Giacomo e Janie

193Report
Giacomo e Janie

Sono cresciuto in un tipico quartiere di periferia tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70. Era da molto tempo che volevo scrivere della mia prima esperienza in assoluto e ora, finalmente….

Quando avevo 11 anni e mia sorella 9, uscivamo con un altro fratello e una sorella, James e Janie. Di solito andavamo in giro per il quartiere, giocavamo al parco o calciavamo un pallone, ma quel giorno si sarebbe rivelato molto diverso.

James era una specie di giovane ragazzo dall'aspetto surfista, con capelli biondi sporchi negli occhi tutto il tempo e lui e io eravamo tra i primi della nostra classe a sballarci. Io, d'altra parte, ero un tipo piuttosto anonimo. Non ero un nerd, né un atleta, né un vero sballato (anche se mi sballavo continuamente), non ero grasso, né magro, né molto muscoloso e non avevo mai avuto nessun tipo di ragazza. Mia sorella era giusta, mia sorella. Non avevo mai pensato a lei sessualmente. Aveva due piccoli boccioli al posto delle tette e non c'era molto altro a cui pensare. Janie era un po' più grande di mia sorella e penso che questo abbia fatto la differenza. Aveva già delle tette in via di sviluppo e un bel culetto. Assomigliava a James, ma era una ragazza, un po' maschiaccio ma molto sexy.

Erano le vacanze estive e faceva caldo, quindi abbiamo deciso di andare a casa di J per rinfrescarci (ricordate che erano i giorni prima dell'avvento dei video e di Internet). Abbiamo preso un po' di tè freddo e poi siamo scesi nel seminterrato (il loro ritrovo). Era tutto decorato con manifesti rock e vernice fluorescente e aveva un odore persistente di incenso stantio e di erba. C'erano una lampada lava e una luce nera e nessuna vedova di cui parlare. C'erano sedie a sacco e cuscini dappertutto.

Scendemmo le scale e James accese la musica e la luce nera. Ricordo che era Led Zeppelin II e tutta la stanza assumeva quella luce strana (alcuni dei nostri vestiti brillavano e si vedevano denti e alcuni strani oggetti). Abbiamo messo alcuni bracieri nel bong e lo abbiamo passato in giro e cominciavamo a sentirci allentati.

James iniziò la conversazione e chiese se io e mia sorella avessimo mai scherzato. Non l'avevamo fatto e lo abbiamo detto. Ha detto che lui e Janie l'avevano fatto. Ero incuriosito. "Cosa intendi esattamente con scherzare?" Ho chiesto. "Ci spogliamo e qualunque cosa accada, accade", ha risposto.

OK. Ora, onestamente, non come la metà (o più) di tutte le altre storie qui, avevo 11 anni – non mi ero ancora masturbato, né ero venuto da tutte le parti e avevo avuto una gola profonda e fatto sesso anale alla mia prima esperienza. Ho avuto la mia dose di erezioni e ho pensato a cosa fosse il sesso, ma non ne è mai venuto fuori nulla (hah).

Quindi, mentre la voce cominciava a farsi sentire, ho detto, proviamoci, ma non volevo iniziare con mia sorella. É stato concordato. I J hanno iniziato rompendo il ghiaccio. Entrambi si spogliarono nell'oscurità della luce nera. Ricordo che ero un po' timido, pensando che la mia piccola erezione senza peli sarebbe stata pietosa accanto a quella di James, ma quando ho visto la sua piccola verga, mi sono spogliata immediatamente. Mia sorella è stata l'ultima. Non aveva peli sulla figa e aveva due capezzoli grandi quanto mezzo dollaro. Ma Janie la ricordo vividamente. Aveva tette grandi come un mandarino e un cespuglio di peli fini e lanuginosi sopra la figa.

Mi ha chiamato da lei. NON avevo IDEA di cosa fare. Mi sono sdraiato sopra di lei e ci siamo dimenati e accarezzati per un po'. Puzzava di Johnson's Baby Shampoo e penso ancora a lei oggi quando sento l'odore del marchio. Mentre ci strofinavamo l'uno contro l'altro, ho sentito la sua umidità e ho iniziato a sentire il bisogno di fare pipì. Abbiamo continuato e all'improvviso lei ha urlato: "James, è in me, è in me!!" Onestamente, mi sentivo così bene e immagino di essere così piccolo che non me ne sono accorto la prima volta che il mio uccello è scivolato nella figa. Ma dopo quell'urlo, ho iniziato a prenderci la mano e ho iniziato a muovermi a tempo con le sue spinte. Le ho detto che penso che dovevo fare pipì, ma lei ha detto di no, fallo e basta, vai avanti. Ho avuto il mio primo vero orgasmo nella piccola figa di Janie. Janie voleva di più (di nuovo, questa è una storia vera, non sono durata 45 minuti, ho finito dopo circa 2 o 3 minuti). Mi ha chiesto di aiutarla a giocare con se stessa. Quindi mi sono avvicinato e ricordo che il succo della figa e un po' del mio primo sperma sui peli della sua figa brillavano nella luce nera, era davvero bello. Mi ha mostrato dove toccare e ho iniziato a toccarla e a toccare leggermente il suo piccolo pulsante e dopo pochi minuti, i suoi fianchi hanno iniziato a scontrarsi e ha iniziato a gemere e poi mi ha chiesto di smettere perché diceva che soffriva il solletico.

