Amo la mia sorellina!-Parte prima

1.1KReport
Amo la mia sorellina!-Parte prima

Prima parte: amo la mia sorellina!

Ricordo che avevo otto anni, in un ospedale e preoccupato. Mia madre si era gonfiata e ora aveva rotto qualcosa, quindi è stata portata d'urgenza in ospedale. Non avevo idea di cosa fosse successo o cosa sarebbe successo dopo e anche adesso, non mi dispiace dirti quanto ero spaventato quando i dottori mi hanno detto di lasciare la stanza mentre la mamma urlava in quello che era ovviamente un dolore intenso. Le porte dell'ospedale sono fatte in modo che le urla non possano essere udite dall'esterno a meno che non siano molto forti e tu sia molto vicino, cosa che io ero, quindi potevo. Dopo un'ora di incertezza e paura, il dottore ha aperto la porta. La mamma non urlava più, quindi sono corso dentro e l'ho trovata... con in mano qualcosa. Un asciugamano, forse? Mi sono avvicinato e ho visto che era un bambino.

La mamma mi ha guardato e ha sorriso. "Ti presento la tua nuova sorellina", mi disse. Sembrava così mansueta, ma adesso la bambina aveva il mio interesse. Non appena ho allungato la mano per toccare il bambino con un dito, lei ha allungato la mano e ha tubato soddisfatta. La mamma ha sorriso alla vista e mi ha sussurrato.

"Il suo nome è Kari."

Da quel momento in poi, se qualcuno volesse disturbarla, risponderebbe a me! Molte persone hanno cercato di infastidirla durante la scuola. Era la ragazza alle elementari che tutti i ragazzi avrebbero preso di mira in modo che i loro amici non li prendessero in giro perché avevano una cotta per lei. Alle medie, quegli stessi amici ci provavano senza sosta con lei. Ho avuto molti litigi e molte sospensioni per lei, ma non me ne pento. Non solo stavo difendendo la mia sorellina, ma dovevo anche difendere una bella ragazza in pericolo.

Sì, la definirei una bella ragazza. Lo faresti anche tu, se mai la vedessi. Capelli biondo fragola che di solito teneva lisci con una di quelle cose arcuate che le ragazze si mettono a volte tra i capelli, occhi azzurri e, da quando aveva dodici anni, un bel seno. Non che andassi a controllarla alle dodici, ovviamente, ma quando sei sempre vicino a qualcuno, alla fine noterai cose del genere. Quando aveva dodici anni, pensavo avesse il potenziale per essere meravigliosa. Ora che aveva sedici anni, mi aveva dato ragione. Quei seni da allora erano cresciuti da piccole protuberanze in adorabili tumuli, dalla forma molto bella. Lo so perché spesso mi manda foto di se stessa ogni volta che le succede qualcosa, buono o cattivo. I bei momenti mi hanno fatto desiderare di condividerli con lei e i brutti momenti mi hanno fatto desiderare di poterla ancora proteggere.

Ma non potevo più. Ho compiuto ventuno anni e ho deciso che era ora di lasciare il segno nel mondo. E per farlo con tutte le capacità che avevo, ho dovuto lasciare lo stato. Kari ha pianto il giorno in cui me ne sono andato, il che è stato straziante, ma le ho promesso che sarei tornato il più spesso possibile. Piangeva ancora, ma mi lasciò uscire dall'abbraccio sorprendentemente forte che aveva usato per impedirmi di salire in macchina. Mi invia e-mail più volte al giorno, spesso quando i suoi insegnanti dicono che non dovrebbe.

Oggi è il primo giorno di Kari in una nuova scuola. Quello in cui era andata prima era l'obiettivo di un piromane che ultimamente ha colpito questa città. Quello o qualcuno aveva recentemente assicurato l'edificio. In ogni caso, il primo giorno delle sue precedenti scuole non è mai stato facile per mia sorella. I ragazzi ci provavano con lei, le ragazze diventavano immediatamente amareggiate nei suoi confronti per non volere l'attenzione per cui avrebbero ucciso e gli insegnanti la costringevano a presentarsi davanti a tutti, cosa che odiava fare. Kari non si è mai divertita ad essere al centro dell'attenzione di qualcuno poiché di solito non era un buon tipo di attenzione che le persone le prestassero. Oggi mi ha mandato un'e-mail, dicendo che era spaventata e che desiderava che fossi lì con lei. Non gliel'ho detto, ma ho ricevuto l'e-mail su un aereo diretto lì. Non potevo certo perdermi il secondo primo giorno di liceo della mia cara sorella, vero?

Le e-mail di mia sorella non sono sempre ciò che chiameresti fraterno. Ogni volta che dico che le ragazze qui non stanno mordendo, la sua risposta torna sempre con "Se solo non fossimo una famiglia", e più tardi "Se solo non fossi così lontano". E quando trovo una ragazza per la notte o per pochi mesi, la sua gelosia è evidente anche su Internet. Una volta in realtà mi ha detto che sarebbe stata una ragazza migliore di quella con cui ero in quel momento. Potrebbe aver ragione, dato che quella puttana mi ha scaricato per un tizio con uno yacht un mese dopo.
Kari mi dice che non ha mai avuto un fidanzato e che non è interessata a nessuno dei ragazzi della scuola. Quando le chiedo che tipo di ragazzo le piace, dice semplicemente "un ragazzo come te". Quel messaggio è tornato con un attaccamento di lei che baciava la telecamera.

