La mia figliastra senzatetto Parte 3

3.2KReport
La mia figliastra senzatetto Parte 3

Mentre Chelsea giaceva a letto con noi, qualcosa si svegliò dentro di lei. Non voleva più donne della sua età. Li voleva giovani. Voleva adolescenti. L'emozione di essere il primo per qualcuno era travolgente. E l'eccitazione di vedere il suo ragazzo far scoppiare la ciliegia di Ronnie era quasi più di quanto potesse sopportare. Sapeva che le ripercussioni per essere stata scoperta erano gravi, ma ora aveva un sedicenne che poteva aiutarla. Questo potrebbe essere molto divertente.

Ronnie giaceva a letto, la testa appoggiata sul petto del patrigno. Non riusciva a credere a quello che era successo in meno di 24 ore. Sentiva ancora il pulsare nella sua fica per il cazzo che le aveva dato prima. Amava come si sentiva dentro di lei. Non era la sua prima volta con qualcuno, ma io era la prima volta che scopava. Aveva fatto dei pompini in precedenza, principalmente per un po' di erba o per ottenere qualche altro favore speciale da qualche ragazzino, ma nessuno l'aveva baciata e toccata come lui. Adorava la sua bocca sul suo corpo, specialmente sulla sua figa appena rasata. Amava anche avere Chelsea lì. In passato aveva avuto fantasie bisessuali e una volta aveva persino baciato una ragazza, ma non era mai arrivata. Adorava sentire il petto nudo di Chelsea contro di lei. Amava i suoi baci, amava quanto fosse morbida. Per quanto sapesse che avrebbe adorato scopare suo padre nel prossimo futuro, sapeva che avrebbe voluto Chelsea tutta per sé per almeno un'ora. E sapeva che suo padre sarebbe stato l'unico cazzo consentito dentro di lei, ma aveva anche in programma di portare i regali a suo padre una volta che avesse iniziato a fare amicizia.

Ronnie si svegliò presto e si alzò per fare la doccia. Entrò nella grande doccia e aprì l'acqua, sentendola scorrere sul suo corpo. Mentre si insapona, sentì la porta della doccia aprirsi. Si voltò e vide Chelsea molto nuda entrare con lei. Ronnie sorrise e si fece da parte, dando al Chelsea un po' di spazio sott'acqua. "Puoi farmi le spalle?" chiese Ronnie mentre porgeva a Chelsea la luffa e il bagnoschiuma. Chelsea sorrise e prese gli oggetti. Ha lentamente insaponato il corpo del giovane Ronnie. Ronnie appoggiò le mani contro il muro della doccia e Chelsea la pulì delicatamente.

Ronnie chiuse gli occhi e allargò le gambe mentre la mano di Chelsea si muoveva lungo il suo corpo. Chelsea si passò la spugna sul culo e giù tra le gambe. Gli occhi di Ronnie si aprirono e lei si voltò. Si guardarono per un secondo prima che Chelsea si avvicinasse e la baciasse sulla bocca. Ronnie le baciò forte la schiena, le loro lingue che danzavano l'una nella bocca dell'altro. Le loro mani scorrevano l'una sul corpo dell'altra. Ronnie si chinò e scoprì che Chelsea si stava inzuppando di fica e infilava due dita all'interno. Chelsea fece lo stesso, e rimasero sott'acqua, scopandosi a vicenda con le dita mentre si baciavano.

Chelsea si inginocchiò e allargò le gambe di Ronnie. La sua bocca andò direttamente alla fica di Ronnie, succhiandole e leccandole il clitoride. Ronnie l'afferrò per i capelli, cercando di forzare tutta la sua faccia dentro la figa. Chelsea ha adorato il gusto di questa giovane figa, ed essere in ginocchio in questo momento le ha fatto sapere che voleva di più. Voleva più fiche giovani. Voleva insegnare loro a essere delle piccole troie sporche, proprio come lei. La sua lingua si muoveva a un miglio al minuto e improvvisamente sentì la presa di Ronnie sui suoi capelli stringersi mentre iniziava a venire. I succhi di Ronnie schizzarono su tutto il viso e la bocca di Chelsea, la sua fica si contrasse e si espanse mentre il suo orgasmo la squarciava.