Ho guardato mia sorella e James e ho visto che non stava andando da nessuna parte con lei. Ha detto che non poteva farglielo capire. Così io e Janie ci siamo avvicinati e Janie ha iniziato a massaggiare mia sorella mentre James cercava di metterle il cazzo in bocca. Ancora non ha capito come funziona, ma abbiamo potuto vedere che Janie stava avendo l'effetto desiderato sulla sua figa perché la luce nera ha iniziato a mostrare la sua umidità. James ha iniziato a strofinare il suo piccolo uccello sulla sua figa e Janie si è seduta sulla sua faccia (e io stavo guardando). Alla fine si infilò dentro e dopo circa tre colpi arrivò. Mia sorella era delusa, quindi mi sono lanciata nel posto vacante. Ho continuato per qualche minuto e lei ha iniziato a respirare affannosamente e ci siamo riuniti entrambi.

Adesso il seminterrato puzzava di incenso stantio, erba e sesso. Questo non è mai più successo tra tutti noi e in un certo senso abbiamo perso i contatti. Una volta più tardi ho chiesto a mia sorella se voleva farlo di nuovo e lei ha detto di sì, ma per qualche motivo non sono riuscita a bagnarla abbastanza (o sono cresciuta e forse il suo imene non era rotto la prima volta). Janie è diventata la troia del liceo.

Storie simili

La storia di Laura (per le donne)

La storia di Laura Il mio nome è Laura. Lavoro in questo studio legale da 6 mesi ormai. Sono un impiegato di base, rispondo al telefono e lavoro d'ufficio leggero. È un lavoro facile, dato che vado al college 2 sere a settimana. La mia migliore amica di lavoro è Lissette, è una donna portoricana sposata più anziana di circa 40 anni. È così divertente parlare con lei. È così selvaggia e adora parlare di sesso! Penso che lei pensi che io sia troppo innocente dato che vengo da una famiglia molto religiosa. A volte mi chiedo se abbia deciso di...

855 I più visti

Likes 0

Il mondo nascosto del mondo magico, libro:1 ch:2 torna al bagno

La storia è scritta dal mio amico ed io, attualmente stiamo cercando di fare un lavoro migliore di correzione di bozze, ma stiamo ancora cercando qualcuno che ci aiuti. I prossimi 2 capitoli dopo questo avranno più personaggi della serie, sentiti libero di suggerire eventuali relazioni o feticci che vorresti vedere. Torna al bagno Hermione si è seduta a lezione di pozioni a cui mancano ancora le mutandine, qualcuno le ha prese dalla biblioteca. La lezione è iniziata e Harry le ha chiesto se stava bene. “Sì, sto bene solo un po' scosso. “ È successo qualcosa? No, solo che ho...

3.7K I più visti

Likes 0

Far sborrare nostra figlia

Far sborrare nostra figlia Storia #100 …..sono Lynn, ho gli stessi impulsi di mia madre. La mamma (Dee Dee), il fratello Ken e io abbiamo tutti questa cosa e ci piace sentirci bene. L'abbiamo chiamato scherzosamente Feel-itis. Questo ci ha portato tutti a fare sesso l'uno con l'altro. …..Ora ho avuto una figlia Vicky. Ho deciso di non sentire Vicky crescere in modo che potesse svilupparsi a modo suo. Il suo compleanno oggi significava che adesso era maggiorenne. È stato difficile combattere l'impulso che avevo di sentire il suo corpo. Aveva già un corpo caldo. Belle tette, fianchi, gambe e un...

3.1K I più visti

Likes 0

Cambiare la realtà (parte 3)

Ciao ragazzi e ragazze! È Chase. Sai, la persona di cui parla questa storia. So cosa stai pensando – Questo non può essere vero. Bene, ti assicuro che lo è assolutamente. Non posso provartelo, a meno che non ci incontriamo un giorno e anche allora, dovrei raccontarti tutto da capo. È qualcosa che non è molto probabile che farò poiché qualsiasi esposizione di chi e cosa sono potrebbe portare alla mia cattura da parte di qualcuno che desidera trasformarmi in una specie di cavia. Non so voi, ma non sono molto entusiasta di essere rinchiuso per il resto dell'eternità e di...