A proposito di attaccamenti, un mese dopo che me ne sono andato, Kari si è fatta controllare gli occhi e si è scoperto che aveva bisogno degli occhiali. Essendo sempre stato così aperto con lei, non era un segreto per Kari che mi piacciono le ragazze con gli occhiali. La mia prima ragazza li aveva, motivo per cui mi sono avvicinato in primo luogo. Ad ogni modo, quando Kari li ha presi, mi ha mandato una sua foto che li indossava, che ho detto era carina. Appena quindici minuti dopo, è arrivata un'altra serie di allegati che la ritraevano con i suoi occhiali e vari abiti, la maggior parte molto rivelatori. Quanto rivelatore, chiedi? Beh, diciamo solo che dato che all'epoca aveva quattordici anni, sono stato molto fortunato che nessuno delle forze dell'ordine li abbia visti.

Ma basta. L'aereo era atterrato, l'auto a noleggio mi aveva portato alla casa in cui sono cresciuto ed erano le 3:45. Kari sarebbe tornata a casa da un momento all'altro, aspettandosi una casa vuota (la mamma ha ottenuto un nuovo lavoro che ha trasformato Kari in una bambina chiave). Non sarà sorpresa?

L'auto di Kari, un battitore che mi ha fatto pensare a tutto, dal guasto termico al blocco dei freni non appena l'ho vista, è entrata nel vialetto meno di cinque minuti dopo che ero arrivato. Mi nascosi dietro una sedia e aprii la porta d'ingresso. Lo aprì, con aria confusa e cauta. "Lui-...ciao?" Sembrava più che nervosa, il che significava che lo scherzo era finito. Mi sono alzato e lei ha lasciato cadere la borsa. Kari saltò senza sforzo sull'ottomana tra di noi, atterrò contro il mio petto e mi avvolse le braccia e le gambe intorno all'impatto. È una ragazza leggera, quindi non mi ha fatto male o altro, ma mi ha sbattuto contro il muro. Va bene, ho pensato. Se fosse così felice di vedermi, potrei sopportare un respingimento non doloroso. L'ho abbracciata e lei mi ha strofinato affettuosamente la guancia sulla spalla e sul viso.

"Allora," dissi, riflettendo in modo sonoro e ridicolmente disinvolto. "Com'è stata la tua giornata?"

"Il meglio della mia vita," sospirò.


Parte seconda: amo mio fratello maggiore!!

Da quando sono vivo, ho amato mio fratello maggiore. Che cos'è? "Ogni sorella del mondo lo dice", dici? Beh, io sono un po' diverso.

Matt, mio ​​fratello, è sempre stato fantastico. Mi mostrava ogni genere di cose interessanti quando eravamo bambini, come i boschi dietro la scuola elementare in cui andavo e questa vista davvero fantastica della città dall'alto di una collina. Penso che sia stato allora che il mio amore è diventato diverso da quello delle altre sorelline. Quale ragazza potrebbe fare a meno di sciogliersi e innamorarsi del ragazzo che le ha mostrato il suo primo tramonto mentre le teneva la mano? Mi ha insegnato anche tutte le piccole cose, come allacciare le scarpe e roba del genere. Quando un ragazzo se la prendeva con me, veniva sempre ad aiutarmi, come un supereroe.

Era così straordinario, volevo essere proprio come lui. O l'ho fatto quando ero molto giovane. Ma da quando avevo sei anni, non volevo essere lui, volevo stare con lui. Volevo che mi amasse come lo amavo io, non solo come una sorella. Non sarebbe successo, ovviamente. Sono troppo realistico per pensare che sarebbe mai uscito seriamente con me, ma finché potevo sognare ad occhi aperti, almeno in un posto, eravamo una coppia.

Quando ha detto a me, a mamma e papà che sarebbe diventato un attore, avevo assoluta fiducia che ci sarebbe riuscito, anche se ora non posso fare a meno di chiedermi se sarebbe rimasto in questa città con me se non l'avessi detto COSÌ. Non importava. Non potrei mai dirgli una cosa del genere solo per poterlo vedere tutti i giorni. Recitare era la sua felicità e aveva bisogno di seguirla.

Non ho mai pianto più del giorno in cui se n'è andato. Non dopo essere caduto da un albero, non quando hanno sparato alla madre di Bambi, mai. Penso che fosse perché per quei tempi lui era lì per me e quando se ne andò non ci sarebbe più stato.