Ronnie ha visto le stelle quando è arrivata, le sue gambe si sono indebolite ma Chelsea ha avuto la tranquillità di tenerla in piedi. Il suo cuore batteva forte, il suo respiro accelerava. Era tutto nuovo per lei, ma sapeva che lo desiderava il maggior numero di volte possibile. Ha rilasciato i capelli di Chelsea e si è crogiolata nelle sensazioni. Abbassò lo sguardo e notò Chelsea che si massaggiava la fica. No, questo non va bene. Ronnie allungò la mano verso Chelsea e l'aiutò ad alzarsi in piedi. Chelsea si alzò ed entrambi si fronteggiarono. Ronnie poi l'ha tirata dentro per un bacio e lentamente l'ha girata in modo che si scambiassero di posto. Ronnie si lasciò cadere in ginocchio, la faccia all'altezza della figa di Chelsea. Chelsea si china e allarga le labbra della fica. "Baciami qui", disse. Ronnie si avvicinò e prese in bocca il clitoride di Chlesea. Non aveva mai fatto niente del genere, ma ricordava cosa le era appena stato fatto. Ronnie ha baciato, leccato e succhiato la sua prima figa. Amava l'odore, amava il sapore. Adorava la sensazione di questa figa nuda contro la sua faccia. E le piaceva particolarmente farsi tirare i capelli. Il dolore l'ha eccitata per qualche motivo. Sicuramente qualcosa da ricordare per la prossima volta.

Ha leccato e succhiato la figa di Chelsea come il delizioso trattamento che era. Si chiedeva se prima fosse bisessuale, ora ne era sicura. Sapeva che non si sarebbe mai stancata di questo gusto o di questa sensazione. Chelsea sentì quella sensazione familiare alla bocca dello stomaco. Sapeva che stava per venire. Afferrò più forte i capelli di Ronnie e le esplose in faccia. Questa era solo la seconda volta che schizzava in questo modo. Per quanto fosse bello il sesso con George, non aveva mai tirato fuori così tanto succo dalla sua figa. Le sue gambe si indebolirono e scivolò lentamente lungo la parete della doccia finché non fu sul pavimento con Ronnie. Ridacchiarono entrambi mentre si baciavano, l'acqua che continuava a riversarsi sui loro corpi nudi.

Si sono ripresi e si sono alzati, assicurandosi di pulirsi a vicenda molto bene e toccandosi a vicenda per qualche altro orgasmo. Alla fine uscirono, si asciugarono con un asciugamano ed entrarono in camera da letto. Papà era sdraiato lì, il suo cazzo duro come una roccia in mano. Ronnie e Chelsea lasciarono gli asciugamani e si avviarono verso di lui. "Papà, voglio vederti scopare Chelsea." Chelsea si arrampicò sul letto e si sdraiò sulla schiena, con le gambe spalancate in attesa di essere scopata. Ronnie ha baciato Chelsea poi si è messa a cavalcioni sul suo viso, in stile cowgirl al contrario. Mentre Chelsea andava a lavorare sulla sua fica, Ronnie afferrò le gambe di Chelsea e le allargò. "Fanculo il suo papà. Poi voglio che tu le venga dentro così posso ripulire entrambi."

Non potevo credere che stesse davvero accadendo. Ho afferrato il mio cazzo e l'ho spinto dentro la piccola fica stretta di Chelsea. Ero preoccupato di perdere interesse ora che avevo una fica vergine da scopare, ma sicuramente non sarebbe successo. Mi sono spinto dentro e l'ho sentita afferrarmi. Ronnie ha inarcato il suo corpo mentre Chelsea si lavorava la fica mentre io iniziavo a scivolare dentro e fuori di lei. Ronnie mi afferrò per la nuca e mi baciò, piagnucolando mentre sentiva la lingua di Chelsea farsi strada più in profondità dentro di lei. Ha rotto il nostro bacio e ha guardato in basso, guardando il mio cazzo che entrava e usciva dalla fica di Chelsea. "Fanculo mamma più forte papà! Scopala più velocemente!!" Ho iniziato a martellare la fica di Chelsea più velocemente e più a fondo, proprio come mi aveva pregato la mia bambina. "Oh papà, mi sta mangiando così bene! Oh cazzo papà! Sto per venire!!!" Il suo corpo si irrigidì e poi ebbe le convulsioni quando iniziò a sborrare sul viso di Chelsea. Il sito è stato sufficiente per spingermi oltre il limite. Ho sparato il mio sperma in profondità nella fica di Chelsea, assicurandomi che le andasse in profondità. Non appena ho finito, mi sono seduto indietro, il mio cazzo scivolava fuori. Ronnie si è immediatamente chinato in avanti e ha iniziato a succhiare e leccare il mio cazzo. "Mmm mamma, hai un sapore così fottutamente buono", ha detto mentre mi leccava e mi succhiava.

