamente. Le gambe di Jennas impedivano a Jane di girare la testa. L'unica opzione che aveva era di ingoiare il piscio caldo! Ci vollero due sorsi per drenarle la bocca. Mentre ingoiava, la sua bocca si chiuse, ma Jenna continuò a fare pipì. Si schizzò sulle labbra di Jane e le schizzò sul viso. Si contorceva cercando di sfuggire all'orribile sapore. Jenna non si arrese e aprì di nuovo la bocca con la mano.
Alla fine, dopo altre due schifose boccate piene di piscio caldo, Jenna aveva finito. Ha incaricato Jane di leccare la sua vagina pulita. Quando fu soddisfatta si alzò, si tirò su le mutande e se ne andò.

Steph e le sue amiche hanno visto Lisa partire e hanno deciso di tornare per continuare l'umiliazione di Jane in privato!

Storie simili

Corpo di un uomo, mente di macchina - Capitolo sei

Capitolo sei: Sono oltre trenta le persone morte, tutte uccise da un solo uomo senza l'uso di armi da fuoco. È stato definito uno dei peggiori omicidi di massa della storia americana. La vastità della morte, del sangue e degli omicidi senza cuore avvenuti in quell'edificio stava sconcertando la polizia, e ora veniva chiamata l'FBI. Erano trascorse otto ore dal massacro, e Jenny e Adrian si stavano spostando a nord dello stato. una località sconosciuta. Il sole era appena sorto e l'autostrada era quasi deserta. Con grande sollievo di Adrian, Jenny dormiva profondamente sul sedile reclinato del passeggero, con il cappotto...

290 I più visti

Likes 0

Camion con Becky Capitolo 1

CAPITOLO 1 È iniziato come un giorno normale quando la mia sveglia è suonata e sapevo che dovevo alzarmi e andare se volevo fissare l'appuntamento per la consegna in tempo. Sfregandomi il sonno dagli occhi, ancora sdraiato a letto cercando di svegliarmi, ho afferrato il telefono per controllare le notizie del mattino. Quando ho premuto il pulsante Internet, è apparso il sito porno che stavo guardando la sera prima e un video di una tettona rossa ha attirato la mia attenzione. Perché no, ho pensato tra me e me mentre allungavo la mano nei miei boxer e avvolgevo la mano intorno...

1.1K I più visti

Likes 0

Cioccola mamma

Cioccola mamma. Chook ed io eravamo migliori amici da quando ricordo e le nostre mamme ci trattavano come parte della famiglia, quindi ci sentivamo come a casa l'uno nelle case dell'altro. Avevamo giocato a molti giochi sessuali con le ragazze del posto, ma Chook era ancora vergine e avevo provato a fare sesso due volte ma non ci riuscivo fino in fondo, non sono riuscito a venire perché la mia ragazza era vergine e io l'avevo ferita cercando di romperle l'imene, quindi non abbiamo mai completato l'atto... Immagino che tecnicamente non fossi vergine ma in realtà mi sentivo sicuramente tale. Io...

548 I più visti

Likes 0

Agente di Lilith: Capitolo 13

James giaceva da solo in casa sua, disteso sul divano del soggiorno. Aspettando pazientemente l'arrivo del suo ospite, fissò il soffitto, cercando di distogliere la mente dall'inevitabile faccia a faccia con Ishtar. Una cosa alla volta, si disse. Dopo aver lasciato l'ufficio di Tina qualche ora prima, James era tornato a casa e si era trovato in una casa vuota. Era stato accolto da un biglietto sul frigorifero di David, che a quanto pareva aveva preso Brianna ed era andato al matrimonio di un parente fuori città e non sarebbe tornato per qualche giorno. L'altro compagno di stanza di James, Mark...