Quando Matt ha detto che voleva fare l'attore, voleva dire che voleva fare la voce nei cartoni animati. E Matt, essendo l'uomo di talento che è, ha ottenuto un lavoro in due importanti studi nel suo primo anno, qualcosa che secondo lui è un miracolo nel settore. Non mi aspettavo niente di meno da lui. Le voci che usava quando mi leggeva erano incredibili. Anche se gli spettacoli a cui partecipa non sono molto divertenti, non mi perdo mai un minuto e ho anche risparmiato per comprarne uno in DVD. Mi ha ringraziato per i sette centesimi che ha ricevuto.

Ora, non mi interessa quanto tu consideri come scimmie i ragazzi intorno a te, quando sei una ragazzina di quattordici anni, hai in mente l'amore e il sesso. So di averlo fatto. Non solo, sei interessato al tuo nuovo corpo più maturo e vuoi che anche un uomo speciale sia interessato, giusto? Mi vergogno un po' a dirtelo, ma quando ho ricevuto questi occhiali, ho mandato una foto a Matt e indovina cosa ha detto? Ha detto che mi stavano benissimo! Immagino di essermi emozionato perché gli ho inviato altre venti foto e alcune di esse erano piuttosto vietate ai minori. Non gli ho mostrato le mie tette o altro, ma abbastanza vicino in alcune di esse. Non posso credere di averlo detto per iscritto, ma speravo che si stesse masturbando con me. Non puoi immaginare la mia delusione quando ha menzionato solo brevemente quanto "carini" fossero tutti.

Anche se non mi stava osservando, pensare a lui che lo faceva mi ha portato alla mia prima eccitazione sessuale, poi alla mia prima volta che ho giocato con me stesso. Ho pensato a Matt, solo nel suo appartamento che guardava le foto che gli avevo mandato, mentre si masturbava immaginando di fare sesso con me. Non ero del tutto sicuro di come fossero le cose di un uomo allora, non lo sono ancora veramente, ma solo il pensiero di lui che pensava era troppo eccitante per non agire. Papà è tornato a casa prima che potessi raggiungere l'orgasmo, però. Qualcuno lo fa sempre. Hanno messo una cimice nella mia stanza o cosa?

Oggi sono dovuto andare in una nuova scuola perché qualcuno ha dato fuoco a quella che frequentavo prima. Proprio quando ero in una confortevole nicchia da solitaria, devo ristabilirmi come la ragazza che non è romanticamente interessata a nessuno lì. La giornata si è trascinata e ognuno degli insegnanti mi ha fatto presentare. Apparentemente i ragazzi delle mie classi non hanno mai visto una ragazza a disagio davanti a così tante persone, perché pensavano che fossi debole o adorabile perché arrossivo. Non posso essere timido quando venti o trenta persone mi fissano come chiunque altro? Non sono mai stato coinvolto più di oggi, e potrei essere stato solo più imbarazzato quando ho inviato a Matt quelle foto degli occhiali, ma almeno anche quello mi ha fatto sentire bene. Oggi è stato solo miserabile. L'unica cosa peggiore è sapere che accadrà di nuovo domani e il giorno dopo e il giorno dopo e il prossimo... ugh!

Dove sei Matt? Ho bisogno di te oggi.

La mia macchina, che ho iniziato a chiamare affettuosamente il dono di Dio alla meccanica, è riuscita a riportarmi a casa, nonostante i suoi sforzi per morire su di me molte, molte volte.

Dio mio. La porta è aperta e mamma e papà sono al lavoro. Inoltre non lasciano mai la porta spalancata in quel modo. Forse... uh, forse hanno chiamato un disinfestatore o qualcosa del genere. Entro. Ho tanta paura. L'unica cosa con cui devo combattere qualcuno è la mia cartella, e non è così pesante. Vorrei essere forte come Matt. Se lo fossi, non avrei mai paura di niente. Matt, se riesci a sentirmi, per favore...

Mi ha sentito. Matt è qui, in casa. È davvero qui! Tutto tranne lui è sfocato e si sta avvicinando. Sembra che ci voglia un'eternità, ma ora mi aggrappo a Matt, il mio fratello maggiore, e lui ricambia l'abbraccio! Mi sento di nuovo al sicuro. Mi sento così felice, è come se il resto della giornata non fosse mai successo!

"Allora, com'è andata la tua giornata?" mi chiede.

Con la mia guancia su di lui e con lui che mi tiene come una volta, è il...

"Il meglio della mia vita".

Alla fine, lascio che i miei piedi tocchino il pavimento e mi appoggio all'indietro per guardarlo (e per lasciare che mi guardi, cosa che fa!). Non so come, ma sono riuscito a non baciarlo proprio lì. "Quanto rimarrai questa volta," gli chiedo, sperando che dica qualcosa come 'quanto basta perché tu possa fare i bagagli perché voglio che tu venga a vivere con me'.

"Perché, sei già stufo di me?"

"Certo che no," sussulto. "Non puoi dire quanto sono felice che tu sia qui? O hai bisogno che mi tolga la maglietta e ti mostri quanto sono eccitato?" Oh mio Dio, sono appena venuto da mio fratello! Spero che dica di sì...