Avresti dovuto vedere la mia faccia quando ho visto cosa ha fatto dopo. Si chinò e seppellì la faccia nella fica di Chelsea. Chelsea, sentendosi rinnovata, iniziò a leccare la fica di Ronnie. "Questa è la mia bambina", ha detto Chelsea. "Pulisci la fica della mamma!" Inutile dire che sono diventato duro di nuovo. Mi sono spostato in cima al letto e mi sono messo a cavalcioni sulla faccia di Chelsea. Lentamente ho spinto nella fica di Ronnie e ho iniziato a picchiarla mentre Chelsea le succhiava e le mordicchiava il clitoride. Il mio cazzo è scivolato fuori un paio di volte ed è stato accolto dalla calda bocca di Chelsea prima che lo facesse scivolare di nuovo dentro la mia bambina. Ho sbattuto forte un paio di volte prima di far uscire un'altra marea di sperma dentro di lei. Mi sono tirato fuori e ho visto Chelsea aprire la bocca e prendere il mio sperma mentre trasudava dalla fica di Ronnie. Poi si è allungata e, come Ronnie, ha succhiato il mio cazzo prima di seppellire la faccia nella fica di Ronnie e succhiare il resto del mio sperma. Ronnie si alzò a sedere e sbatté la fica in faccia a Chelsea. L'ho abbracciata da dietro e le ho girato il viso per baciarla. Si lamentò nella mia bocca mentre un altro orgasmo la squarciava, facendo finalmente crollare tutti noi in un mucchio.

Mi sono svegliato un po' più tardi in una casa tranquilla e ho visto che avevo perso un messaggio. "Ehi tesoro, ho portato R al negozio per prendere il suo piano b e iniziarle con il controllo delle nascite. Tornerò presto a casa. C." Di nuovo fuori dalla porta senza di me. Mi sono vestito e sono uscito. Avevo bisogno di una buona spinta per elaborare quello che stava succedendo nella mia vita ora. Ho guidato vicino al parco locale e ho visto le ragazze adolescenti giocare a softball. I loro pantaloncini corti e le loro magliette attillate mi hanno reso duro come una roccia. Volevo più figa da adolescente e avevo le donne perfette per prendermela. Mi chiedevo come avrei spiegato a Chelsea che volevo più fica adolescente, non sapendo che era già in cerca di un nuovo giocattolo del cazzo da portare a casa per noi tre.

Storie simili

IN PALESTRA_(1)

Uno dei vantaggi dell'azienda per cui lavoro è l'appartenenza alla loro palestra. Mi alleno 3-4 volte a settimana dalla nascita della nostra bambina. Mi ero preso un giorno libero per portare la nostra bambina dal dottore per un controllo. Andava tutto bene mentre ci dirigevamo verso la casa di mia madre. Sentivo che avevo bisogno di un po' di tempo da sola, così ho chiesto a mia madre di tenere Heather tutta la notte. Bruce era fuori città per lavoro, quindi ho programmato un film tranquillo a casa. Anche la mia collaboratrice Susie si è allenata nella stessa palestra. A mia...

3.8K I più visti

Likes 0

La Congrega Parte 1 - Reed_(1)

Canna AIUTAMI QUALCUNO AIUTI PER FAVORE!!! urlò una giovane donna mentre veniva trascinata dentro dalla porta principale da un sorridente Jackson. La teneva per il collo mentre tutti nell'area del bar ridevano e sorridevano alla pietosa donna. Era attraente, con i capelli biondi tinti tagliati in un caschetto disordinato e enormi occhi castani. Indossava una specie di uniforme, ma era talmente strappata che nessuno poteva distinguere con certezza cosa ci fosse scritto. Andò nel panico, guardando tutti nella stanza, sperando che qualcuno la salvasse. Ma a nessuno fregava un cazzo. Alcuni dei ragazzi più grandi stavano giocando a freccette vicino al...

982 I più visti

Likes 0

Giorni nel dormitorio-Parte 1

Beh, vivo in un dormitorio universitario, quindi puoi immaginare che vedo, sento parlare e faccio MOLTO sesso. Non sono mai stata una puttana ma apprezzo il corpo maschile. Una delle mie scopate preferite è avvenuta durante il primo mese di college con il mio migliore amico, Mike. Sono amico di lui fin dal primo anno del liceo e la nostra amicizia è una cosa che apprezzo molto. Sono venuto al nord (nella California settentrionale dalla California meridionale) per andare a scuola nell'agosto dello scorso anno. Ero piuttosto sola nel mio dormitorio dato che non avevo un compagno di stanza, così ho...