1.8K I più visti

Likes 0

Andando avanti - Capitolo 3

Andare avanti capitolo 3 Il tempo sembrava congelato. L'espressione di shock e orrore sul viso di Evelyn era giustapposta ai resti bagnati del mio sperma sulle sue guance e sul suo mento. Il mio cazzo è caduto dalla mia mano e la mia testa sembrava muoversi attraverso la melassa mentre si girava lentamente verso l'ingresso del bagno. Sembra che voi due abbiate combinato un sacco di cose, disse il signor Clark con nonchalance con un leggero sorriso, guardandosi intorno al bagno come se cercasse altri membri del nostro piccolo gruppo. Mi chiedevo dove fossi scomparso per così tanto tempo. Seguì un...

1.2K I più visti

Likes 0

Il mio amore giapponese parte 9

My Japanese Love Part 9: I guai di Alicia Nei giorni che seguirono cominciai a immaginare come sarebbe stato mio figlio. È bello sapere che in tutto il caos che è successo nella mia vita ne è venuto fuori qualcosa di buono. Akira ed io siamo follemente innamorati e stiamo per avere un bambino. Abbiamo detto ai suoi genitori che erano estremamente felici per noi, tuttavia mentre le nostre vite sono cambiate in bene, Alicia è cambiata in male. Mentre sto facendo dei lavori in giardino, noto Alicia che mette un cartello di vendita di garage. Normalmente mi dice quando ne...

1K I più visti

Likes 0

Guardare e fare

GUARDARE E FARE John sentiva di aver fatto un ottimo affare. Quando si è trasferito in questo condominio, ha incontrato e parlato con il proprietario e ha convinto quell'uomo a lasciarlo svolgere il ruolo di custode/custode/amministratore residente, facendo tutto ciò di cui l'edificio aveva bisogno per $ 200 al mese di sconto sull'affitto più le spese. Normalmente ciò richiedeva solo poche ore al mese dal suo tempo libero, e se avesse dovuto lavorare durante quel giorno in un giorno feriale, il suo programma come tecnico di laboratorio presso un'azienda farmaceutica avrebbe potuto essere modificato - la maggior parte delle cose potrebbero...

404 I più visti

Likes 0

Tim, l'adolescente parte XV

Nota: ——NON sono l'autore! Ci sono diversi autori in realtà, non sono così sicuro che qualcuno di loro sia il creatore, ma so che non sono io. Sto semplicemente condividendo questa bella storia con tutti voi perché non l'ho vista qui. Ora in origine dovevano essere tutte 9 parti, ma... Qualcuno ha detto che la prima era troppo lunga, quindi ho deciso di dividerle tutte in post più piccoli. Ho pensato di provare un aspetto e una struttura della frase diversi per questo capitolo, per favore fatemi sapere come vi piace. BUON APPETITO--- Tim, l'adolescente parte quindici di: Rass Senip +++...

2.6K I più visti

Likes 2

Il negozio d'angolo seconda parte

La prima parte è qui: sexstories.com/story/82788/ Controllò l'orologio, sarebbe arrivata presto. Era circa una settimana dopo, ero nel suo negozio, la mamma mi aveva mandato a prendere il cibo di cui avevamo bisogno per il fine settimana. Dopo aver chiamato tutto nella cassa e aver messo tutti gli oggetti in tre grandi sacchetti di plastica. Lui mi disse: Mi devi ancora un sacco di soldi, dovrai andare nella stanza sul retro oggi Scioccato, balbettai. No. Per favore, signor Hassan, non voglio farlo Mi afferra il braccio, dicendomi; Non hai altra scelta ragazza, pensi che tutto il cibo e i soldi siano...

2.4K I più visti

Likes 0

Confessione a papà_(2)

Ho qualcosa da dirti papà, ma non posso semplicemente dirlo, devo dirti altre cose con esso, ok? Ma ci arriverò, lo prometto. La casa era tranquilla. Eri al lavoro da diverse ore e io avevo già finito le mie faccende. La nostra camera era pulita, i piatti riposti, il bucato piegato... e mi annoiavo. Ero sdraiato sul divano pensando a te ed ero così eccitato che, anche se so che non mi è permesso, ho iniziato a toccarmi. Volevo il cazzo di papà ma non saresti a casa per ore! Ho iniziato lentamente, strofinandomi il clitoride con una mano e prendendomi...

3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.