"Uh, no, non sarà necessario. Ti credo." Il modo in cui balbetta quando lo dice mi dà speranza. "Sarò qui fino a lunedì." Ah, ho dimenticato di dirtelo. Oggi è giovedi. Il che significa che ho più di tre giorni stanotte per convincerlo a stare con me o io a stare con lui. E già che ci sono, dovrei scoprire se è attratto da me. Adesso ho sedici anni, quindi sono legale, quindi se lo è posso provare a portarlo a letto senza preoccuparmi che sia illegale.

Improvvisamente, mi sento molto bagnato.


Parte terza: La mia sorellina mi ama

Kari sembra un po' distratta da quando le ho detto che sarei stato qui fino a lunedì, quindi le chiedo "c'è qualcosa che hai in mente". Lei apre la bocca per dire qualcosa, diventa rossa come la barbabietola e scuote la testa. lei di nuovo. Il suo corpo è morbido e ha un odore femminile, quindi non puoi biasimarmi per averla tenuta vicino per un po' più del previsto. Non le importava. in effetti, sembrava un po' insoddisfatta che l'avessi lasciata andare quando L'ho fatto.

Ci siamo seduti sul divano. Più precisamente, mi sono seduto sul divano. Kari si sedette sulle mie ginocchia di traverso. Uno dei suoi seni era proprio davanti alla mia faccia, così vicino che, se avessi pensato che non mi avrebbe urlato e schiaffeggiato, avrei potuto leccarlo senza muovere la testa. Forse non l'avrebbe fatto. Sembrava che si stesse muovendo in modo che ogni pochi secondi il suo seno più vicino mi toccasse il viso. Sarebbe così facile iniziare a succhiarlo...

No. Era mia sorella e se ci provassi, mi odierebbe. Mi sono trattenuto da quello che stavo pensando di fare.

Kari e io ci siamo incontrati fino a quando mamma e papà non sono tornati a casa, e ho ripetuto la storia per loro, insieme all'occasionale "Non è fantastico?" di Kari. I miei genitori si sono sposati a trent'anni, quindi ormai erano abbastanza grandi da essere stanchi subito dopo il lavoro e sono andati a dormire abbastanza presto. Poi eravamo solo io e Kari, il che sembrava renderla molto felice. Accese la TV su un canale di musica digitale, un canale R&B. È partita una canzone che non avevo mai sentito prima in cui ogni altra parola era "bacio". Sembrava che Kari avesse qualcosa da dirmi, ma come se si stesse trattenendo poco prima che venisse fuori. Dopo che la canzone finì, emise un sospiro udibile e mi guardò.

"Fratello maggiore? Cosa... com'è baciare qualcuno?" L'ha sbottato lei. Questo doveva essere quello che voleva dire prima.

"Hai baciato mamma e papà, vero?"

«Non così», disse. "Voglio dire un vero bacio. Il tipo di bacio che davi alle tue amiche."

"Oh," dissi, un po' nervoso. Il modo in cui mi guardava mi ricordava molto come mi guardava una ragazza quando voleva essere presa. "Beh, davvero non saprei come descrivere il baciare un ragazzo. Ti piacciono i ragazzi, suppongo?"

Posò la sua mano sulla mia e disse un "sì" molto dolce. Le sue labbra tremavano leggermente e i suoi occhi si stavano lentamente chiudendo. Non c'è dubbio, questa era una faccia da "baciami". La mia dolce sorellina voleva che le mostrassi com'era un bacio, non solo che glielo dicessi. Continuò con voce molto dolce e supplichevole. "Mi darai il mio primo bacio, fratello maggiore?"

Non potevo dire di no. La mia mano le accarezzò il lato del viso e le nostre labbra si incontrarono. Aveva un sapore dolce, ma si sentiva tremante. La sua pelle era bollente sulla mia. Potevo sentire l'aria entrare e uscire dal suo naso rapidamente e in respiri brevi, quasi in preda al panico. Onestamente non saprei dire se fosse davvero eccitata o spaventata.

Sorprendentemente, si è tirata indietro per prima. Respirava a fatica e mi guardava come se quel bacio non fosse abbastanza. "Non ce la faccio più, fratellone! Ti amo! Non intendo come una sorella, ti amo come... come amore-amore!" Quando finì di dirlo, si tirò su la gonna, il suo viso si incupì man mano che veniva scoperta altra gamba, finché mi mostrò le sue mutandine, di cotone bianco e umide. "Ho bisogno di dirti qualcos'altro," disse mentre potevo solo fissare il suo viso e poi le sue mutandine. "Potevo sempre sentirti fare sesso con le tue amiche, e volevo invece che fosse con me. Ero troppo giovane per sapere esattamente cosa stava succedendo in quel momento, ma sapevo che eravate entrambi intimi insieme. Volevo sentire in quel modo con te. Lo voglio ancora, e non sono più un ragazzino. Voglio fare sesso con te, Matt." Non importa quanto fosse ovvio nelle parole che l'avevano condotto, sentirla dire "Voglio fare sesso con te" era comunque un po' scioccante. Esitai e Kari prese la mia mano tra le sue. "Sei sempre stato lì per me. Per favore, sii qui per me adesso."