558 I più visti

Likes 0

Il nuovo inizio di Sarah, parte 3

Mi misi l'impermeabile e andai allo specchio da toeletta. Un'ondata di energia mi attraversò il corpo mentre mi guardavo allo specchio in piedi nudo con indosso il cappotto e le mie calze nere e nient'altro. I miei capezzoli erano eretti e teneri e mi sentivo come una donna sensuale e sexy, l'intera immagine era così erotica. Andai in ufficio e presi solo le chiavi dell'ufficio e tornai a sedermi ad aspettare la limousine con Lance e Michigan. Dopo qualche minuto il telefono di Lance squillò e ci alzammo e uscimmo dall'ufficio, questa volta ho controllato la porta per assicurarmi che fosse...

2.7K I più visti

Likes 0

I ragazzi ricchi amano 47_(0)

Qualche giorno dopo mi sono svegliato a letto ma Harvey non c'era. mi sono alzato dal letto e ho detto piccola? quando sono uscito dalla stanza c'era una borsa piena e Harvey era vicino alla porta ho detto ehi piccola dove stai andando? harvey mi ha guardato e ha detto leon mi dispiace non ti amo più (queste parole sembravano come se fossi appena stato tagliato con il coltello più affilato) ho guardato harvey e ho detto cosa e ho iniziato a respirare pesantemente e ho iniziato a piangere molto forte ha detto harvey mi dispiace di lasciarti harvey ha aperto...

1.2K I più visti

Likes 0

My Fun Family (rivisto)

Jake si è svegliato, intontito come al solito, per un altro noioso sabato a casa. Le sue giornate seguivano sempre la stessa routine durante i fine settimana, ed erano particolarmente peggiori durante l'estate; anche se ha sempre avuto una cosa da guardare al futuro. Jake guardò la tenda formata dalle sue lenzuola. Il suo grosso membro si ergeva come il supporto centrale senza alcun ragionamento dietro il suo montante mattutino. Si abbassò e lo strinse giocosamente, poi si alzò dal letto per ammirare il suo orgoglio. Sette pollici di lunghezza e quasi due di spessore; era di buone dimensioni per un...

1.2K I più visti

Likes 0

Dopo la festa in piscina

Dopo la festa in piscina. La scorsa primavera sono stato invitato al matrimonio di un amico e mi è stato chiesto di restare per il ricevimento; Non sapevo perché, ma sono rimasto comunque. Non conoscevo nessuno tranne il mio amico Fred e la sua nuova moglie. Stavo seduto a un tavolino bevendo del tè freddo e sgranocchiando cracker e formaggio quando è arrivata questa signora e mi ha chiesto se poteva sedersi per qualche minuto che era stata in piedi da quando li aveva presi. Abbiamo chiacchierato un po', le ho detto che mi chiamo Merl e lei ha risposto che...

1.1K I più visti

Likes 0

QUANDO TI DIVERTI

Mi sono sempre piaciute le donne ispaniche. C'è qualcosa in loro che è molto esotico ed eccitante. Forse è una specie di fuoco latino; Forse è il dolce colore della loro pelle scura; i loro occhi scuri... qualcosa ... qualunque cosa ... Mi eccitano! Quindi non sorprende che i miei occhi siano attratti dal dolce scuro giovane e snella senorita seduta davanti a me. sono stato guardandola, di tanto in tanto, da quando siamo partiti. Volo notturno, New York City a Los Angeles, su un aereo pieno solo a metà. Tanti vuoti i sedili ei passeggeri si sono sparpagliati, lasciandone tanti...

914 I più visti

Likes 0

ECONOMIA DOMESTICA_(0)

Andrea Patterson ha controllato la sua agenda giornaliera e ha tirato fuori la cartella di Millie Evans. Lo aprì e lo esaminò rapidamente, prendendo alcuni appunti su un blocco note giallo che aveva sulla sua grande scrivania. Millie era una brava studentessa con una personalità piacevole e sembrava che stesse andando bene in questo suo ultimo anno. Qualcuno bussò alla porta e Millie entrò nell'ufficio di Andrea e si sedette di fronte alla scrivania. Ho appena esaminato i tuoi record e sembra che tu stia andando molto bene al liceo, intonò la signora Patterson, posso attestare il fatto che nella mia...

821 I più visti

Likes 0

Trovare la strada per tornare a casa, parti 5 e 6 di 6

Parte V Dalle parti I - IV: sono tornato dall'Afghanistan, dopo essere stato colpito alla spalla e aver subito due interventi chirurgici per ripararlo. Sono uscito dall'esercito per aiutare mia madre che aveva un cancro alla vescica e ho incontrato la liceale per la quale avevo una cotta. Ho scoperto che era una madre single di una giovane figlia e ho cercato di chiederle di uscire, solo per farmi accusare di trattarla come qualcuno che pensavo non potesse prendersi cura di se stessa e avesse bisogno di essere salvata. Si è resa conto del suo errore e siamo usciti insieme una...

729 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.