638 I più visti

Likes 0

Giorni nel dormitorio-Parte 1

Beh, vivo in un dormitorio universitario, quindi puoi immaginare che vedo, sento parlare e faccio MOLTO sesso. Non sono mai stata una puttana ma apprezzo il corpo maschile. Una delle mie scopate preferite è avvenuta durante il primo mese di college con il mio migliore amico, Mike. Sono amico di lui fin dal primo anno del liceo e la nostra amicizia è una cosa che apprezzo molto. Sono venuto al nord (nella California settentrionale dalla California meridionale) per andare a scuola nell'agosto dello scorso anno. Ero piuttosto sola nel mio dormitorio dato che non avevo un compagno di stanza, così ho...

448 I più visti

Likes 0

Morgan L.

Morgan L Morgan era seduta nella sua cucina adesso per la prima volta e cominciò ad avere dei dubbi, mio ​​Dio, pensava che avessi appena passato la notte a scopare due amici di mio figlio. Mi sono divertito da morire, ma i ragazzi parlano che non vorrei che Terry lo scoprisse. Vorrei rivederli, ma potrebbe diventare difficile quando Terry è a casa. Il suo telefono squillò e un pezzo grosso si avvicinò e lei rispose immediatamente, quello che Morgan non sapeva era che i suoi due nuovi amici del sesso stavano organizzando una gangbang con lei per sabato sera. Sabato mattina...

320 I più visti

Likes 0

Benvenuto in Famiglia_(0)

Benvenuto in famiglia Mia moglie, Sarah ed io ci eravamo appena sposati, siamo andati in Tailandia per la nostra luna di miele, quella è stata un'avventura in sé, ma questa è un'altra storia per un'altra volta. Comunque, eravamo appena tornati in campagna qualche giorno prima e siamo andati a trovare i suoi genitori. Mia moglie è sempre stata molto vicina alla sua famiglia, tipo, ridicolmente vicina, ho sempre attribuito il fatto al fatto che io non ero così vicino alla mia famiglia. Mi sorprendeva quando stavamo dai suoi genitori e Sarah usciva con la famiglia in pigiama che generalmente consisteva in...

372 I più visti

Likes 1

L'inizio di una storia d'amore

È la mia prima storia, tutti i feedback sono molto apprezzati Contesto: è ambientato in una scuola privata e parla di un ragazzo di 14 anni che è gay ma non ne ha parlato a nessuno. Finora Era una mattina come tutte le altre, gli uccelli cinguettavano, il sole faceva capolino oltre gli alberi splendendo nella mia stanza. Mi sono alzato velocemente dopo che la mia sveglia ha suonato, spogliandomi velocemente per indossare la mia uniforme. Una camicia blu notte con sotto una maglietta bianca, non è proprio necessario indossare la cravatta ma decido di allacciarla perché no. Cambio i boxer...

291 I più visti

Likes 0

Papavero Capitolo 2

La mattina dopo si svegliò con il canto degli uccelli e il sole che entrava dalla finestra. Mentre si stiracchiava sotto il pesante piumone, si ricordò che aveva dormito nuda. Normalmente non sarebbe stato un grosso problema, ma almeno avrebbe insistito per le mutandine. Ora sorrideva tra sé e sé al pensiero di dormire completamente nuda, consolandosi nel sapere che a Lui piaceva così. Si sarebbe divertita a compiacerlo. Si alzò dal letto, si stirò ancora un po', poi attraversò il tappeto riscaldato dal sole fino al bagno. Cominciò a prepararsi per Lui con una doccia, avendo cura di strofinare bene...

246 I più visti

Likes 0

Confessione a papà_(2)

Ho qualcosa da dirti papà, ma non posso semplicemente dirlo, devo dirti altre cose con esso, ok? Ma ci arriverò, lo prometto. La casa era tranquilla. Eri al lavoro da diverse ore e io avevo già finito le mie faccende. La nostra camera era pulita, i piatti riposti, il bucato piegato... e mi annoiavo. Ero sdraiato sul divano pensando a te ed ero così eccitato che, anche se so che non mi è permesso, ho iniziato a toccarmi. Volevo il cazzo di papà ma non saresti a casa per ore! Ho iniziato lentamente, strofinandomi il clitoride con una mano e prendendomi...

3.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.