Parte quarta: la mia sorellina/fratello maggiore desidera me!

È stato tutto così improvviso. Ero qui solo da poche ore e mia sorella mi stava supplicando di fare sesso dopo avermi chiesto di baciarla. I suoi occhi oscillavano tra la gioia e le lacrime, forse così qualsiasi cosa avessi risposto potesse essere mostrata più velocemente.

"Per favore, sii qui per me ora."

"Questo è combattere sporco," sussurrai mentre la baciavo di nuovo. Questa volta era più vicina alla calma. Il suo respiro è iniziato irregolare come l'ultima volta, ma l'ho baciata abbastanza a lungo da permetterle di uniformarsi.

---------------------------------------

Mio fratello maggiore mi stava finalmente baciando e le mie fantasie più selvagge e migliori non potevano nemmeno provare a fare un confronto! Mentre il bacio andava avanti, mi sentivo meno una ragazzina spaventata delle medie e più come... beh, come una donna. Il bacio sembrava così naturale e giusto. Quando ho detto alla mia amica delle foto che avevo inviato a Matt, si è comportata in modo disgustato e ha detto che ero un incesto. Non avevo mai sentito quella parola prima, ma suonava come una brutta cosa. Bene, ora so cosa significa, e si sbagliava. Non sembrava sporco o sbagliato o come un peccato. Amo mio fratello e ora almeno sembra che anche lui mi ami.

Cosa potrebbe esserci di sbagliato in questo?

-------------------------------------

Kari stava diventando più attiva nel bacio, accarezzandomi le spalle con piccole mani delicate e muovendosi delicatamente in avanti così mi colse di sorpresa sentire un leggero peso sulle mie ginocchia.

Tuttavia, dopo un momento di baci in questo modo, ha nuovamente separato le nostre labbra. "Voglio mostrarti questi." Fece un respiro profondo e sollevò il top, mostrando il reggiseno di cotone bianco. I suoi seni sembravano così morbidi, volevo allungare la mano e liberarli dalla loro prigione di stoffa. Kari sembrava nervosa.

-------------------------------------

Mi guardai imbarazzato il petto. Vorrei avere tette più grandi. Vorrei aver saputo che Matt sarebbe venuto così avrei potuto indossare un reggiseno più sexy invece di questo noioso bianco. Non è nemmeno di pizzo o ha disegni su di esso o altro. Non gli piaceva, lo sapevo. Lo stava fissando, senza dire niente.

Poi mi ha toccato! La sua mano si alzò lentamente e la mise su una delle mie tette! Rimasi senza fiato e penso che la mia schiena potrebbe essersi inarcata un po', non ne sono sicuro. Ero troppo occupato con la mano di Matt su di me. Sembrava così forte, ma stava giocando con me così dolcemente.

-----------------------------------

"Perché trattenerti?" mi sono chiesto. Kari lo voleva e io stesso non ero esattamente contrario. La mia mano le toccò il seno, il che la fece sussultare e inarcare la schiena in un modo che lo premette contro il mio palmo. Sorrise e i suoi fianchi iniziarono a oscillare leggermente. Non credo che si sia nemmeno resa conto che lo stava facendo, ma di sicuro l'ho fatto. Sentirla bagnata e le mutandine sempre più bagnate che si muovevano avanti e indietro sul mio cazzo sotto i pantaloni era impossibile da ignorare.

La mia mano libera le fece scivolare la schiena fino ai ganci del reggiseno. Anche io sono rimasto sorpreso dalla velocità con cui si sono slacciati e il suo reggiseno è caduto a metà del suo corpo. Non ha fatto alcuno sforzo per prenderlo e in effetti l'ha tirato via per il resto del percorso.

-------------------------------------------------- -----------------------------------

Improvvisamente mi resi conto che avevo iniziato a muovere i fianchi quando sentii qualcosa che si muoveva sotto di me. All'inizio non riuscivo a capire cosa fosse, ma me ne sono reso conto abbastanza presto.

I miei fianchi stavano macinando sul grembo di mio fratello e gli stava dando un'erezione! Gli piace! Ero così felice, ma prima che potessi farci qualcosa, le sue dita risalirono la mia schiena, facendomi rabbrividire di piacere. Improvvisamente il mio reggiseno era allentato. Deve averlo disfatto mentre tremavo. Ero così felice di essermi liberato della cosa brutta, l'ho sbucciato senza pensare che ora poteva vedere le mie tette.

Mi sono seduto su di lui perfettamente immobile mentre aspettavo quello che avrebbe fatto dopo. Rimasi senza fiato e questa volta so di aver inarcato la schiena quando mi baciò il capezzolo e poi iniziò a succhiarlo! Mi sono sentito gemere sommessamente.

-------------------------------------------------- -------

Presi il seno di Kari tra le mie labbra e le usai insieme alla mia lingua per stimolarlo. Lei ha risposto con un lieve gemito e spingendolo di più contro il mio viso. Diventò sempre più vocale, dapprima gemendo, poi ansimando e infine usando le parole.

------------------------------------

È stato fantastico! Ho provato per forse cinque minuti a dirgli quanto l'amassi, e anche dopo tutto quello che riuscivo a dire era "sì...sì...lo adoro...oh, fratellone!"

Una volta che le parole sono iniziate, sono uscite facilmente. Forse troppo facile. Ho iniziato a dirgli quanto lo amavo e lo guardavo sempre con ammirazione e cose del genere, il che andava bene. Ma poi, ho detto qualcosa che non avevo intenzione di dire.

"Oh, fratellone... fatti succhiare anche a te dalla tua sorellina."

-------------------------------------------------- ---------

Smisi di assaggiare i suoi seni e tirai indietro la testa. Sentirla dire che mi ha reso quasi completamente duro e so che l'ha sentito dal suo sussulto e dal suo sorriso. Kari è scesa dalle mie ginocchia e si è sdraiata sul pavimento di fronte a me. Molto delicatamente, o forse nervosamente, mi ha aperto la cerniera dei pantaloni ed è rimasta completamente sbalordita quando il mio cazzo per lo più duro è saltato fuori.

--------------------------------------------

La sua cosa era enorme! L'ho guardato dall'alto in basso con stupore. "D-io... cosa devo fare?"

"Eh?"

"Per... succhiarlo..."

Mi ha detto di avvolgerci le labbra attorno e di muovere la testa in un certo modo, cosa che ho fatto. La sua risposta è stata immediata e, a quanto pare, straordinariamente buona! Questo mi ha reso fiducioso in quello che stavo facendo e ne ho preso di più in bocca. Mi sentivo così orgoglioso di dargli così tanto piacere. Ho sentito qualcosa solleticare le mie mutandine in un modo molto carino e presto ho iniziato a fare gli stessi suoni di Matt.

-----------------------------

Kari era sorprendentemente brava a succhiare il cazzo per aver chiesto solo pochi istanti prima come farlo. Mi ha fatto sentire così bene che non potevo tenere tutto il piacere per me. Sfortunatamente, da dove mi trovavo, tutto quello che potevo fare era strofinarla con l'alluce, ma le piaceva. Si è mossa finché non ha trovato un punto che si sentiva meglio (sapevo che era il suo clitoride, ma non credo che lo sapesse, dato che doveva cercarlo) e si è radicata su di esso, gemendo e respirando a fatica attraverso di lei naso mentre mi succhiava più velocemente e più a fondo.

-------------------------------------------------- -----------------------------

Adoro succhiare la cosa di mio fratello maggiore, ma ho amato ancora di più il suo dito del piede su di me! C'era questa piccola cosa che quando il suo dito del piede lo toccava, mi sentivo come prima che mamma o papà tornassero a casa e mi impedissero di finire la mia fantasia. Il piacere è stato immenso, quasi troppo da sopportare! Ero contento di avere "qualcosa" in bocca per impedirmi di essere troppo rumoroso.

Tutto il mio corpo ha iniziato a sentirsi strano, come essere nervoso, ma in senso positivo! La mia fica si muoveva da sola e...io......mi sentivo...oddio...!!!

-------------------------------------------------- -------------------------------

Kari si sentiva come se stesse ansimando, gemendo e urlando allo stesso tempo. Da quanto si sono bagnate le sue mutandine e quanto velocemente sono diventate così, ho capito che stava venendo. Lei giocava con i suoi seni per aumentare il piacere, e la vista e le sensazioni mi rendevano non molto indietro rispetto al mio orgasmo.

"Io sono...oh, cazzo...!!...Kari, sto per venire....!!"

"Che cosa?"

"Sto per eiaculare!"

----------------------------------

"OH." Devo essere stato bravo a succhiarlo perché anche lui stava per raggiungere l'orgasmo! Significava che avrebbe sparato sperma, no? Cosa ne avrei fatto? Cosa potevo farci per dimostrare che volevo essere sua per sempre, non solo stanotte?

Allora ho saputo.

Lo succhiai di nuovo, preparandomi a quello che stava per succedere.

-------------------------------------------------- --------------

La sua reazione ha dimostrato oltre ogni dubbio che voleva che le venissi in bocca. Solo l'idea di sparare il mio carico nella bocca della mia sorellina, ed essendo la sua preferenza, l'ha fatto accadere.

Gettai la testa all'indietro e poi la forzai in avanti in modo da poter guardare il viso ei seni di Kari mentre le venivo duro in bocca. All'inizio l'ha scioccata, ma i suoi occhi si sono chiusi a metà e mi ha succhiato ancora un po' per tirar fuori tutto. Se non fossi stato così miope, avrei provato a trattenerne un po' per un altro round, ma invece le ho dato tutto quello che avevo da dare. Sembrava una pinta.

-------------------------------------------------- ----------------------

Matt gemette e poi qualcosa iniziò a schizzare forte nella mia bocca. All'inizio pensavo stesse facendo pipì, ma una volta che ho capito di averlo fatto venire l'orgasmo, volevo solo di più. Sembrava che ce ne fosse una pinta e non era abbastanza. Sapeva vagamente di... qualcosa di dolce e familiare, ma non riuscivo a immaginarmelo. Ma il gusto non era importante. Quello che mi importava era che il fluido caldo che mi stava dando fosse una prova innegabile che avevo fatto sesso con lui e che gli era piaciuto!

Inoltre, l'ho adorato! C'era qualcosa di così... profondamente buono nel mio fratello maggiore che eiaculava nella mia bocca, sapevo che avevo bisogno che lo facesse ancora e ancora e ancora! Anche mentre ora eiaculava, continuavo a cercare di ottenere di più da lui. Per molto tempo mi ha dato quello che volevo, quello che avevo appena avuto per la prima volta ma di cui ero immediatamente dipendente. Ho ingoiato avidamente ogni zampillo, sperando che ci sarebbero stati due zampilli per sostituirlo. Non me l'ha chiesto, ma non ne aveva bisogno. Volevo ingoiarlo.

Ma, come tutte le cose belle, è finita. Smise di sparargli, poi smise di trasudarlo e gocciolarlo. Era senza sperma, o quasi. Ne ingoiai l'ultimo, mi arrampicai accanto a lui e gli appoggiai la testa sul petto.

-------------------------------------------------- --------------------------

Vedere Kari ingoiare il mio sperma a grandi sorsi senza che le chiedessi di farlo mi ha appena fatto uscire di più, cosa che sembrava più che felice di ricevere.

Una volta che le ho dato tutto, si è asciugata la bocca e si è seduta accanto a me con la testa sul mio petto. L'ho abbracciata e lei mi ha abbracciato.

"Ti amo, fratello maggiore."

"Ti amo anch'io, sorellina."

"Mi porterai domani?"

"Ti prendo come in... ti prendo?"

"Mm-hmm. Portami a letto e fai l'amore con me."

"È davvero quello che vuoi?"

"Più di ogni altra cosa al mondo." Mi ha baciato la guancia.

"Sì. Se lo vuoi ancora domani notte, farò l'amore con te."

-------------------------------------------------- -----------------------

Ero estasiato! Ha promesso che l'avrebbe fatto, e mio fratello maggiore non infrange mai le sue promesse! L'ho baciato e coccolato con lui finché non mi sono addormentato.

-------------------------------------------------- ---------------------

Kari si è addormentata su di me, il che è stato molto bello. Mi è sempre piaciuto coccolare le ragazze dopo il sesso, e mi sarebbe piaciuto addormentarmi con lei, ma mamma o papà sarebbero stati giù prima che ci svegliassimo, e se avessero beccato Kari in topless e me con il cazzo di fuori, sarebbe stato molto molto brutto .

Ho coperto me e le parti birichine di Kari (Kari ha sospirato e sorriso mentre la vestivo, borbottando "Matt..." nel sonno. Dio, è carina!) e mi sono lasciata scivolare nel sonno con lei.

Continua...

Storie simili

IN PALESTRA_(1)

Uno dei vantaggi dell'azienda per cui lavoro è l'appartenenza alla loro palestra. Mi alleno 3-4 volte a settimana dalla nascita della nostra bambina. Mi ero preso un giorno libero per portare la nostra bambina dal dottore per un controllo. Andava tutto bene mentre ci dirigevamo verso la casa di mia madre. Sentivo che avevo bisogno di un po' di tempo da sola, così ho chiesto a mia madre di tenere Heather tutta la notte. Bruce era fuori città per lavoro, quindi ho programmato un film tranquillo a casa. Anche la mia collaboratrice Susie si è allenata nella stessa palestra. A mia...

3.8K I più visti

Likes 0

La Congrega Parte 1 - Reed_(1)

Canna AIUTAMI QUALCUNO AIUTI PER FAVORE!!! urlò una giovane donna mentre veniva trascinata dentro dalla porta principale da un sorridente Jackson. La teneva per il collo mentre tutti nell'area del bar ridevano e sorridevano alla pietosa donna. Era attraente, con i capelli biondi tinti tagliati in un caschetto disordinato e enormi occhi castani. Indossava una specie di uniforme, ma era talmente strappata che nessuno poteva distinguere con certezza cosa ci fosse scritto. Andò nel panico, guardando tutti nella stanza, sperando che qualcuno la salvasse. Ma a nessuno fregava un cazzo. Alcuni dei ragazzi più grandi stavano giocando a freccette vicino al...

982 I più visti

Likes 0

Giorni nel dormitorio-Parte 1

Beh, vivo in un dormitorio universitario, quindi puoi immaginare che vedo, sento parlare e faccio MOLTO sesso. Non sono mai stata una puttana ma apprezzo il corpo maschile. Una delle mie scopate preferite è avvenuta durante il primo mese di college con il mio migliore amico, Mike. Sono amico di lui fin dal primo anno del liceo e la nostra amicizia è una cosa che apprezzo molto. Sono venuto al nord (nella California settentrionale dalla California meridionale) per andare a scuola nell'agosto dello scorso anno. Ero piuttosto sola nel mio dormitorio dato che non avevo un compagno di stanza, così ho...

558 I più visti

Likes 0

Il nuovo inizio di Sarah, parte 3

Mi misi l'impermeabile e andai allo specchio da toeletta. Un'ondata di energia mi attraversò il corpo mentre mi guardavo allo specchio in piedi nudo con indosso il cappotto e le mie calze nere e nient'altro. I miei capezzoli erano eretti e teneri e mi sentivo come una donna sensuale e sexy, l'intera immagine era così erotica. Andai in ufficio e presi solo le chiavi dell'ufficio e tornai a sedermi ad aspettare la limousine con Lance e Michigan. Dopo qualche minuto il telefono di Lance squillò e ci alzammo e uscimmo dall'ufficio, questa volta ho controllato la porta per assicurarmi che fosse...

2.7K I più visti

Likes 0

I ragazzi ricchi amano 47_(0)

Qualche giorno dopo mi sono svegliato a letto ma Harvey non c'era. mi sono alzato dal letto e ho detto piccola? quando sono uscito dalla stanza c'era una borsa piena e Harvey era vicino alla porta ho detto ehi piccola dove stai andando? harvey mi ha guardato e ha detto leon mi dispiace non ti amo più (queste parole sembravano come se fossi appena stato tagliato con il coltello più affilato) ho guardato harvey e ho detto cosa e ho iniziato a respirare pesantemente e ho iniziato a piangere molto forte ha detto harvey mi dispiace di lasciarti harvey ha aperto...

1.2K I più visti

Likes 0

My Fun Family (rivisto)

Jake si è svegliato, intontito come al solito, per un altro noioso sabato a casa. Le sue giornate seguivano sempre la stessa routine durante i fine settimana, ed erano particolarmente peggiori durante l'estate; anche se ha sempre avuto una cosa da guardare al futuro. Jake guardò la tenda formata dalle sue lenzuola. Il suo grosso membro si ergeva come il supporto centrale senza alcun ragionamento dietro il suo montante mattutino. Si abbassò e lo strinse giocosamente, poi si alzò dal letto per ammirare il suo orgoglio. Sette pollici di lunghezza e quasi due di spessore; era di buone dimensioni per un...

1.2K I più visti

Likes 0

Dopo la festa in piscina

Dopo la festa in piscina. La scorsa primavera sono stato invitato al matrimonio di un amico e mi è stato chiesto di restare per il ricevimento; Non sapevo perché, ma sono rimasto comunque. Non conoscevo nessuno tranne il mio amico Fred e la sua nuova moglie. Stavo seduto a un tavolino bevendo del tè freddo e sgranocchiando cracker e formaggio quando è arrivata questa signora e mi ha chiesto se poteva sedersi per qualche minuto che era stata in piedi da quando li aveva presi. Abbiamo chiacchierato un po', le ho detto che mi chiamo Merl e lei ha risposto che...

1.1K I più visti

Likes 0

QUANDO TI DIVERTI

Mi sono sempre piaciute le donne ispaniche. C'è qualcosa in loro che è molto esotico ed eccitante. Forse è una specie di fuoco latino; Forse è il dolce colore della loro pelle scura; i loro occhi scuri... qualcosa ... qualunque cosa ... Mi eccitano! Quindi non sorprende che i miei occhi siano attratti dal dolce scuro giovane e snella senorita seduta davanti a me. sono stato guardandola, di tanto in tanto, da quando siamo partiti. Volo notturno, New York City a Los Angeles, su un aereo pieno solo a metà. Tanti vuoti i sedili ei passeggeri si sono sparpagliati, lasciandone tanti...

914 I più visti

Likes 0

ECONOMIA DOMESTICA_(0)

Andrea Patterson ha controllato la sua agenda giornaliera e ha tirato fuori la cartella di Millie Evans. Lo aprì e lo esaminò rapidamente, prendendo alcuni appunti su un blocco note giallo che aveva sulla sua grande scrivania. Millie era una brava studentessa con una personalità piacevole e sembrava che stesse andando bene in questo suo ultimo anno. Qualcuno bussò alla porta e Millie entrò nell'ufficio di Andrea e si sedette di fronte alla scrivania. Ho appena esaminato i tuoi record e sembra che tu stia andando molto bene al liceo, intonò la signora Patterson, posso attestare il fatto che nella mia...

821 I più visti

Likes 0

Trovare la strada per tornare a casa, parti 5 e 6 di 6

Parte V Dalle parti I - IV: sono tornato dall'Afghanistan, dopo essere stato colpito alla spalla e aver subito due interventi chirurgici per ripararlo. Sono uscito dall'esercito per aiutare mia madre che aveva un cancro alla vescica e ho incontrato la liceale per la quale avevo una cotta. Ho scoperto che era una madre single di una giovane figlia e ho cercato di chiederle di uscire, solo per farmi accusare di trattarla come qualcuno che pensavo non potesse prendersi cura di se stessa e avesse bisogno di essere salvata. Si è resa conto del suo errore e siamo usciti insieme una...

729 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.